News CT

Lnd Puglia, il candidato presidente De Stratis: "Ecco come cambio il calcio pugliese"

PRESENTAZIONE PROGRAMMA ELETTORALE AVV. DESTRATIS "NUOVA FEDER-AZIONE" - assemblea

17.12.2020 13:04

E’ il momento! Ritengo che il calcio, la nostra eterna passione, necessiti di una rifondazione, perché deve muoversi al passo con i tempi, in una visione moderna ma ancorata ad alcuni intramontabili valori. Le parole chiave del PROGRAMMA scritto con i miei “compagni di squadra” sono: Meritocrazia, Trasparenza, Competenza.

È tempo di crisi economica e anche sociale. Così partirò con l’immediata riduzione dei COSTI DI ISCRIZIONE a tutti i campionati regionali secondo i parametri minimi stabiliti dalle norme federali: esattamente il contrario della gestione Tisci che ha deciso sempre di applicare gli importi massimi.

Nell’ottica del risparmio per le società e del rilancio del movimento dilettantistico pugliese procederò all’efficientamento ed abbattimento delle spese organizzative: quelle stabilite sinora dal CR Puglia sono tra le più alte d’Italia. Costi per le società pugliesi che non si concretizzano certo in un numero maggiore di servizi a loro offerti o in una loro migliore qualità. Sarò al lavoro per definire convenzioni con Asl e Regione Puglia che contengano la riduzione dei costi per le visite mediche dei tesserati.

Meno costi, ma ricerca di opportunità per garantire più risorse economiche alle società affiliate. A tal proposito ho in mente la creazione di un team formato da esperti di progettazione europea per la partecipazione a bandi Fse-Fesr, per favorire l’accesso al credito sportivo e per la ricerca di ulteriori strumenti di finanziamento in favore delle società affiliate. I dirigenti avranno l’opportunità di frequentare corsi di formazione che verranno svolti sull’intero territorio regionale e non solo in alcune province.

Ed ancora la creazione di un efficiente ufficio “Marketing e Comunicazione”, affinché il Comitato divenga destinatario credibile di potenziali sponsor che riterranno così conveniente investire nel calcio dilettantistico.

Il calcio pugliese deve cambiare e il cambiamento passerà attraverso la riorganizzazione degli uffici. Ogni incarico (amministrativo, tecnico e della giustizia sportiva) verrà attribuito attraverso la pubblicazione di un bando con valutazione del curriculum sportivo e professionale. Anche le nomine dei collaboratori e dei commissari di campo saranno poste al vaglio di apposite commissioni giudicatrici che verificheranno i requisiti e le competenze dei candidati.

LA SEDE DEL COMITATO SARÀ UN “PALAZZO DI VETRO”, TRASPARENTE E DIGITALIZZATO. Il bilancio sarà disponibile sul sito ufficiale a differenza di quanto avviene adesso.

Tantissimo ci sarà da fare sull’impiantistica sportiva: occorre una rimappatura degli impianti sportivi disponibili in Puglia e laddove occorra, si dovrà predisporre un piano di ripristino, manutenzione e messa in sicurezza in collaborazione con gli Enti pubblici proprietari delle strutture. Le risorse pubbliche e private non possono essere depauperate.

Nell’immediato sarò al fianco delle società affiliate per rinegoziare le concessioni in uso degli impianti sportivi con gli Enti pubblici proprietari, alla luce degli effetti economici negati prodotti dall’emergenza covid.

Il calcio per crescere dovrà diventare veicolo di promozione dei nostri giovani talenti calcistici e del nostro meraviglioso territorio. Mi batterò per ottenere l’assegnazione dell’organizzazione del Torneo delle Regioni di calcio a 11 in Puglia: in 16 anni Tisci lo ha sempre promesso ma non c’è mai riuscito! È incredibile che questa importantissima manifestazione non sia mai stata ospitata nella nostra regione, meta turistica invidiata nel mondo. Bisognerebbe anche chiedersi perché la Puglia, nella gestione Tisci, non sia mai riuscita a vincere questa manifestazione, nonostante vanti tanti giovani calciatori di talento.

Cambio il calcio pugliese attraverso l’ascolto delle società affiliate. Ci sarà una revisione dei format dei campionati giovanili perché le società ci hanno manifestato notevoli perplessità sulla “Riforma Tisci” introdotta quest’anno.

Darò protagonismo al gioco del calcio, alla sua funzione sociale, ai suoi principi e ai suoi valori nelle piccole comunità, nelle periferie delle grandi città, nelle carceri, nei quartieri disagiati di tutta la regione ed in tutte le scuole. Verrà promossa e realizzata una imponente campagna social contro le ludopatie e le droghe.

Per arginare i fenomeni di violenza negli stadi ho pensato all’istituzione di un organismo che includa i rappresentanti dei gruppi organizzati delle tifoserie con introduzione di premi per le migliori coreografie, gli striscioni più belli e per le iniziative sociali più interessanti.

Il Comitato sarà insomma 3.0 con una serie di servizi messi a disposizione delle società affiliate per aiutarle nel raggiungimento dei loro obiettivi: la creazione di una app dedicata al calcio pugliese, l’implementazione dei profili social in uso con canale youtube, instagram, twitter con creazione di contenuti video.

Bisognerà anche cominciare a far contare finalmente il nostro movimento calcistico pugliese. Chiederò, senza alcun timore, senza compromessi, per le ragioni sacrosante che le società di eccellenza hanno, la seconda promozione diretta in serie D. Sono convinto che solo in questo modo si possano mantenere per il futuro i due gironi di eccellenza. Tisci ha fallito sia in estate con il Corato sia ad Ottobre, quando è ritornato dal direttivo LND a mani vuote.

Procedere a 48 ripescaggi nell’anno delle elezioni (numero più alto d’Italia) in barba al merito sportivo, è un segnale di debolezza da parte dell’attuale direttivo.

Il calcio si alimenta con i nuovi talenti. Occorre una riqualificazione delle scuole calcio ed una riforma dei corsi per il rilascio delle abilitazioni agli allenatori. Mi farò promotore di una modifica delle norme federali per l’introduzione del diritto di voto nelle assemblee elettive per le centinaia di società di puro settore giovanile, che purtroppo oggi contano poco in termini elettorali e ancor meno negli organi decisionali.

Tante, tantissime energie occorreranno per rimettere in moto il calcio a 5 ed il calcio femminile, purtroppo trascurati dall’attuale assetto organizzativo.

Da oggi è attiva anche la pagina ufficiale Facebook “Nuova FederAzione FIGC LND Puglia per Giulio Destratis Presidente” dove si potrà leggere nel dettaglio il documento programmatico.

I presidenti ed i dirigenti stavolta potranno scegliere di dare una designazione e un voto con consapevolezza e con libera scelta tra più candidati. Io e il mio team siamo pronti a ripartire: il calcio pugliese avrà una nuova e bella stagione!

 

 

Avv. Giulio Destratis

Commenti

Corim Città di Taranto, vittoria con nove reti nel recupero con la Sangiovannese
"La spesa sospesa", bella iniziativa della PROTEZIONE CIVILE di Carosino ERA - N.I.T.A. Ciro Campagna