1a Categoria

Prima Categoria: Sava – Castellaneta, pareggio e bel gioco

a cura di Fabrizio Izzo

09.12.2018 21:38

Immagine ZaccagniSava e Castellaneta hanno impattato 1 a 1 sul sintetico del Camassa davanti ad un pubblico da grandi occasioni, con la tribuna gremita quasi in ogni ordine di posto e la torcida savese instancabile e composta. Le due formazioni hanno dato vita ad un bel derby giocato a viso aperto tra due squadre ben attrezzate per il salto di categoria e ricche di individualità importanti che deliziano il calcio di questo girone di Prima Categoria. Sava e Castellaneta sono scese in campo con moduli diversi, 4-3-3 per i padroni di casa e 4-4-2 per gli ospiti ma soprattutto con quella convinzione di portarsi via l’intera posta in palio. Entrambi gli allenatori sono ricorsi ai nuovi acquisti di mercato e nel caso del Castellaneta l’utilizzo è stato fondamentale. La Cronaca:

Primo tempo equilibrato con il Castellaneta inizialmente contratto e il Sava più pungente e intraprendente.

6° Gjonaj verticalizza in area per il taglio di Pinto che prova un pallonetto con la palla alta sulla traversa;

7° Coccioli scatta sulla sinistra e crossa al centro, sul secondo palo Urbano si vede anticipare di un soffio da Russo;

8° calcio d’angolo tagliatissimo battuto da Urbano direttamente in porta e smanacciato da Bufano, la palla giunge sul secondo palo dove Gioia, ben appostato, di piatto sinistro al volo insacca alle spalle del portiere: Sava 1 Castellaneta 0;

17° Vasco si libera al limite dell’area e calcia in porta a giro sul palo lontano ma la palla sibila il palo alla sinistra di Bufano;

29° punizione di Gjonaj dai 20 metri e deviazione in angolo di Pastore.

Secondo tempo di marca ospite. Dopo un inizio con azioni su entrambi i fronti i valentiniani hanno preso nettamente in mano le redini della gara, pareggiando e sfiorando altri goal.

51°Gjonaj calcia in area una punizione che Haka, all’esordio, mette fuori;

52° Pinto calcia dalla distanza con Pastore che para in due tempi;

54° Biasi intercetta una palla a centrocampo e dalla distanza calcia violentemente in porta, Bufano si fa trovare pronto e respinge in tuffo;

56° Urbano su punizione calcia di pochissimo al lato sulla destra del portiere;

58° Romanelli, dal vertice sinistro dell’area di rigore del Sava, calcia improvvisamente costringendo Pastore alla deviazione in angolo;

62° Gjonaj converge da sinistra verso destra e dall’interno dell’area calcia in porta trovando ancora la respinta del portiere avversario;

66° mischia in area susseguente a calcio d’angolo con la sfera che finisce a Romanelli, l’attaccante del Castellaneta si coordina benissimo e calcia in mezza rovesciata ma schiaccia la palla a terra e finisce alta sulla traversa;

80° Macaluso calcia al volo da fuori area, il tiro fuori misura diventa un passaggio per Haka che solo davanti a Pastore si vede deviare, miracolosamente, in angolo la conclusione dal portiere savese;

82° mischia in area savese, batti e ribatti con la sfera che finisce sui piedi Haka che non sbaglia e sigla il pareggio: Sava 1 Castellaneta 1;

85° azione personale di Pinto che tira in diagonale da fuori area, Pastore risponde ancora presente e devia in angolo;

89° Gjonaj dal fondo mette al centro la palla attraversa tutto lo specchio della porta sguarnita senza il tocco di nessun attaccante valentiniano;

45+2 corner di Panzarea e Macaluso, di testa, mette alto.

