Settori Giovanili

Diavoli Rossi: Giovanissimi, Nardò 'L'infortunio? Mi sono stati tutti vicini'

Il giovane atleta: 'Non vedo l'ora di tornare a giocare e provare a coronare il mio sogno...'

09.05.2020 15:50

E’ stata una stagione sfortunata per via di un infortunio durato circa due mesi, per il bravo attaccante dei Giovanissimi dei Diavoli Rossi, classe 2006, Simone Nardò che commenta così il periodo e la sua annata: “Siamo in casa da tanto e non mi aspettavo un periodo così lungo. Inoltre non gioco a calcio da dicembre visto che sono stato ingessato per circa due mesi. In campo avevo modo di distrarmi e non pensare ai problemi scolastici. Mi manca molto”.

L’INFORTUNIO: “L’ho superato dopo, appunto, sessanta giorni di gesso. Ero pronto per tornare ad aiutare i miei compagni ma poi il Governo ha chiuso ogni cosa. Non vedo l’ora di riprendere anche perché gioco a calcio da quanto ho sei anni”.

IL BILANCIO: “Ci siamo sempre allenati benissimo: già dalla preparazione a Cimino l’impegno era tantissimo. Lo staff è ottimo e il terzo posto è buono anche se avremmo potuto fare qualcosina di più”.

NARDO’: “Sono un attaccante e voglio provare a realizzare il mio sogno: so che è difficile ma allenandomi con impegno ce la posso fare. Il mio futuro immediato si chiama Diavoli Rossi”.

LA SOCIETA’: “Alle spalle ho una buonissima dirigenza con degli allenatori molto preparati. Poi ci sono i dirigenti tra cui il dg Trombetta e Amo che mi sono stati vicino durante l’infortunio così come i miei compagni e gli amici che giocano nella categoria Allievi”.

UFFICIO STAMPA DIAVOLI ROSSI – ALESSIO PETRALLA

Si ringraziano:

 

Commenti

Coronavirus: Il bollettino della Puglia del 9 maggio. 30 casi su 1919 test
L’amministrazione Melucci celebra in musica San Cataldo, il Santo Patrono della città di Taranto