Calcio estero

Buona la prima per la Russia. I padroni di casa ne fanno cinque all’Arabia Saudita

di Massimiliano Fina

14.06.2018 19:52

Mondiali di calcio  si sono aperti ufficialmente oggi pomeriggio con la partita inaugurale tra la Russia, paese ospitante e l’Arabia Saudita, entrambe nel Gruppo A. Il primo match di questa competizione si è giocato allo stadio Luzhniki di Mosca, dove il 15 luglio si disputerà la finale del torneo.

Nella cerimonia di apertura le performance di Robbie Williams e della soprano Aida Garifullina, mentre prima del calcio di inizio ci sono stati i discorsi di Vladimir Putin e Gianni Infantino, Presidente Fifa. Il presidente russo accolto dall’ovazione di tutto lo stadio, circa ottantamila persone, ha detto: “Sono felice di accogliervi nel leggendario stadio Luzhniki, benvenuti in Russia”. Partita storica perché in ambito Fifa è la prima gara in cui viene utilizzata la tecnologia VAR.

In foto la mascotte di questi Mondiali, si tratta del lupo Zabivaka, letteralmente significa colui che segna.

Prova maiuscola della Russia che travolge nel match inaugurale l’Arabia Saudita. Gli uomini di Cherchesov si sono imposti con un secco 5-0. Prestazione perfetta del gioiellino Golovin, autore di due assist e un gol.

Sintesi della gara

I padroni di casa passano in vantaggio al 12’: sugli sviluppi di un calcio piazzato Golovin crossa sul secondo palo,  colpo di testa di Gazinskiy che incrocia e trova l'angolo opposto alle spalle di Al Muaiouf.

Il raddoppio giunge al 42’: un ispiratissimo Golovin serve il neo entrato Cheryshev, che mette a sedere due avversari e insacca sotto l'incrocio con un preciso sinistro.

Russia in pieno controllo del match, l’unica nota dolente per Cherchesov è la perdita di Dzagoev causa infortunio.

Tris nella ripresa: al 72’ cross di Golovin, quest’oggi incontenibile per la testa di Dzyuba, che al primo pallone toccato insacca nell'angolino.

Delirio totale nel primo minuto di recupero: Dzyuba sponda per Cheryshev che con l’esterno sinistro la mette sotto l’incrocio.

Il miglior in campo Golovin, seguito dalla Juventus, firma al minuto 95 il definitivo 5-0 con uno splendido calcio di punizione. A Mosca è festa totale.

Formazioni

Russia (4-2-3-1): Akinfeev; Mario Fernandes, Ignashevich, Kutepov, Zhirkov; Gazinsky, Zobnin; Samedov, Dzagoev, Golovin; Smolov.

Arabia Saudita (4-4-2): Al-Maiouf; Alburayk, Os.Hawsawi, Om.Hawsawi, Al-Shahrani; Otayf, Al-Dawsari, Al-Faraj, Al-Jassam; Al-Shehri, Al-Sahlawi.

Arbitro: Nestor Pitana (Argentina)

https://www.guidapsicologi.it/studio/drssa-daniela-anedda

Commenti

Basket, ad Alberobello la 2° edizione dell'All Star Game - Prima Divisione
Questa sera a Parco Cimino "Beer Pilates"