Taranto F.c.

Il Taranto di Ragno prende vita: "Non dobbiamo illudere i tifosi e puntare a vincere il campionato"

a cura di Massimiliano Fina

02.07.2019 20:48

Ci siamo, una nuova avventura ha inizio. Da oggi il Taranto di Nicola Ragno prende vita. Queste le sue dichiarazioni durante la presentazione: "Prima di venire qui ho letto la storia del Taranto, ho subito accettato questo progetto. Da ieri mi sono messo a disposizione del Taranto: questa è una grande piazza, bisogna non illudere i tifosi e dobbiamo vincere il campionato. Rimaniamo con i piedi per terra. L'organizzazione è alla base: vince chi sbaglia meno. L'augurio che mi faccio è lavorare all'unisono e nel leggere la storia dobbiamo guardare lo stemma che ci portiamo sul petto. Bisogna sudare e dare una soddisfazione ai tifosi".

MODULO - "Non ho un modulo prestabilito. Voglio sfruttare la qualità dei giocatori trovando un equilibrio tattico. Stiamo prendendo giocatori universali, che possono essere utilizzati in vari moduli. L'obiettivo è vincere: D'Agostino ci darà una grossa mano, ma pretendo che i giocatori facciano le due fasi. Gli under sono fondamentali e abbiamo individuato i profili giusti: tutti devono sposare il progetto Taranto. Ho studiato tanto e ho un grande staff dove comunichiamo giornalmente e ci confrontiamo per il bene di dove alleniamo. Il Potenza fa parte del passato, sono nel pieno della maturità e vorrei andare in C con questa piazza. Questa è un'avventura che ho accettato dal primo momento. L'obiettivo mio è vedere i 10mila ogni domenica in casa come col Cerignola. Caratteristica principale? Lavoreremo molto sotto l'aspetto tattico da migliorare volta per volta. Stresso durante la settimana, alla fine i risultati sono frutto della settimana. La mentalità deve essere andare in ogni campo e vincere. Sarà un campionato difficilissimo, ci sono sei-sette squadre che faranno molto bene. Statisticamente per vincere un campionato bisogna fare 80 gol, tutti i giocatori per me sono importanti. La nostra bravura sarà quella di conoscere al meglio e assimilare quanto prima gli automatismi tattici. Quando vado in una nuova società cerco giocatori che si adattano al mio modo di vedere. Con i giocatori bisogna essere leali e trasparenti, ma un messaggio che do a tutti: dobbiamo essere più di sostanza che del bel gioco".

ROSA A DISPOSIZIONE - "La rosa sarà di 26-27 persone, 13 over e 11 under. Sono molto fiducioso e ringrazio il presidente sperando di poter ricambiare questa fiducia. Questa è stata la chiamata giusta: è stata la prima persona che mi ha voluto. Ho ricevuto tanti messaggi di affetto dei tarantini e il mio obiettivo che voi siate felici".

Commenti

Taranto, Genchi si presenta: "Sono molto emozionato. Non vedo l’ora di ricominciare da dove abbiamo lasciato"
Giove: "Ragno è il profilo giusto per vincere"