Settori Giovanili

La Real Virtus Grottaglie è ufficialmente Academy del Torino Football Club

L'accordo triennale è stato sancito venerdì sera nella splendida struttura "Eredità" a Villa Castelli. Il presidente Isa Galeone: "Momento importante"

22.06.2019 16:18

La Real Virtus Grottaglie si tinge di granata. La società gialloblu, tra le scuole calcio più importanti della Puglia, è da venerdì 21 giugno ufficialmente affiliata al Torino Football Club.

L'accordo, di durata triennale, è stato siglato nella splendida struttura "Eredità" a Villa Castelli alla presenza del direttore responsabile del Torino Fc Academy Teodoro Coppola, del docente granata Umberto Esposito e dell'intero staff dirigenziale della Real Virtus.

La conferenza stampa che ha ufficializzato la partnership è giunta al termine di un'intensa cinque giorni di sessione tecnica tenutasi nell'adiacente centro sportivo dal 17 al 21 giugno, diretta da Esposito in collaborazione con il direttore tecnico Ottavio Annicchiarico, Marisa L'Angellotti e tutti i tecnici del sodalizio gialloblu.

"Abbiamo ufficializzato questo connubio virtualmente in atto da diversi mesi - commenta il presidente della Real Virtus Isa Galeone - e che rappresenta un momento importante. A settembre con il Torino F.c. faremo un open day aperto non soltanto ai nostri tesserati per preparare insieme un futuro pieno di soddisfazioni e sorrisi. La sessione tecnica? Esperienza che si ripeterà con tempistiche diverse, stiamo pensando di farla durare ancora di più, visto il grande successo riscontrato". 

"Sono veramente emozionato - rivela il direttore Coppola - perchè quello che è riuscita a fare la Real Virtus in un palcoscenico importante per sancire questa collaborazione non è cosa che vediamo tutti i giorni. Dopo cinque mesi di conoscenza reciproca, hanno dimostrato di avere tutti i requisiti per far parte della famiglia del Torino, e noi siamo orgogliosi di questa affiliazione".

 

 

Commenti

Ippodromo Paolo VI, lunedì 24 giugno primo convegno estivo
Nove conferme per la New Taranto Calcio a 5: si riparte ancora da Dao