Dopo un primo tempo equilibrato e terminato in vantaggio per il Sava è succeduta una ripresa dominata dal Castellaneta che è riuscito a pareggiare e nonostante la spinta non ha trovato la seconda soprattutto per merito di Pastore che si è esibito in alcuni interventi miracolosi e di alta scuola. Nella ripresa mister D’Alena ha cambiato modulo alla sua squadra passando al 4-3-3, variazione che è risultata pagante sia per il numero di occasioni create sia per il gioco sviluppato. Il Sava fino a quando ha avuto benzina nelle gambe ha rintuzzato gli avversari colpo su colpo poi, quando in riserva, si è abbassato troppo facendosi schiacciare. Sava condizionato dalle assenze e da una panchina troppo corta, Castellaneta molto competitivo e con elementi di riserva all’altezza della situazione. Sava che ha finito in 9 per l’espulsioni di Urbano e Angelè per proteste, due episodi evitabilissimi che potranno pesare sulle prossime gare. Ottimo l’esordio del nuovo acquisto Haka per il Castellaneta, poco determinante invece Colluto, nuovo innesto savese. Pastore migliore in campo per il Sava, ha salvato il risultato in molte occasioni, per il Castellaneta si è messo in evidenza Panzarea, regista e intenditore con tanta personalità e visione di gioco.

Tabellino

SAVA – CASTELLANETA: 1 – 1

Formazioni

Sava: Pastore, Morleo (Teodoro), Cimino, Eleni, Angelè, Biasi, Coccioli (Colluto), Gioia,Vasco, Chirivì, Urbano. A disp. De Marco, Trisciuzzi, Paoli, Moscogiuri. All. Mazza.

Castellaneta: Bufano, Buttiglione, Russo (Favale), Panzarea, Macaluso, Cantalici, Gjonaj, Intini (Haka), Marra (Recchia), Romanelli, Pinto. A disp. Lavarra, Tanzarella, Greco, Pietrocito, Maggi, Boccasini. All.D’Alena.

Marcatori: 8°pt Gioia (S), 82°st Haka (C).

Ammoniti: Cimino (S), Biasi (S), Coccioli (S), Gioia (S), Colluto (S), Gjonaj (C), Marra (C), Haka (C).

Espulsi: Urbano (S), Angelè (S), Greco (C) dalla panchina.

Arbitro Giacomo De Paoli della sezione di Lecce

Queste le dichiarazioni dei due allenatori nel post gara:

Mister Mazza del Sava: “Abbiamo incontrato un avversario ben organizzato, sono una bella squadra. Nel primo tempo abbiamo retto, siamo passati in vantaggio e creato delle buone situazioni. Nella ripresa siamo calati e loro hanno fatto la partita. Purtroppo abbiamo delle assenze importanti e tanti giocatori in fase di recupero da infortuni, non possiamo permetterci questo. Con le squadre piccole si riescono a mascherare questo tipo di problematiche con le squadre in salute o così dette grandi invece emergono, abbiamo una panchina corta. Credo che oggi, per come si erano messe le cose, sia un punto guadagnato. Per quanto riguarda il campionato non è cambiato nulla siamo sempre a sette punti dalla capolista e dobbiamo vincerle tutte. Le due espulsioni soprattutto la seconda di Angelè mi è sembrata un po’ esagerata.”

Mister D’Alena del Castellaneta: “Oggi il pareggio ci stia stretto. Abbiamo iniziato un po’ contratti e loro ne hanno approfittato. Il loro goal, su palla inattiva, ci ha trovato impreparati, disattenti. Dopo lo svantaggio però siamo venuti fuori e abbiamo fatto la partita. Nella ripresa ho cambiato modulo e abbiamo giocato davvero bene, potevamo vincerla questa partita ma non siamo riusciti a segnare anche per merito di Pastore che ha fatto degli interventi grandiosi. I cambi sono stati utili, l’ingresso di Haka ci ha dato maggiore peso in avanti, ci ha fatto salire. La panchina lunga ci permette di poter giostrare al meglio. Contro il Sava è stato un test importante, siamo scesi in campo decisi e abbiamo giocato bene questo ci da la consapevolezza che possiamo giocarcela con tutti.”

Commenti

Volley C/F: La Vibrotek si arrende al Castellaneta
Ricci Fc, la forza del gruppo