1a Categoria

Prima Categoria: il ritorno al Dimitri porta bene al Manduria

a cura di Fabrizio Izzo

22.10.2018 01:10

Immagine ZaccagniIl Manduria per la prima volta in questa stagione gioca al Dimitri, ritrova il suo pubblico, conquista la terza vittoria consecutiva e si piazza al terzo posto in classifica insieme al Real Galatone e alla Virtus Matino a soli due punti dalla vetta. Cronaca:

Primo tempo soporifero, privo di emozioni. Il Manduria è sembrato più propositivo ma non incisivo. Gli ospiti, ordinati in difesa, hanno fatto poco.

10° schema su calcio d’angolo battuto corto, scambio Riezzo-Arcadio-Riezzo e tiro di quest’ultimo, a pelo d’erba, ma centrale con Casalino che para a terra senza problemi;

26° forte tiro da fuori area di Scigliuzzo e Termite, in sicurezza, respinge a pugni chiusi.

Secondo tempo più vivace e combattuto con le due squadre scese in campo con piglio diverso.

49° Birtolo, sulla trequarti, serve l’accorrente Erario che, da buona posizione, mette al lato;

51° gran tiro dai 25 metri di Terragno, fortunatamente centrale, con Termite costretto a toccare la palla e deviarla in angolo per evitare guai;

56° Margarito scatta sulla sinistra, arriva sul fondo e mette al centro, Birtolo stacca di testa ma la palla termina alta;

59° calcio d’angolo battuto da Riezzo, mischia in area leccese con Cirrotola che non riesce a trovare il colpo vincente;

62° un difettoso disimpegno biancoverde innesca il contrattacco ospite, tiro di Carrozza dal limite dell’area e pronta la risposta di Termite che respinge in tuffo;

67° punizione dai 18 metri di Scigliuzzo, in posizione centrale, e splendido intervento di Termite che vola sulla sua destra a deviare in angolo una palla destinata nel sacco. Sul successivo angolo, Spedicato, da solo, sul primo palo mette incredibilmente al lato;

76° Riezzo batte un calcio d’angolo dalla destra, Margarito svetta di testa ma la palla, destinata nello specchio della porta, carambola sulla spalla di un difensore e termina nuovamente in angolo. Dalla bandierina calcia ancora Riezzo, palla in area e incornata perfetta di Birtolo con la palla che prima colpisce il palo e poi finisce sul corpo di Casalino e quindi in rete. Manduria 1 Real Galatone 0;

78° angolo di Riezzo con Margarito che di testa mette alto;

81° Margarito dalla sinistra mette al centro un’altra palla invitante sul primo palo per Birtolo che, di testa, mette di poco fuori;

90°+3 ripartenza del Manduria, Vantaggiato anticipa di netto il suo avversario, apre per Pisello che solo in area calcia a giro ma Casalino respinge, sulla palla vagante si catapulta ancora Vantaggiato, bravo a seguire l’azione, che a porta vuota deposita in rete. Manduria 2 Real Galatone 0.

Il Manduria vince una partita importante senza brillare e senza esprimere un gran gioco. Vittoria ottenuta davanti ad un folto pubblico in un Dimitri ritrovato ma dal terreno sconnesso e non in buone condizioni. Insomma manduriani che possono fare meglio, devono recuperare in pieno quei giocatori ancora non al top della condizione e riprendere l’abitudine a calpestare l’erba di un impianto che potrebbe risultare la chiave di lettura di un campionato nettamente alla portata. Di fronte un Galatone da cui ci si aspettava di più, una capolista attendista e lenta. Bene l’under Castellaneta, intraprendente, incisivo dalla buonissima tecnica, bene anche Conte un under di centrocampo subentrato ad Arcadio che ha mostrato grinta e personalità. Buono l’arbitraggio del signor Rossiello della sezione di Molfetta. Nel prossimo turno per il Manduria è prevista la trasferta a Cavallino contro la Virtus Lecce, scontro diretto. Bella sfida.

Tabellino

UG MANDURIA – REAL GALATONE: 2 – 0

Formazioni

Manduria: Termite, Vantaggiato, Margarito, Erario, Cirrotola, Calò, Riezzo (Mero), Arcadio (Conte), Birtolo (Gallone), Castellaneta (Pisello), Zaccaria (De Pascalis). A disp. Tolardo, De Gaetani, Marilli, Scialpi. All. Lippolis.

Real Galatone: Caslino, Spedicato, Ungaro, Natale, Terragno, Rizzo, Spagnolo (Calò), Della Rocca (Aluisi), Casciaro (Visconte), Scigliuzzo (Diouf), Carrozza. A disp. Lisi,D’Amore, Cazzato, D’Armento, Vantaggiato. All. Bray.

Marcatori: 76’ Birtolo, 90+3 Vantaggiato

Ammoniti: Cirrotola (M), Mero (M), Spedicato (G), Ungaro (G), Spagnolo (G)

Arbitro sig. Natale Rossiello della sezione di Molfetta.

 

Queste le parole di mister Lippolis nel post partita: “Buona la vittoria. Primo tempo contratti, abbiamo forse subito l’impatto con un ambiente nuovo quale il Dimitri, terreno insolito per noi e non in perfette condizioni. Loro si sono messi dietro, hanno chiuso gli spazi e noi abbiamo fatto girare poco la palla. Nella ripresa siamo entrati in campo con più convinzione, siamo stati più determinati e abbiamo meritato la vittoria. Oggi ci siamo messi in tasca tre punti creando molto meno rispetto alle due partite perse nelle prime due giornate, questo è il calcio. Era importante vincere, era uno scontro diretto e soprattutto una partita non facile. Bravi i ragazzi, ho un gruppo coeso, chi è entrato dalla panchina ha dato il suo valido contributo e questo per un allenatore è fondamentale. Questi tre punti fanno classifica e tanto morale Ringrazio i miei giocatori per l’impegno che ci mettono, perchè sanno accettare la panchina ma alla fine sono sempre pronti a dare il massimo. Ringrazio anche i nostri tifosi che oggi sono ritornati nella loro casa e che non ci fanno mai mancare il loro supporto e il oro calore.”

Commenti

Grande successo per la terza edizione della Real Virtus Cup
Pronto riscatto del Ginosa: Apricena ko