Taranto F.c.

Panarelli: "Mi dispiace per la gente che si aspettava una vittoria"

a cura di Massimiliano Fina

16.09.2018 20:28

In seguito al match tra Taranto e Bitonto, valevole per la prima gara di campionato del Girone H di Serie D e terminato sul punteggio di 1-1, sono intervenuti in conferenza stampa i mister delle due compagini e il centrocampista del Taranto Stefano Manzo. Ecco le loro dichiarazioni.

Pizzulli : "Nel secondo tempo una squadra propositiva era la nostra, abbiamo avuto più di un'occasione e ci prendiamo questo punto. Ci siamo difesi bene e abbiamo provato a vincerla facendo il nostro gioco. Ho cambiato nella ripresa per avere più solidità e compattezza in mezzo al campo, l'occasione nel primo tempo ci ha dato fiducia nella ripresa. È stato bravo il Taranto a partire forte e ad aggredirci, nel secondo tempo piano piano siamo usciti fuori".

Manzo: "Secondo me è stata una partita dalle due facce, nel primo tempo abbiamo avuto una intensità alta e giocato molto la palla nella loro metà campo, però siamo calati nella ripresa. Loro hanno segnato sull'unica vera occasione su palla inattiva. Il campionato è lungo e insidioso, non abbiamo i 90 minuti nelle gambe e sicuramente è stato un calo fisico. Dobbiamo cercare di avere sempre il ritmo del primo tempo per tutto il campionato. Abbiamo dei princìpi e delle idee di gioco che si possono adattare ad ogni modulo, ma questa squadra ha una buona mentalità e noi ci teniamo a fare bene. Noi abbiamo dimostrato per tutta la partita di vincere, penso che la gente è delusa per il pareggio non per la prestazione".

Panarelli: "Oggi ho visto un netto calo fisico, abbiamo dato tanta intensità soprattutto nel primo tempo e infatti potevamo chiuderlo con un vantaggio più ampio, dobbiamo lavorare proprio su questo. Mi dispiace per la gente che si aspettava una vittoria. Potevamo gestire meglio il pallone nel momento delle difficoltà e lavoreremo anche per migliorare questo aspetto. Fino al gol loro non avevamo sofferto e con un rimpallo è arrivato il pareggio che ci ha condannato. Il risultato può essere negativo, ma devo guardare ogni aspetto, come l'intensità messa nella prima frazione di gioco. Ho tolto D'Agostino e non Favetta perché ha fatto una grande gara e soprattutto ha avuto più di una occasione per segnare. Capisco la delusione del pubblico e del risultato, ma noi dobbiamo andare avanti perché sappiamo che Taranto è molto esigente."

 

https://www.guidapsicologi.it/studio/drssa-daniela-anedda

Commenti

Taranto, è una falsa partenza. Il Bitonto pareggia allo Iacovone
Nuovi ingressi nel settore giovanile del Matera Calcio