Basket Maschile

Basket – C Silver, solo Taranto può sorridere

Lontano dalle mura amiche sconfitte per Martina Franca e Castellaneta, Taranto suda e passa a Santeramo.

13.11.2017 12:27
 
a cura di Manuel Costella
 
Foto Aurelio Castellaneta
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Pur sudando le proverbiali sette camicie, Taranto esce dal momento no e ritrova i due punti sul campo della cenerentola Santeramo. I rossoblu arrivano al match ritrovando De Angelis ma orfani di De Pasquale e Pellot. Inizialmente prevale l’equilibrio: Stano e Williams a segno per i locali, pronta la risposta di Romano e compagni (10-9), il finale riserva un nuovo punto a punto fino al 19-16. I murgiani premono sull’acceleratore e trovano il +9, Veccari e soprattutto Fernandez, che segna con tripla e schiacciata (28-21). In un amen è -4, Perrone fa respirare i suoi alla pausa lunga (32-28). Nella ripresa il Cus mantiene il fiato sul collo, ma i tentativi della squadra di coach Calore vengono ricacciati indietro puntualmente: De Angelis ha la mano rovente dalla lunga distanza, Williams non è da meno. 50-44 prima degli ultimi 10’. Sale in cattedra ancora Fernandez: 5 punti e tripla che vale il sorpasso. È una sfida personale con Williams, che prosegue fino al 54 pari. Nel momento clou Taranto piazza l’allungo: 12-0 condito dai punti dello spagnolo, di Romano e il gioco da tre punti di Veccari. I minuti finali servono a mettere in cassaforte il successo, che giunge sul 64-71. Adesso l’obiettivo è tornare a sorridere al PalaFiom, settimana prossima affrontando Monopoli.
I migliori: Williams 25+25Rb, Stano 15 (Santeramo); Veccari 13+11Rb, De Angelis 14, Romano 15, Fernandez 27+17Rb (Taranto)
 
Molto generosa la prova di Martina Franca, superata da un Mola con più fame di vittoria.
I padroni di casa provano la fuga da subito con i canestri dei lunghi. Gli arancioblu, tra le cui fila esordisce il centro lituano rispondono per le rime e segnano con tutti gli effettivi per il 6-13. Il vantaggio si alterna spesso, ritmi alti e partita divertente, con i primi 10’ chiusi in avanti da Mola sul 21-20. L’equilibrio persiste, 28-26 al 15’, prima del break barese di 11-4 che vale il vantaggio in doppia cifra. Martina non risale, ed all’intervallo è 43-34.
Nel secondo tempo a Mola bastano 5’ per scatenare il miglior attacco del campionato: due triple di Manchisi, Sherman da sotto, altre tre bombe per il +20 (67-47). Passivo pesante da digerire per i ragazzi di Terruli, che provano ad ammorbidire il passivo, ma vale ben poco (76-55). L’ultima frazione vede Mola gestire con tranquillità, segnando ancora dall’arco e dalla media arrivando fino al +26 (88-62 al 36’). La Valle D’Itria pensa solo a rendere meno amaro il parziale. Ostilità concluse sul 98-77. A Martina serve necessariamente una scossa, il prima possibile. Testa al derby con Ostuni di domenica 19.
I migliori: Maietta 16, Didonna 19, Endzels 23, Sherman 24 (Mola); Presutti 13, Braa 21, Mikalauskas 25 (Martina)
 

Si ferma a cinque la striscia di vittorie del Castellaneta. Al PalaGentile l'Ostuni canta vittoria sul 84-74. La gara comincia nel segno di Masciulli da una parte (6-2), Sakalas dall'altra (13-12). L'impeto biancorosso produce il +10 con Gaudiano e Buono (16-26), i locali con il break di 8-0 recuperano terreno. Nel secondo quarto le squadre rimangono a contatto fino alla tripla di Baraschi: da quel momento un parziale pesante per i padroni di casa (13-0) che dura fino all'intervallo, dove mettono la firma anche Schiano e Kasongo. Nella ripresa arriva la preventivata reazione tarantina, che frutta il -5 (50-45) grazie a Resta e Fontaine. Ma i gialloblù con quattro bombe in fila (tre di Laquintana) fissano il +14 (62-46) al 28'. C'è spazio anche per il piazzato di Tanzarella, che fa da preludio agli ultimi 10'. Bagordi da tre risponde a Resta, Buono muove la retina per i canestri della speranza (73-65). Sakalas dall'arco per il -6 (78-72) sarà l'ultimo ad arrendersi prima della sirena finale. Ma il pensiero è già all'attesissima sfida con Ceglie. Un consiglio? Fate un salto al PalaTifo...  I migliori: Masciulli 10, Tanzarella 10, Schiano 11, Baraschi 14, Kasongo 15, Laquintana 18 (Ostuni); Fontaine 10, Buono 11, Gaudiano 13, Resta 16, Sakalas 21 (Castellaneta).


In testa ancora Corato, troppo forte per Francavilla (72-55). Ruvo crolla a Vieste sul 74-72, mentre ritrova il successo Manfredonia, che si impone sul Monteroni per 87 a 60. Battuta d'arresto anche per Altamura in quel di Monopoli (76-67), Ceglie risale vincendo su Lecce (87-76).
 
CLASSIFICA
 
Basket Corato – 16
Action Now! Monopoli – 14
Libertas Altamura – 12
Basket Francavilla – 12
Valentino Basket Castellaneta – 12
Nuova Pallacanestro Ceglie – 12
Talos Ruvo – 10
Cestistica Ostuni – 10
Sunshine Vieste – 8
New Basket Mola - 8
CUS Jonico Bk Taranto – 8
Pall. Lupa Lecce – 8
Angel Manfredonia – 6
Valle D’Itria Martina Franca – 4
Nuova Pall. Monteroni – 4
Murgia Bk Santeramo – 0
 
PROSSIMO TURNO – 10° GIORNATA (19/11/2017)
 
Taranto – Monopoli
Francavilla – Mola
Martina – Ostuni
Monteroni – Santeramo
Castellaneta – Ceglie
Lecce – Manfredonia
Ruvo – Corato
Altamura - Vieste

Commenti

Serie D gir.H: I risultati della 12ª giornata e la nuova classifica. Taranto, sesta vittoria e quinta forza del torneo
Corim Città di Taranto, occasione sprecata contro l'Afragirl