Taranto F.c. News

Punto D/H: Minadeo, 'Taranto, guai a sottovalutare la Puteolana'

L'ex Campobasso a TST: 'Laterza e Montervino persone brave e preparate'

07.10.2020 15:08

 

DI ALESSIO PETRALLA

Il girone H è sempre tra i più difficili d'Italia con il Taranto che è partito bene e senza proclami: è questo il pensiero del collaboratore del Legnago (Lega Pro), ed ex giocatore di quel Campobasso che, nel 2000-01 arrivò secondo in C2 in un gran duello con il Taranto, Antonio Minadeo: "Il girone H è come sempre tra i più difficili d'Italia - spiega a Tutto Sport Taranto - se non proprio il più duro della penisola. Ci sono società e squadre blasonate e ben strutturate con una gran tradizione".

L'ANALISI: "Non vedo una sorpresa ma squadre che possono dare fastidio come Fidelis Andria, Sorrento e Cerignola. Poi ci sono le due ancora in costruzione, Bitonto e Picerno che stanno allestendo delle rose molto forti. Occhio al Brindisi che è stato costruito bene. Ci tengo a fare un grosso in bocca al lupo al mio amico Ciro Danucci e al suo Nardò. Si tratta di un raggruppamento equilibrato con almeno sette squadre che possono lottare nei piani alti della classifica. Il Casarano è un gradino sopra tutte".

IL TARANTO: "E' partito un po' con i fari spenti con la società ha allestito una buonissima rosa. In queste prime due uscite gli ionici hanno sfidato due formazioni in costruzione e ritardo vale a dire Picerno e Bitonto, che nel corso della stagione diranno la loro dando fastidio a tutte. Con ciò non va sminuito il gran lavoro di tutti e i buoni risultati. I rossoblù dispongono di alcuni under molto forti tra cui Boccia. Non conoscevo Lagzir che mi ha impressionato. In mezzo al campo c'è Marisili che rappresenta un vero top player della categoria".

PUTEOLANA-TARANTO: "Per i tarantini sarà una gara difficile: da spettatore può sembrare tutto scontato ma in questo girone ogni domenica c'è da lottare. Il Taranto è favorito ma bisognerà affrontare questa Puteolana nella maniera giusta. Ci tengo a fare un grossissimo in bocca al lupo al tecnico Laterza e al ds Montervino che sono due persone brave e preparate e che per la sfida in terra campana staranno già trovando le dovute precauzioni. Lavorare a Taranto non è facile...".

COLPI DI MERCATO: "All'occhio di tutti risalta il grande attacco del Casarano che ha preso gente di serie C. E' stato bravo il ds Pitino ad allestire un reparto offensivo così ben assordito".

Si ringraziano:

Commenti

Taranto: Borsino, test sierologici e lavoro incentrato sulla forza per gli ionici
Coronavirus: Il bollettino della Puglia del 7 ottobre. 196 casi su 4822 test. 27 nel tarantino