Taranto F.c.

Punto D/H: Montella, 'Giove? Se il progetto non è condiviso perchè restare?'

L'ex dg ionico a TST: 'La squadra con il mercato invernale si è indebolita. Spero nella valorizzazione dei giovani'

26.02.2020 17:16

DI ALESSIO PETRALLA

A commentare l'andamento del campionato di serie D/H e il momento del Taranto, a Tutto Sport Taranto, è l'ex Direttore Generale rossoblù Gino Montella: "Stanno venendo fuori i veri valori delle squadre con il Bitonto che è la squadra da battere; non mi aspettavo il Foggia al secondo posto visto che si tratta di una rosa costruita all'ultimo momento. Le delusioni sono Casarano e Taranto che ad inizio stagione erano accreditate: dispiace vedere gli ionici fuori dai play off. Il Sorrento è la classica sorpresa dell'anno. Alla fine per il primato sarà lotta a quattro tra Bitonto, Foggia, Cerignola e Sorrento con la compagine gialloblù che è un vero e proprio rullo compressore".

ZONA BASSA: "Le squadre campane, fatta eccezione per il Sorrento, hanno reso meno delle aspettative. E' triste vedere due squadre importanti come Nocerina e Fidelis Andria in bassa classifica. Mi aspettavo di più dall'Agropoli che al 90% è retrocesso. Fino alla posizione occupata dalla Gelbison sarà una grande lotta".

IL TARANTO: "Per cercare di vincere un campionato servono tutte le componenti giuste: la società, la tifoseria e la stampa. Dispiace per come stiano andando le cose perchè sono stati fatti degli investimenti importanti con la situazione attuale che rispecchia l'andamento del campionato Di certo le responsabilità non sono ne dei tifosi e ne della stampa ma nostre che siamo gli attori. Quello che dico a Giove è che se non ci sono unità d'intenti e se il progetto non è ben visto dalla piazza perchè proseguire? Comunque gli va detto grazie visto l'allestimento della rosa. Spero che possa avvicinarsi una cordata forte. Le ultime parone del Presidente? Non le commento perchè ognuno è padrone delle proprie azioni".

CHIAREZZA: "Ci tengo a precisare che con la tifoseria del Taranto continuo ad avere un bellissimo rapporto tanto che giorni fa che è stato il mio compleanno, dalla città dei Due Mari, ho ricevuto cinquecento auguri. Sicuramente, certi gesti non fanno bene al calcio: bisogna darsi una regolata per rispetto verso le persone. Il fantoccio nei miei confronti sarà stato un gesto di una cerchia ristrettissima di persone anche perchè se qualcosa non fosse andato nel progetto io mi sarei fatto da parte. Ho sempre cercato di mantenere i miei impegni mantenendo, tutt'ora, ottimi rapporti con le istituzioni ioniche. Inoltre, non ho mai messo bocca sulla parte tecnica. Non capisco perchè alcune figure hanno messo lo zampino all'interno del Taranto calcio. Non voglio creare polemiche: il calcio toglie tempo anche alla famiglia e bisogna capire quando ci si deve far da parte".

IL MERCATO: "Visto dall'esterno il mercato invernale del Taranto ha indebolito la squadra. Comunque, è giusto valorizzare i giovani: non parlo, ad esempio, di Cuccurullo che è in prestito ma di quelli del settore giovanile che sta facendo benissimo. Bisogna valutare tra questi ragazzi se ci sono i presupposti per farli esordire in serie D".

GLADIATOR-TARANTO: "Sono affezionato e legato al Taranto e per me dovrebbe sempre vincere. E' una gara difficile in cui, comunque, anche un pareggio può accontentare tutti".

Si ringraziao:

 

Commenti

APS Taras 706 a.C.: 'll Presidente Giove ha diffamato l'associazione'
Sorrento: Figliolia, 'Cerignola la più forte, Taranto e Casarano discontinue'