Basket Maschile

Serie D, Girone A: Massafra corsara a Foggia, prima vittoria in campionato

04.11.2019 11:52

CUS FOGGIA – TEKNICAL SPORT MASSAFRA 58-93
Parziali: 10-24, 26-52, 44-69

La TKS Calke Massafra si scrolla finalmente di dosso il peso dello 0 in classifica, e lo fa nella domenica di massima emergenza facendo uscire fuori una partita perfetta nella dedizione e nel gioco, facendo vedere in parte quello per cui questa squadra è stata costruita.

Nonostante il 4-0 iniziale dei padroni di casa, i biancorossi non si fanno travolgere dal solito inizio traumatico di partita, agguantando subito pareggio e vantaggio, scappando subito via: Gianfranco Sottile, nella sua prima partita da capitano della Teknical Sport, sforna quella che probabilmente è anche la sua miglior gara di sempre in biancorosso, dando già un grosso segnale di leadership nel primo quarto segnando la bellezza di 12 punti e grande accortezza difensiva. I primi 10 minuti della squadra di coach Polucci sono tutto quello che si cercava finora: padroni del campo, i biancorossi giocano concentrati, tranquilli e sicuri di quello che fanno, acquisendo man mano fiducia nel gioco, nei tiri e in una fluida circolazione di palla. Sul 7-8 viene piazzato un parzialone di 15-0 che porta subito la TKS Calke sul +16 (7-23), grande gioco di squadra finalizzato dai punti di Sottile e di Pentassuglia, chiudendo 10-24 al decimo.

Ripetiamo una parola che abbiamo già utilizzato: fiducia. Spesso determinante in una partita di pallacanestro, e sicuramente lo è stata in questa partita, dove un Massafra che nelle prime 4 partite aveva raccolto pochissimi spunti positivi, a Foggia, in FIDUCIA, sembra un’altra squadra. Ed ecco quindi che rientrati in campo è subito servito il +20 (10-30) con le triple di Sarli e, finalmente, di Paolo Ravioli, che si sblocca da dietro l’arco segnando i suoi primi punti di stagione. Quello di Arcangelo Sarli è l’inizio di un autentico show: dietro le quinte nei primi 10 minuti, esplode nel secondo quarto cominciando a martellare da 3 punti, ed a lui, come a tutti gli esterni della Teknical questa sera, grandi meriti per aver prodotto tantissimi punti in contropiede e aver subito pochissimo in difesa e nel gioco da fuori, fattori purtroppo andati totalmente in tilt nelle precedenti uscite. Foggia prova a farsi vedere negli specchietti con l’esperienza di Vigilante, ma sul +11 (24-35) la Teknical dà una nuova sterzata alla gara, quella decisiva: sorride finalmente il tiro da 3 punti, un abbacinante Sarli ne mette 4 solamente nel secondo quarto, e il finale è tutto targato Delle Noci che dopo aver messo la prima, segna da 3 anche sul suono della sirena dopo uno splendido finta, arresto e tiro: Foggia doppiato, 26-52.

I padroni di casa escono dallo spogliatoio rabbiosi per un primo tempo da incubo contro i “risorti” massafresi, provano a recuperare qualche punto grazie ad una maggiore aggressività che però sfocia anche in nervosismo incappando in qualche tecnico ed antisportivo di troppo. Ma questa è la serata destinata alla Teknical, e c’è poco da fare: Ravioli mette un’altra tripla, e in contropiede volano Andrea Semeraro e Daniele Pentassuglia, che cominciano a far girare una macchina essendone il carburante designato. 

Chiuso il terzo quarto avanti di 23 lunghezze (44-69), in apertura di ultima frazione Massafra riprende a incalzare nel risultato: difensivamente la prova è ottima, biancorossi sempre concentrati nelle scelte e nei tiri da concedere, e sotto canestro grande prova di sacrificio di Bulfaro e di capitan Sottile, che nel frattempo nell’ultima frazione mette terza e quarta tripla nel proprio score chiudendo una serata da ricordare. Buoni spunti anche dagli under, tutti a segno, compreso Giacomo Cetera che nel finale segna i suoi primi punti in maglia Teknical con un 2/2 dalla lunetta: finisce 58-93.

Che la trasferta a Foggia sia stata soddisfacente inutile ribadirlo ancora, ora si deve guardare avanti: ci vuole ancora altro per superare questo difficile “ambientamento” in Serie D per la Teknical, una partita come quella di ieri sera, perfetta mentalmente ma anche balisticamente, non deve distogliere la testa dal grosso lavoro che c’è da fare. La soddisfazione è aver dimostrato prima di tutto a sé stessi di avere tutte le carte in regola per giocare a basket in una certa maniera, ma soprattutto far vedere a coach Andrea Polucci quello che desiderava più di ogni altra cosa: “avere un’anima”. Ora l’imperativo è iniziare a macinare: domenica prossima nuovo test molto importante col Santeramo.

FOGGIA: Manfredi 6, Matella, Ianzano 4, Padalino 6, Pedarra, Vigilante 11, Vuovolo 2, Carrillo 6, Dell’Aquila 16, Olivieri 7. All. Basile.

MASSAFRA: Addabbo 7, Bulfaro, Cetera 2, Conforti 6, Delle Noci 6, Pentassuglia 19, Ravioli 6, Sarli 19, Semeraro 10, Sottile 18. All. Polucci.

Commenti

Domani 5 Novembre al Castello Aragonese presentazione del calendario "Uniti per lo sport"
ASD Life Bar 2018, netta vittoria per 7-0 contro il Real Forense. Doppiette per Montervino, Giudetti e Lecce