Basket Maschile

Basket M: Il Cus Jonico TA concede il bis

13.10.2019 21:58

Buona anche la “prima” casalinga per il Cus Jonico Basket Taranto che bissa il successo in trasferta col Francavilla, battendo al PalaFiom la Nuova Pallacanestro Monteroni per 80-64 nella seconda giornata del campionato di Serie C Gold.

Una partita che sembrava già decisa nel secondo quarto quando Taranto era andata avanti anche a +20 doppiando gli avversari sul 43-20. Poi dopo l’intervallo, in avvio di terzo quarto l’ingenua espulsione di Bricis ha complicato i piano di coach Olive e ridato linfa ai salentini sospinti dai canestri di Leucci (15) e Martina (14). Ma i rossoblu hanno gestito bene il contraccolpo e sono tornati ad allungare. Alla fine ben 5 giocatori in doppia cifra: Dusels (17pti), Longobardi (16), Grosso e Di Diomede (13) e Bricis (10). Buona anche la cornice di pubblico del PalaFiom che ha risposto presente sugli spalti in buon numero sostenendo la squadra.

Coach Olive parte con Bricis, Longobardi, Dusels, Grosso e Di Diomede. Coach Argentieri risponde con Povilaitis, Leucci, Pallara, Martina e l’ultimo arrivato Fernandes De Sousa.

Inizio sfolgorante del Cus Jonico che vola 13-4 sospinta da Longobardi, Bricis e Dusels, costringendo Monteroni al time out. La mossa di coach Argentieri di spezzare il ritmo cussino non riesce, Taranto continua a segnare e difendere, anche Di Diomede buca la retina ed è 20-8 in un amen preludio al 25-12 con cui si chiude il primo quarto.

La musica non cambia nel secondo quarto con capitan Grosso che segna la tripla del +16 e la premiata ditta lettone Bricis-Dusels che va per il 20. Ci vuole una tripla di Fernandes per cercare di dare l’ennesima sveglia a Monteroni. Niente da fare, Cus Jonico implacabile: Bitetti appoggia a canestro, lo imitano ancora Bricis e la tripla di Longobardi poi Dusels per il 43-20. Si iscrive a referto anche Berzins. Ma prima dell’intervallo arriva il primo segno tangibile della NPM che accorcia con Zacchigna, Pallara e Martina per tenere aperta la partita sul 49-31.

In avvio di terzo quarto l’episodio che avrebbe potuto cambiare la partita. Bricis si lascia andare ad una protesta “abbastanza plateale” verso gli arbitri e si becca l’espulsione. Monteroni è in ritmo e ne approfitta: Martina e Leucci piazzano il break che riapre del tutto la partita, 2-12, per il 51-43 Taranto. Coach Olive chiama time out per strigliare i suoi e riordinare le idee. Trova in Di Diomede una buona alternativa al tiro ma adesso è partita equilibrata perché Monteroni ci crede e resta in scia. Ci vuole tutta l’esperienza di Grosso che piazza la tripla del 63-49 che scaccia i salentini e qualche fantasma. Anche il giovane Cito mette un mattoncini dalla lunetta utile a chiudere avanti il terzo quarto 67-53.

Ultimo quarto che si apre con il tiro a segna di Fernandes ma è Dusels che torna a fare la voce grossa con la tripla del +15. Di lì a poco è Longobardi a imitarlo con la “bomba” della staffa, 76-57 a 5 minuti dalla fine. Anche perché il Cus Jonico non ha più cedimenti e segna con regolarità dalla lunetta con Grosso, Dusels e Longobardi. Dall’altra parte Martina decide di raggiungere Bricis negli spogliatoi e si fa espellere pure lui. Il resto è garbage time con Taranto che chiude i conti 80-64 sale in testa alla classifica, in coabitazione, con 4 punti su due partite e festeggia con il pubblico.

Ora è il tempo di festeggiare, da martedì si pensa alla trasferta di Molfetta.

 

CUS JONICO BK TARANTO – NP MONTERONI 80-64

Cus Jonico Basket Taranto: Di Diomede 13, Bricis 10, Longobardi 16, Dusels 17, Grosso 13, Berzins 6, Cito 1, Pannella 2, Bitetti 2, Mattei ne. All. Olive

Nuova Pallacanestro Monteroni: Leucci 15, Pallara 6, Povilaitis 9, Martina 14, Fernandes 11, Errico ne, Calasso 2, Quarta 1, Stano, Zacchigna 6. All. Argentieri.

Parziali: 25-12, 49-31, 67-53. Arbitri del match: Marco Mitrugno di Mesagne (BR) e Angelo Iaia di Brindisi. Espulsi: Bricis (T, 3°q) e Martina (M, 4°q). Note: circa 300 spettatori

Commenti

Futsal B/M: Il Bernalda supera in scioltezza l'Alma Salerno
Massafra: Minosa, 'Pensiamo soltanto ad accumulare punti'