Taranto F.c.

Sorrento: Il ds Amodio, 'Il Taranto? Continuiamo a restare umili'

Il dirigente rossonero: 'Gli ionici sono fortissimi; i nostri segreti l'umiltà e il gruppo'

28.01.2020 16:48

DI ALESSIO PETRALLA

Ha costuito una gran squadra con un budget, assolutamente, non da primi posti, il preparato e giovanissimo ds del Sorrento, prossimo avversario del Taranto, Antonio Amodio che al programma "Chi segna vince", andato in onda martedì su Jo Tv, ha presentato nel dettaglio il prossimo affascinante match: "Ad inizio campionato non ci aspettavamo questa posizione in classifica ma vedendo i risultati gara dopo gara direi che siamo secondi meritatamente. Stiamo andando alla grande e ci sta andando tutto bene. Penso che la prima cosa nella vita e nel calcio sia l'umiltà: giochiamo sempre con questa caratteristica rispettando l'avversario. Prepariamo ogni match nei minimi dettagli con un tecnico, Maiuri, che è il migliore della categoria. La società è sana e ci fa lavorare benissimo, con le giuste pressioni per fare calcio. Poi, ci vuole anche un pizzico di fortuna...".

LA SETTIMANA: "I ragazzi si stanno allenando tutti anche se qualcuno lo fa a parte. La settimana scorsa molti furono vittima di influenza. A Fasano è stata la vittoria del gruppo. Nella rosa rossonera ci sono tutti calciatori importanti e validi. Il gruppo è la nostra forza".

IL TARANTO: "Per me è tra le squadre più forti del campionato nonostante qualche problema e il meno dodici dalla vetta. Dispongono di atleti come Genchi, Goretta e Van Rensbeck che l'anno scorso avevamo preso noi ma non se ne fece più nulla per questioni burocratiche. Poi ci sono Matute e Manzo in mezzo al campo. Il tecnico Maiuri ha visto la scorsa gara degli ionici e ha confermato la loro foza. Formazione fortissima".

LA CORNICE: "Domenica mi aspetto un gran pubblico con l'entusiasmo che sta crescendo. Speriamo che sia una bella giornata visto che non disponiamo di una tribuna coperta".

LA GARA: "La giocheremo a viso aperto: il pareggio non servirebbe a nessuna delle due squadre. Vogliamo restare aggrappati al primo posto che resta un sogno. Non temiamo nessuno".

VERTIGINI: "Abbiamo, praticamente, raggiunto l'obiettivo primario che era la salvezza. Potremo giocare tranquilli e sereni. Tutti vogliamo fare bene e più punti possibili. Abbiamo qualche atleta abituato a stare in alte posizioni. Sicuramente ci sarà qualche pressione in più ma per quanto riguarda il primato nel calcio mai dire mai. Non abbiamo nulla da perdere e ci saranno tanti scontri diretti".

VITTORIE PRESTIGIOSE: "Vincere a Taranto e Foggia senza subire gol è stato importante perchè la squadra ha preso ulteriore fiducia. Anche a Fasano abbiamo avuto i complimenti ma dobbiamo restare umili e guardare gara dopo gara".

Si ringraziano:

Commenti

Santa Rita: Caduta in terra barese per i tarantini
Taranto: Risolto il contratto dell'ex tecnico Nicola Ragno