Arti Marziali

Taekwondo Taranto post COVID-19: pionieri della rinascita sportiva a 360 gradi

Il maestro Domenico L'Erario non ha dubbi: “Siamo, prima di tutto, un centro educativo e  dobbiamo essere testimoni di una ripartenza in sicurezza”

10.09.2020 11:05

di CLAUDIA RIVIZZIGNO

L'A.S.D. TAEKWONDO TARANTO si distingue nel panorama tarantino da ben 15 anni con più succursali ed è dal suo presidente, il maestro e istruttore V Dan di Taekwondo, riconfermato coach ufficiale olimpico Domenico L'Erario, che arriva un segnale importante per l'industria sportiva del territorio.

Il Coronavirus non è ancora un ricordo così lontano ed è anzi un presente ora più che mai da affrontare: al pessimismo e alla chiusura sociale, il Taekwondo Taranto risponde con l'inaugurazione a Massafra di un complesso sportivo di oltre 1400 metri. La struttura ospiterà varie discipline sportive, sarà dotata di un bar, di un'ampia pineta per gli allenamenti all'aperto, di un grande parcheggio interno, giostre per i più piccoli e una sala con proiettore per continuare quel progetto di formazione a 360 gradi, già iniziato nel mondo del Taekwondo durante il periodo di lock down. Un'arte marziale che ha deciso di non piegarsi all'avanzare del Covid-19 e che ha continuato, in tutto il mondo, a tessere le sue ragnatele attraverso competizioni online e a mantenere un'interazione con i suoi praticanti grazie ad un sapiente uso dei social network.

Nel tarantino il maestro Domenico L'Erario era reduce da una stagione sportiva ricca di risultati che aveva visto protagonisti i suoi atleti con riconoscimenti nazionali e internazionali: il giovane Mario Capodiferro si era piazzato sul podio degli italiani Junior e Senior, per poi brillare all'Albania Open qualificandosi terzo. Era poi con Sara Enea che il Taekwondo Taranto aveva sognato in azzurro: già campionessa italiana parataekwondo, la massafrase aveva partecipato agli Europei svoltesi a Bari nell'Ottobre 2019, sfiorando il podio.

Per il maestro Domenico L'erario, che tutti sanno essere un portatore sano di positività, non è certo stato facile decidere di cessare l'attività sportiva il 6 Marzo, qualche giorno prima del decreto ufficiale, quando i contagi erano già alti e non c'erano le condizioni per continuare gli allenamenti in sicurezza. Tuttavia, il riconfermato tecnico ufficiale della nazionale del Ghana, non si è perso d'animo e durante il periodo di pausa i suoi quasi 300 atleti non si sono sentiti soli: hanno perfezionato la loro formazione attraverso training video e seminari online, continuando a sentirsi parte di una famiglia quale è oggi il Taekwondo Taranto. “Fondamentale incoraggiare le famiglie e i bambini e tenere impegnata la loro mente in un periodo così surreale com'è stato quello del lock down”, ribadisce il maestro Domenico. Un buon 60% tra genitori e atleti ha reagito bene e grandi entusiasmi si avvertono per la riapertura dell'anno sportivo che avverrà ufficialmente il 12 Settembre, con l'inaugurazione del polo sportivo massafrase.

Il DPCM del 7 Agosto ha chiarito, al fine di prevenire e ridurre il rischio di diffusione del virus Covid-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti, e tutti gli accompagnatori alcune disposizioni per riprendere le competizioni e gli allenamenti in sicurezza. Il Taekwondo Taranto si è dotato di termometri ad infrarossi, ha intensificato le attività di sanificazione antibatterica e ha previsto più turni di allenamento, così da rispettare la normativa che vuole 1 persona per ogni 4 metri.

Tutta la famiglia del Taekwondo Taranto vi aspetta per l'inaugurazione dell'anno sportivo nella nuova struttura a Massafra in via Trento 137, il 12 Settembre alle ore 18.00.

I buoni presupposti e i giusti entusiasmi ci sono affinchè lo sport riprenda in sicurezza e senza intoppi a lavorare accanto alla scuola, alla famiglia, con e per, grandi e bambini.

 

 

Commenti

Mercato: Fidelis Andria, un giovane difensore alla corte di Panarelli
Woman Grottaglie: Un graditissimo ritorno in casa biancoazzurra