Settori Giovanili

Ragazzi Sprint Crispiano ai nastri di partenza per la nuova stagione. Ma...

Comunicato stampa Ragazzi Sprint Crispiano

01.08.2020 16:45

I primi giorni di Agosto sono sempre per la nostra Società giorni durissimi, se con entusiasmo e determinazione abbiamo da tempo pianificato la Stagione Sportiva per quanto concerne la Scuola Calcio e il Settore Giovanile, parliamo di 5 categorie, un discorso differente merita la questione Prima Squadra.
Da anni ormai rappresentiamo il nostro Paese nel campionato regionale di Prima Categoria e a dispetto di realtà economicamente molto più forti, ogni stagione si è conclusa con un vero e proprio miracolo. Quest’anno complice la pandemia ci siamo trovati davanti ad una decisione difficilissima, iscrivere o meno i nostri ragazzi al campionato, ragazzi che sono cresciuti con noi, per la maggior parte concittadini. Le difficoltà economiche in cui inevitabilmente versano gli imprenditori locali che da sempre ci hanno sostenuto, hanno condizionato necessariamente la nostra decisione, basando infatti la nostra forza economica su quelle attività e quegli sportivi che sitematicamente decidono di aiutarci erogando degli importi differenti a seconda della propria capacità economica, ma malgrado tutto, possiamo affermare ufficialmente che ci candidiamo ad essere ai nastri di partenza, per l’anno sportivo 2020/2021 (sempre che le spese si rivelino sostenibili).
Un capitolo a parte di questa lunga storia merita la struttura sportiva ed il rapporto con le Istituzioni che si sono susseguite durante il corso del tempo, il campo sportivo comunale è un disastro a tutti gli effetti, restiamo uno dei pochissimi Paesi della zona a non avere il manto verde (mistero sul progetto di realizzazione del nuovo stadio…) ma solo pietre e polvere; a questo si aggiungono interventi manutentivi ordinari e non straordinari, quasi pari a 0.
Abbiamo gestito la struttura al meglio, abbiamo disinfettato, pulito, pittato ed eseguito interventi di facile manutenzione con spirito collaborativo ed abnegazione; abbiamo atteso mesi e mesi per un boiler e per la porta di ingresso destinata agli atleti e dirigenti, per i famosi tempi della burocrazia; ci siamo allenati al buio perché sono anni che non sono sostituite le lampade e si prova con tentativi inutili ad orientare meglio i fari come se potesse bastare, tutto questo a che pro? 
Felicissimi per le ultime notizie che riguardano gli Amici del Circolo Tennis e della Squadra di pallavolo locale, ma la domanda sorge spontanea, quando tocca a noi?
Oltre 40 anni di storia, più di trecento atleti, Scuola Calcio d’Elite, partecipazione a tornei internazionali…caro Sindaco, caro Delegato allo Sport, caro Assessore alla Manutenzione, diteci quando tocca a noi!!!
In questi anni la nostra Società ha scelto la via della collaborazione, del dialogo, ora rivendichiamo la necessità di avere delle risposte alle richieste di intervento sempre uguali che sono state più e più volte protocollate. Un intervento di sostanza e non di forma non è più procrastinabile, abbiamo portato due categorie a giocare in un altro comune, ogni anno sosteniamo il costo di una struttura privata, dove di comune accordo abbiamo differito più del 90% degli allenamenti per non pesare sulle casse comunali; è tempo di risposte!!!
Con attenzione e senso di responsabilità pertanto, valuteremo se è il caso o meno di regalarci ancora una volta quelle emozioni che solo la domenica calcistica sa offrirci e ringraziamo chi fin da subito intenderà darci una mano, in base alla propria disponibilità, perché è doveroso ricordare a tutti che siamo un’Associazione e che dobbiamo sempre e solo ringraziare chi si prodiga per la stessa.

Commenti

Avetrana, tavola rotonda su “Agromafie e difficoltà di accesso al credito per le imprese del settore agroalimentare”
Rainbow Volley Crispiano, si torna a schiacciare. La serie C è salva