Settori Giovanili

Diavoli Biancorossi: Primi Calci, Rizzi 'Ai bambini fondamentale insegnare regole e rispetto'

Il tecnico: 'Sento tanto parlare di progetto giovani ma realmente sono pochi a crederci'

21.11.2020 18:34

Mancano ormai una decina di giorni alla ripresa degli allenamenti, in modo piuttosto normale, e in casa Diavoli Biancorossi Castellaneta, la voglia è tanta. Sarà bello rivedere in campo, oltre all'agonistica, anche i Primi Calci del tecnico Carmelo Rizzi che analizza il periodo di fermo: "In questo mese ho vissuto un'esperienza delicata perchè stare lontano dai bambini e dallo sport è, davvero, dura. Nel frattempo, non ho perso i contatti con i miei piccoli giocatori e con le loro famiglie questo grazie, anche, ai social che mi hanno agevolato".

LA RIPRESA: "Con i bambini bisognerà riprendere in totale allegria e serenità: li accoglieremo con grandissimo entusiasmo facendoli divertire giocando a calcio".

LE BASI: "Le prime cose che vanno insegnate a dei bimbi di quest'età sono le regole e il rispetto sia nella vita che nello sport. Sono basi fondamentali".

LA SOCIETA': "Sono felicissimo della scelta fatta: con il Direttore Tecnico Walter Lippolis mi trovo benissimo. Mi ha dato carta bianca. Con tutto lo staff tecnico si è creato un buonissimo rapporto così come con la dirigenza che è encomiabile. Ci tengono tantissimo ad ogni particolare. Inoltre, colgo l'occasione per fare un elogio a Rocco Todaro".

GLI OBIETTIVI: "L'augurio è quello di ripartire in serenità e di vedere migliorare sempre più i nostri bambini soprattutto da un punto di vista sociale e di aggregazione in questo mondo del calcio che negli ultimi anni si è sporcato: amo allenare senza seguire il sistema: andando controcorrente ho modo di guardare tutti in faccia".

MESSAGGIO: "Spero che questa sosta forzata ci abbia fatto riflettere. E' giunto il momento di fermarsi e fare un passo indietro ripartendo dando spazio ai giovani sia in campo che sulle panchine. Il calcio dilettantistico ha bisogno d'entusiasmo e di allegria parlando, negli spogliatoi, la lingua del proprio paese. Sento parlare sempre di progetto giovani ma in pochi sono quelli che ci mettono la faccia e ci scommettono realmente".

UFFICIO STAMPA DIAVOLI BIANCOROSSI - ALESSIO PETRALLA

Si ringraziano:

Commenti

Covid: Speranza, “Da gennaio campagna vaccinale senza precedenti”
Dao torna e segna, poi ci pensa super Bottiglione: la New Taranto torna a vincere