Calcio a 5 Femminile

L’Atletic Club Taranto vola: vince tre a zero ad Altamura ed ora è primo

05.12.2017 17:13

L’Atletic Club Taranto aggancia la vetta. Ora è primo, a quota 21 punti, insieme al Manfredonia, con cui domenica prossima in casa si giocherà il posto da capolista in solitaria. Le ioniche mettono al sicuro il risultato, in trasferta contro l’Altamura, già nel primo tempo. Il gol di Elisabetta Lazzaro nasce dalla retroguardia, da un fraseggio tra Daniela Laneve e Valentina Galiano: la palla in profondità va a Lazzaro che la angola e la piazza sul primo palo. La seconda rete, mirata, all’incrocio destro della porta, su passaggio di Mary Depane, è di Valentina Guarini, sempre più fulcro di questa squadra di indomabili, mai paghe di vittorie. La partita prosegue agevolmente, senza scossoni per il portiere rossoblu Della Corte, che interviene una sola volta in modo risolutivo, con un tiro deviato sul palo. Nella ripresa è sempre Guarini a liberarsi delle avversarie e chiudere i giochi, firmando un’altra personale doppietta.  Finisce tre a zero per l’Atletic, che conduce una partita da squadra esperta, solida, compatta, concentrata. Un solo neo: l’ammonizione di Daniela Laneve, che la costringerà a saltare la sfida con il Manfredonia.

 LE DICHIARAZIONI DI MISTER STEFANO LATARTARA

“Altri tre punti importanti in vista soprattutto della sfida di domenica. Non credevamo che il Sava potesse vincere con un così largo vantaggio (5-1, ndr) con il Manfredonia, quindi domenica giocheremo ad armi pari, essendo a pari punti. È la dimostrazione di come questo sia un campionato aperto e competitivo. Per quanto riguarda la nostra partita, avevo chiesto alle ragazze di non sottovalutare il match e mi hanno ascoltato. Dall’Altamura ci aspettavamo qualcosa in più, anche alla luce dello scontro vinto in Coppa Italia, quando furono decisamente più insidiose. Invece avremmo potuto concludere anche con qualche rete in più. Avevano un buon portiere che ha rimediato ai loro errori”. La prossima partita vedrà le rossoblu

                                                                                        

orfane di Daniela Laneve, squalificata. “Una perdita che dispiace. Ci teneva a giocare ed era amareggiata a fine partita. Lei è abituata alle grandi sfide e quella di domenica prossima lo sarà. Era in diffida da quattro partite e prima o dopo doveva accadere ma speravamo non proprio per la gara contro il Manfredonia. Laneve è  una pedina importante di cui fare a meno ma sono convinto che chi prenderà il suo posto non farà rimpiangere la sua mancanza. Le baresi sono atlete forti mentalmente e fisicamente. Domenica ci vorrà grande cuore, tecnica e grinta. Loro hanno giocatrici importanti e fisicamente dotate. È bello stare su, essere primi in classifica. Io dico sempre che i punti che si hanno sono sempre quelli che si meritano. Da ingordo però dico anche che dispiace per qualche passo falso fatto (in 9 partite 7 vittorie e soltanto due sconfitte, ndr). Intanto ci godiamo questo traguardo importante, in un campionato di livello. È una grande soddisfazione anche per la dirigenza, che merita questa gioia”. 

Commenti

Volley Club Grottaglie, montagne russe a Lucera
U.I.S.P. ed E.N.D.O.S. presentano il progetto “DONNE: CORPO E BENESSERE IN PUGLIA”