Promozione Pugliese

Promozione: benissimo Martina e Ginosa, il Talsano strappa un punto, tonfo del Lizzano

cura di Fabrizio Izzo

18.09.2018 10:19

Immagine ZaccagniIl Martina stende gli avversari dello SportingDonia per 3 a 1 nell’esordio al Tursi, prova senza sbavature per i biancoazzurri tarantini che regolano i foggiani con autorevolezza. Primo tempo di marca martinese con i dauni che si sono resi pericolosi in un paio di occasioni. A 8 minuti dalla fine del primo tempo Amodio sblocca il risultato a favore del Martina, il fantasista dei padronidi casa, dall’interno dell’area di rigore, calcia al volo un cross proveniente dalla sinistra battendo il portiere foggiano. Nella ripresa parte di slancio lo Sporting che sfiora il pari in un paio di occasioni per poi trovarlo al 58° con Sylla servito da D’Introno. La reazione martinese è immediata e risolutiva, al 63° Amodio tira violentemente in porta e batte l’estremo difensore del Donia apparso impreparato. Gli ospiti reagiscono ma senza concretezza così il Martina al 72°, con un po’ di fortuna, trova la terza segnatura grazie ad un autogoal di Sylla. Viaggia spedito il Martina che conquista la seconda vittoria consecutiva nelle prime due giornate di campionato, un segnale importante ad un girone equilibrato ma che sembra alla portata dei martinesi.

Pronto riscatto delGinosa che si impone sul campo dell’Audace Barletta per 3 a 1. Dopo la sconfitta interna di domenica scorsa i ragazzi di mister Pettinicchio si riprendono i tre punti con una prova molto convincente che ha messo in mostra un Musa, autore di una tripletta, davvero irresistibile. Il Barletta, dal canto suo, ha provveduto a complicarsi la vita con ben tre espulsioni. Ginosa convinto e deciso a fare risultato e in grado di imporsi nel gioco sul campo avverso, vantaggio ospite al 38°pt con Musa bravo a trasformare una punizione dal limite, calcio franco decretato per un fallo da ultimo uomo commesso da Cormio sullo stesso Musa e costatogli l’espulsione. Nella ripresa, nonostante in dieci, l’Audace trova il pari al 9°st sugli sviluppi di un corner con Rizzi R.. Pronta la reazione del Ginosa che ritrova il vantaggio 4 minuti dopo, Musa scatta sul filo del fuorigioco salta il portiere in uscita e deposita in rete.Passano appena 5 minuti e al 18°st ancora Musa triplica di testa su cross di Egitto. L’Audace ridotto in 8 uomini non ha avuto le forze per rimettersi in careggiata e il Ginosa ha controllato la gara fino alla fine. Cancellata la sconfitta d’esordio con una convincente vittoria esterna che inietta fiducia alla squadra e ad un ambiente sembrato leggermente dubbioso.

IlTalsano ospite del neo promosso Taurisano, con una gara accorta, torna a casa con un punto in tasca. I leccesi hanno esercitato una maggiore pressione mostrando una supremazia territoriale evidente ma non sono riusciti a scalfire il bunker biancoverde. Il Talsano è sceso in campo convinto di portarsi a casa almeno un punto e ci è riuscito, i ragazzi di mister Frascella hanno seguito alla lettera le direttive tattiche impartitegli e si sono difesi con ordine, esperienza e qualche affanno. Partita non brillante bloccata tatticamente e priva di quegli spunti necessari a scaldare le mani del pubblico. Il Talsano prende un punto su un campo difficile al cospetto di una squadra ben organizzata e attrezzata per fare un campionato di vertice. Secondo pareggio consecutivo per i biancoverdi, due punti in classifica e piccoli passi per un obiettivo salvezza alla portata.

Chi di spada ferisce di spada perisce. Il Lizzano domenica scorsa, ad Ostuni, ha vinto con un goal sul filo del rasoio e contro l’Aradeo, in casa (sul neutro di Maruggio), perde allo stesso modo con un goal allo scadere. Sono risultati fatali gli errori difensivi che hanno spianato la strada ad un Aradeo esperto e cinico. Primo tempo ad appannaggio del Lizzano che colpisce una traversa e sfiora la rete in un paio di occasioni ma a passare in vantaggiosono gli ospiti con un calcio di rigore trasformato da Castrignanò al 45° del primo tempo. In apertura di ripresa, settimo minuto, altra leggerezza difensiva e raddoppio ospite con un colpo di testa di Malorgio. Reazione veemente del Lizzano che accorcia le distanze su calcio di rigore con De Comite al 24°st e trova il pari, in mischia, con Pappone al 32°st. Quando tutto sembrava risolto e la partita incanalata su di un pari legittimo, al 42°st, altra disattenzione difensiva dei padroni di casa punita dal leccese Petrachi che segna il 3 a 2 e porta i tre punti in Salento. Sconfitta immeritata del Lizzano che ha praticamente regalato la vittoria agli avversari apparsi non brillanti ma molto concreti. Il Lizzano in queste due giornate ha alternato risultato e prestazione coerente con le passate stagioni, peccato che questo atteggiamento purtroppo porta perdita di terreno.

 

https://www.guidapsicologi.it/studio/drssa-daniela-anedda

Commenti

Alto Salento: seconda giornata e secondo pareggio
Nuovi ingressi nel settore giovanile del Matera Calcio