Presentato il Campionato invernale di Vela D’Altura dell’Alto Ionio- Città di Taranto 2019

15.02.2019 00:40

E’ stato presentato in conferenza stampa il Campionato Invernale di Vela d’Altura dell’Alto Jonio – Città di Taranto 2019, organizzato dalla Sezione di Taranto della lega Navale Italiana, che prenderà il via domenica 17 febbraio 2019.
Dopo i saluti del presidente Federico Sion, e del rappresentante della FIV Fabio Pignatelli, il responsabile comunicazione Tommaso De Mola ha spiegato le caratteristiche del campionato che comprende 5 date da febbraio a fine aprile. Un campionato sempre più importante che conferma le capacità organizzative della Lega Navale di Taranto, che riesce a coinvolgere tanti armatori e appassionati della vela d’altura, creando anche turismo ed opportunità economiche per l’indotto del settore nautico.
De Mola ha spiegato lo svolgimento della gara e tutto ciò che concerne le 4 regate che si svolgeranno su percorsi differenti: lunghe intorno alle isole Cheradi e classiche a bastone.
Le date di queste regate sono: 17 febbraio, 3 e 24 marzo e 7 aprile. A partecipare 16 imbarcazioni. Il campionato Invernale 2019 è articolato su due categorie di imbarcazioni partecipanti secondo gli standard di stazza ORC Crociera Regata e ORC Crociera Regata senza spi. La prima regata sarà intitolata “Trofeo Massimo Centola”, padre di uno dei nostri giovani e promettenti velisti, venuto a mancare improvvisamente lo scorso anno, un uomo che aveva dato un grande e spontaneo contributo allo sviluppo della vela giovanile nella nostra Sezione della Lega Navale. Questo trofeo verrà assegnato ogni anno alla prima imbarcazione classificata nella singola regata per la categoria ORC Crociera Regata.
Per l’ultima regata, prevista per il 28 aprile, si annuncia un grande evento che coinciderà con la terza edizione della “Taranto Argonauti Race”, una regata che vede la partecipazione congiunta delle imbarcazioni del Campionato di Taranto e di quelle del Campionato organizzato dal Circolo della Vela di Porto degli Argonauti di Marina di Pisticci. Questa regata prevede la partenza da Taranto nello spazio di mare di fronte alla Rotonda del Lungomare e l’arrivo al Porto degli Argonauti e sarà sicuramente un grande spettacolo poter ammirare la partenza di quasi 40 yacht a vela nel nostro Mar Grande.
De Mola ha ringraziato gli sponsor che hanno creduto nell’iniziativa per l’importante apporto, fornendo anche collaborazione nell’attività di formazione. Infatti la Trivimeo Arredamenti, top sponsor del campionato, per celebrare il proprio anniversario di fondazione, organizzerà per gli armatori un corso di formazione sulla manutenzione del legno in ambito nautico.
Come da tradizione, è prevista la partecipazione attiva della Marina Militare, sia con una imbarcazione iscritta al Campionato, sia con il supporto logistico offerto dalla Sezione Velica della Marina Militare, alla quale va il sincero ringraziamento della Lega.
In rappresentanza del Comando Marittimo Sud era presente il Capo di Stato Maggiore, Capitano di Vascello Fabio Farina.
La direttrice della Sezione di Taranto, Rosangela Martongelli, facendo riferimento al protocollo di intesa firmato tra Lega Navale Italiana e Marina Militare, ha presentato un progetto nato con l’idea di dare un seguito al Trofeo del Mare 2018. Infatti il progetto “Impariamo veleggiando” coinvolge dai 4 ai 7 allievi delle ultime classi ed uno o più docenti tutor per ciascuno dei 7 istituti scolastici superiori coinvolti, allievi che seguiranno moduli didattici che affrontano in modo teorico e pratico varie materie: cultura nautica, meteorologia, navigazione, sicurezza in mare, biologia marina, archeologia del territorio costiero, team building. Gli Istituti che hanno aderito sono (in ordine alfabetico): Archimede, Battaglini, Cabrini, Ferraris, Pitagora, Righi, Vittorino da Feltre. Nello stesso tempo il progetto prevede il coinvolgimento degli armatori delle barche a vela d’altura che hanno partecipato al Trofeo del Mare per portare in mare gli studenti sia per fare pratica in banchina e in barca (ad esempio per fare pratica sui nodi, sulla sicurezza a bordo, sul carteggio, sull’utilizzo delle apparecchiature digitali di navigazione), sia per partecipare alle Veleggiate che verranno organizzate dalla Sezione di Taranto della Lega Navale Italiana. Partecipano in modo attivo oltre 12 imbarcazioni di vare dimensioni e stazza. Ogni studente realizzerà il proprio “libro di bordo” che sarà presentato alla fine del progetto.
Ogni studente riceverà un attestato di partecipazione utile ai fini dei crediti formativi.

Commenti

Taranto: Lanzolla sulla via del recupero, Di Bari in dubbio per Andria
Olimpia Francavilla: Ciracì, 'Qui mi trovo benissimo'