Basket Maschile

Cus Jonico rullo compressore: Manfredonia ko

02.02.2020 22:51

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Il Cus Jonico Basket Taranto non concede cali di concentrazione e batte la Silac Manfredonia 97-68 tornando così al successo al Palafiom, dopo l’unico scivolone stagionale, contro Molfetta, e soprattutto confermando la maturità del grosso colpaccio a Monopoli della settimana scorsa.

Partita dominata dai rossoblu dopo un primo quarto in cui la Giuseppe Angel ha giocato alla pari se non quasi meglio. Poi alla lunga la maggior qualità e profondità di Taranto sono venute fuori con i 20 punti di Dusels, 18 di un ottimo Di Diomede per un totale di 5 uomini in doppia cifra tra cui anche i 10 del giovane Cito in una serata che ha visto tutti i rossoblu a segno.

Coach Olive recupera Grosso ma parte con Salerno in quintetto insieme a Bricis, Longobardi, Dusels e Di Diomede. Risponde coach De Florio con il neo arrivato Guadagnala, Gramazio, Kingsley, Vorzillo, Kraljic.

La Silac parte bene con la tripla di Vorzillo. Ma Taranto mette le cose in chiaro piazzando un break di 8-0 con Dusels e Di Diomede. Guadagnola e Vorzillo non ci stanno e rimettono la partita sui binari della parità con Ferretti che firma il sorpasso, 11-12 e addirittura la premiata ditta Guadagnola-Vorzillo che mettono le ali al punteggio ospite, 11-17 con controbreak di 14-3. Coach Olive butta dentro Pannella, subito tripla per l’ala grande tarantina; i liberi di Bricis valgono il nuovo pari ma la tripla di Kraljic allo scadere lascia avanti Manfredonia al primo quarto, 19-20.

Nel secondo quarto coach Olive si affida ancora alla panchina, c’è il giovane under francavillese Cito in campo. Che ripaga la fiducia oltre ogni aspettativa: tre canestri in fila con tripla incorporata. Dusels, Bricis e un ispirato Longobardi fanno il resto, Taranto ribalta la partita con un altro parziale di 16-5 per il 35-25. La tripla di Alvisi suona un po’ come il canto del cigno per Manfredonia perché oramai Taranto è in ritmo, difensivo e offensivo e si vede. Dusels e Bricis alzano la qualità dei loro attacchi, e in pochi possessi confezionano il +16. Guadagnola ci mette anima e cuore, anche troppo ma ci pensa la tripla di Salerno a spegnere i bollenti spiriti, è +20, 54-34 all’intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi Taranto dà un’altra accelerata con Dusels, Longobardi e la tripla di Grosso del +23. Guadagnola indomito continua la sua gran partita al tiro dalla distanza, con lui la Silac prova a rientrare, in un paio di occasioni al -18/19 ma Taranto riesce sempre facilmente a controbattere colpo su colpo, anzi allunga ancora con un’immarcabile Di Diomede e le triple di Salerno e Longobardi, chiudendo di fatti i conti già alla fine del terzo quarto sull’82-53.

L’ultimo quarto è giocato in controllo dal Cus Jonico in cui trovano ampio spazio e la giusta gloria Pannella, Bitetti, Mattei oltre al già protagonista nel secondo quarto, Cito. Occasione ghiotta per

Bitetti e Mattei per andare a referto, Pannella per mettere punti in cascina e Cito per andare in doppia cifra a coronamento di una gran bella serata che vede il Cus Jonico confermarsi terzo in classifica a braccetto con Lecce ma ora a di nuovo a due punti da Molfetta ko a Francavilla.

E domenica si torna in trasferta, si va a Castellaneta per il derby.

CUS JONICO BK TARANTO – SILAC MANFREDONIA 97-68

Cus Jonico Basket Taranto: Longobardi 13, Dusels 20, Di Diomede 18, Salerno 8, Bricis 14, Cito 10, Grosso 3, Pannella 7, Bitetti 2, Mattei 2. All. Olive

Silac SSD Giuseppe Angel Manfredonia: Guadagnola 24, Kingsley 6, Ferraretti 14, Vorzillo 12, Kraljic 3, Gramazio ne, Alvisi 3, Virgilio 6, Grasso. All. De Florio.

Parziali: 19-20, 54-34, 82-53. Arbitri del match: Angelo Paradiso di Santeramo in Colle (BA) e Maurizio Ceo di Bari. Note: Spettatori circa 700 spettatori.

Commenti

L'Italcave conquista Ragusa, in Sicilia successo per 5-3
Taranto, che acuto a Sorrento! Maiuri ko dopo 18 risultati utili