Taranto F.c. News

Pollidori: "È la partita più bella di tutta la stagione"

a cura di Massimiliano Fina

26.01.2019 14:40

In vista del big match Taranto-Cerignola è intervenuto ai nostri microfoni per gli ospiti, il match winner di domenica scorsa Massimo Pollidori. Di seguito le sue dichiarazioni.

Fai gol soltanto decisivi: con il Gragnano al Monterisi, poi domenica scorsa ti sei ripetuto contro il Bitonto. Ci dai un peso specifico della rete realizzata in una gara complicata?

“Una gara complicata contro un ottimo Bitonto, una squadra davvero ostica da affrontare. Siamo stati bravi a crederci, il peso di queste reti lo vedremo a fine anno, in base a dove arriveremo. Sicuramente sono state un buon contributo per la squadra e a parte la gioia del gol, l’importante era raggiungere i tre punti. Noi, il Picerno e il Taranto stiamo andando davvero forte, l’importante è restare agganciato lì davanti”.

Domani fuori casa allo Iacovone contro il Taranto: un Cerignola reduce da quattro successi consecutivi. Che Audace vedremo e come si affrontano gare di questo tipo?

“Si vedrà il solito Cerignola, che lotta su tutti i palloni, che cerca di fare il proprio gioco. Affrontando il Taranto sarà una partita bellissima, dove si sfidano due delle migliori squadre sulla carta. Noi non ci tireremo indietro: è la partita più bella di tutta la stagione, metteremo l’anima in campo sperando che vada bene”.

È una partita fondamentale o addirittura decisiva per entrambe?

“Non la definirei decisiva, anche perché dopo questa ne mancano altre tredici. Non è che se vinci domenica e poi perdi le altre, non hai concluso niente. Ci vuole equilibrio e pazienza per arrivare all’obiettivo. Bisogna sbagliare il meno possibile: sarà una partita importante per tutte e due, ma non decisiva”.

Quanta fiducia vi hanno dato queste quattro vittorie consecutive?

“Sicuramente tanta, in precedenza in alcune gare non siamo riusciti a raccogliere il bottino pieno per episodi, sfortuna o decisioni arbitrali. Queste vittorie soprattutto le ultime raggiunte alla fine vuol dire che la squadra non molla mai e ci danno consapevolezza dei nostri mezzi. Vincere aiuta a vincere”.

Quale è il tuo stato di forma attuale?

“Mi sento bene come tutta la squadra. Abbiamo un ottimo preparatore, io soprattutto con la rete di domenica sono galvanizzato ancor di più. Domani sarà una partita che si carica da sola e anche i miei compagni saranno al top”.

Come sta andando la stagione a livello personale?

“Sto giocando un po’ di meno rispetto allo scorso anno, però sono consapevole che abbiamo un gruppo formato da giocatori esperti che hanno fatto ben altre categorie rispetto a me. Questo fa parte del gioco, io sono a disposizione del tecnico e della società, che in questi tre anni mi ha dato tanto”.

Chi temi maggiormente degli uomini di Panarelli?   

“Io ho giocato con Favetta e conosco le sue qualità, ma da quello che sto vedendo quest’anno D’Agostino. Quando tocca palla può far male, quindi bisogna tenerlo sotto controllo”.

Cosa potrà fare la differenza in una gara del genere?

“Sicuramente il fattore ambientale potrà spingere tanto il Taranto, perché ci saranno tante persone. Noi dobbiamo farci trovare pronti perché in palio c’è un obiettivo finale ed è troppo grosso. Ci stiamo lavorando troppo duramente per non arrivarci, quindi a livello mentale dobbiamo farci trovare pronti alla forza d’urto del Taranto”.

 

Commenti

Baux Mediterraneo, un 2019 di grandi ambizioni, il bilancio del ds Donadei
Futsal A2/F: Woman Grottaglie, Fornaro 'Mancano ancora tante partite'