Coppa Puglia / Coppa Italia

Coppa Puglia: nella stracittadina messapica vince il Manduria

a cura di Fabrizio Izzo

15.11.2018 20:25

Immagine ZaccagniIl Manduria si aggiudica la stracittadina contro i cugini del Don Bosco e passa il turno di Coppa Puglia. Per essere l’unico derby stagionale forse ci si aspettava un’attenzione maggiore da parte di tutto l’ambiente manduriano, evidentemente la data infrasettimanale ha probabilmente condizionato le presenze sugli spalti. Gara giocata davanti a circa 150 spettatori, in un pomeriggio soleggiato e mite e su un terreno di gioco sconnesso con la sfera che troppo spesso ha avuto rimbalzi irregolari mettendo in seria difficoltà i ventidue in campo nel controllo dell’attrezzo sferico. Le due squadre hanno schierato un congruo numero di giovani dando spazio a chi in campionato gioca maggiormente. Manduria deciso e concreto Don Bosco prima timido poi più intraprendente. I biancoverdi sono partiti subito forte e in sette minuti hanno messo in ghiaccio il risultato segnando due reti. Riezzo ha aperto le marcature al 4° minuto, corner battuto corto e gran tiro a giro sul secondo palo dal vertice destro dell’area avversaria. Il raddoppio è arrivato al minuto 7 con De Pascalis bravo ad appoggiare in rete un gradevole invito dal fondo di Riezzo sfuggito al suo avversario sulla fascia destra. Una volta acquisito il doppio vantaggio il Manduria ha controllato e chiuso la prima frazione di gioco senza correre pericoli. Ad inizio di secondo tempo il Don Bosco è entrato in campo con maggior convinzione ed ha accennato ad una reazione che ha avuto il massimo dell’espressione al minuto 52 quando Perrucci, approfittando di un difettoso disimpegno avversario, ha avuto sul piede la palla per accorciare le distanze sventata da Termite. Girandola di sostituzioni, dieci in totale, gara leggermente più maschia e Manduria sempre con il pallino del gioco tra piedi anche il Don bosco si è opposto con più vigoria. Al 15° ripartenza fulminea del Manduria e De Pascalis, solo davanti al portiere, si vede respingere il tiro sprecando la terza rete. Terza e definitiva segnatura che giunge al secondo minuto di recupero ancora con De Pascalis, doppietta per lui, che devia in rete un tiro respinto dal palo su tiro precedente di Zaccaria. Gara archiviata con il Manduria che passa ai sedicesimi senza tante sofferenze e attende il prossimo avversario che potrebbe essere, geograficamente parlando, il Memory Campi. Per il Don bosco lasciata la competizione di Coppa potrà concentrarsi in maggior misura sul campionato dove le difficoltà non mancano.

Tabellino

DON BOSCO MANDURIA – UG MANDURIA SPORT: 0 – 3

Formazioni

Don Bosco Manduria: Di Magli, Cazzolla, Gallicchio (Di Mitri M.), Scarafile, Massimo (Buccolieri), Di Mitri D., Marzo (Mola), Distratis (Mascia), De Fazio (Raho), Perrucci, De Nitto. A disp. Sagace, Piccinni, Brescia, Gningue. All. Puglia.

UG Manduria Sport: Termite, Mero, Marilli, Conte, Cirrottola, Calò (Gallone), Riezzo (Birtolo), Arcadio (Erario), De Pascalis, Castellaneta (Zaccaria), Nodriano (Pisello). A disp. Tolardo, Vantaggiato, Carrozzo, Scialpi. All. Lippolis.

Marcatori: 4° Riezzo, 7° e 90°+2 De pascalis.

Ammoniti: Marilli (M), Conte (M), Cirrotola (M), Nodriano (M), Pisello (M), Perrucci (DB), De Nitto (DB).

Espulsi: De Nitto per doppia ammonizione.

Arbitro sig. Matteo Leopizzi della sezione di Lecce.

Queste le parole dei due allenatori nel post partita:

Mister Puglia del Don Bosco: “Eravamo consapevoli del blasone del Manduria e forse questo ha un po’ condizionato i ragazzi. Non abbiamo iniziato bene, nel primo tempo eravamo contratti. Siamo scesi in campo con una formazione molto giovane e qualcuno avrà sentito il peso del derby. Siamo stati colpiti a freddo e questo non ci ha agevolati. Sul primo goal è stata una prodezza e non si poteva fare nulla sulla seconda rete potevamo essere più attenti. Nella ripresa ci siamo scrollati di dosso la tensione, abbiamo aggiustato tatticamente alcune cose e siamo andati meglio. Siamo usciti dalla Coppa e ora dobbiamo concentrarci sul campionato dove non stiamo andando bene, siamo ultimi e vogliamo risalire la china. Fin ora abbiamo incontrato tutte le squadre più forti e domenica andiamo in trasferta a Capurso, poi inizieremo a giocare con le squadre del nostro livello e dovremo cercare di fare punti, dobbiamo partire dal secondo tempo giocato oggi.”

Mister Lippolis del Manduria: “È andata come volevamo. Il nostro obiettivo era quello di mettere al sicuro il risultato e gestire le forze in vista della partita di domenica. Ho messo in campo una formazione con molti under e gestito il minutaggio di chi ha giocato un po’ di più proprio per non arrivare stanchi all’impegno contro il Monteroni. Tutto secondo quanto effettivamente previsto, concretizzare e gestire. Abbiamo avuto modo di cambiare modulo tattico e verificare i diversi movimenti, siamo partiti con il 4-3-3 e poi siamo passati al 4-4-2. Posso ritenermi soddisfatto per quanto hanno fatto i ragazzi nella partita di oggi.”

Commenti

Taranto: Per gli abbonati ecco dove ritirare i buoni Pascar
Un annullo filatelico per il quarantesimo anniversario degli Amici del Presepio Taranto