Eccellenza Pugliese

Avetrana come la fenice. Ribalta il risultato in rimonta e continua a sognare

08.04.2018 19:10

BISCEGLIE - AVETRANA 1-2 (5'pt Mignogna -  16'st Cappellini, 34'st Salto)

Arbitro: Natilla di Molfetta
Assistente: Spedicato-Maci di Lecce 

Note: ammoniti Quacquarelli, espulso Dell'Oglio per doppia ammonizione al 32'

Bisceglie: Amoroso, M.Bartoli, Quercia, R.Bartoli, Stella (28'st Mastropasqua), Palumbo, Dell'Oglio, Quacquarelli (33'st Liberio), Albano, Mignogna, Ventura
A disposizione: Napoletano, Bufi, Di Pierro, Colella, Mastropasqua, Binetti, Liberio
Allenatore:Rumma L.

Avetrana: Petranca, Salto, Prete, Guerra (46'st Patera), Calò, Romano, Passiatore (33'st Sebastio), Cellamare (33'st Cavalieri) Richella  (42'st Margagliotti), Cappellini (41' Alemanni), Venza
A disposizione: Strafella, Pizzolante, Patera, Margagliotti, Cavalieri, Alemanni, Sebastio 
 Allenatore: G. Branà

Bisceglie: Al Di Liddo di Bisceglie va di scena la terzultima gara della regular season di Eccellenza Pugliese tra Uc Bisceglie ed Usd Avetrana se pur nello stadio non sono presenti tifosi ospiti per un'ordinanza diramata in settimana. I padroni di casa cercano pesanti punti per rimanere a galla fuori dalla bagarre playout, l'Avetrana invece vuole continuare la striscia positiva cercando il successo per poi giocarsela fino alla fine in cima al campionato. Per i biancorossi di Branà arriva però subito una doccia fredda. Mignogna trova su punizione la rete del vantaggio casalingo pennellando una traiettoria che si infila alle spalle di Petranca. La partita è molto chiusa, nonostante la voglia degli ospiti di trovare qualche trama vincente. Le azioni degne di nota scarseggiano lasciando spazio a tatticismi e chiusure difensive. La prima frazione si chiude sul risultato di 1 a 0 per i padroni di casa mentre dagli altri campi giungono notizie non incoraggianti per gli avetranesi. La squadra del Patron Saracino ha però mille risorse e scende in campo nella seconda frazione con un piglio diverso. Da cineteca la rete di Cappellini che riapre il match. Al 16' il fantasista biancorosso regala ai suoi la gioia del pareggio in rovesciata, raccogliendo il perfetto assist di Romano. La partita si anima e comincia la girandola di sostituzioni. Le squadre non si risparmiano ma la gara sembra ora a favore degli ospiti che iniziano a martellare con maggior insistenza. Alla mezz'ora la svolta. Quacquarelli viene allontanato dal campo per doppia ammonizione lasciando i suoi in 10. L'Avetrana non può farsi sfuggire l'occasione e colpisce come un cobra. Salto trova la seconda rete in due gare consecutive. Al 34' svetta su tutti ed incorna di testa ma la respinta di Amoroso è corta ed è lo stesso argentino ad infilare da pochi passi. È il sorpasso che vuol dire ancora secondo posto in solitaria in classifica. Ma la gara è lunga e il Bisceglie non sembra ancora doma. I sogni dei padroni di casa si infrangono sulla traversa che Mignogna colpisce al 41' calciando una punizione dall'interno dell'area biancorossa. La sua bordata è micidiale ma la buona sorte accompagna gli uomini di Branà  che ergono un muro invalicabile fino al termine della gara. 3 punti pesantissimi per l'Avetrana, conquistati a denti stretti per giocarsi in casa, direttamente con il Fasano, il primato di un campionato a dir poco straordinario.

 

 

https://www.guidapsicologi.it/studio/drssa-daniela-anedda

Commenti

Martina, ko a testa alta contro la Fortis Altamura
La stagione dei Diavoli Rossi si chiude tra sorrisi ed emozioni