Taranto F.c. News

Sporting Fulgor - Taranto 2-3, il match minuto per minuto

12.11.2017 11:01

Sesta vittoria consecutiva per il Taranto, che vince 3-2 al termine di una gara dai due volti: primo tempo di dominio assoluto rossoblu, con i gol dell'esordiente Capua, di Pera e Diakitè, ripresa in affanno con la rimonta sfiorata dai padroni di casa, in rete con la doppietta di Tulimieri

Nella dodicesima giornata di andata del Campionato Nazionale Serie D girone H il Taranto espugna il "San Sabino" di Canosa di Puglia battendo lo Sporting Fulgor per 3-2 e bissa il sesto successo consecutivo in campionato. Rossoblù subito in vantaggio all'ottavo minuto: sul cross di Li Gotti dalla sinistra è Diakite a colpire di testa ma la sfera si stampa prima sulla traversa e poi diventa preda di Capua che scaraventa la palla in rete con un colpo di testa a botta sicura. Dunque, gol all'esordio per il centrocampista classe '92 ex Messina e Salernitana. Dopo un solo giro di lancette, al nono minuto, arriva il raddoppio ionico con Pera che in 'estirada' sigla il 2-0 dopo una doppia deviazione della difesa biancorossa su un tiro velenoso di Crucitti: per l'attaccante numero 28 si tratta del quarto centro stagionale. Monologo rossoblù: all'11' e al 13' si fa vedere ancora Crucitti prima con un tiro dalla distanza che termina centrale e poi con una conclusione rasoterra di esterno sinistro che termina di poco fuori. Subito dopo una punizione del numero 8 ispira il colpo di testa di D’Aiello ma la conclusione del difensore è sbilenca e termina alta. Al 33' Pera spiana la strada a Diakite che a tu per tu con Figliola si fa ipnotizzare e calcia addosso all'estremo difensore classe '99. La rete del 3-0 arriva al 37': un calcio di punizione di Galdean dalla destra imbecca il colpo di testa vincente di Diakite che infila la sfera all'angolino. Il primo tiro in porta di marca molfettese arriva al 39' con lo sgusciante Petitti: conclusione dalla sinistra col destro, tiro angolato ma Pellegrino si distende e blocca. Al 45' nitida occasione per il possibile 4-0 ionico ma Pera si allunga la sfera che diventa facile preda di Figliola. A inizio ripresa, al 1' minuto, Diakite serve dalla fascia destra Pera ma il tiro del centravanti toscano viene deviato e la traiettoria per poco non beffa Figliola. Al 5' dentro Rosania per Capua e cambio modulo per mister Cazzarò che passa difatti dal 4-3-1-2 al 5-3-2. Cresce di intensità il pressing dei padroni di casa che vanno al tiro in più occasioni: all'ottavo Tulimieri dalla distanza sfodera una conclusione rasoterra ma Pellegrino è attento e blocca; al 12' il numero 1 rossoblù respinge la conclusione al volo di Petitti; al 15’ una punizione di Guadalupi viene deviata da Pellegrino ma sulla respinta del portiere ionico Donvito non è lucido e fallisce il tap-in sotto porta colpendo il palo; al 21’ ci prova Cesareo dalla distanza ma devìa in corner Pellegrino con una grande parata distendendosi sulla sua sinistra. Al 22' accorcia le distanze lo Sporting Fulgor con un diagonale angolato col destro di Tulimieri. Al 27' cambio in attacco per il Taranto: Aleksic rileva Pera. Al 30' Diakite sforna un assist per Crucitti che avanza con la sfera e colpisce con un diagonale rasoterra che termina di poco fuori. Al 32' torna a farsi pericolosa la squadra di casa: cross di Petitti dalla sinistra per Cesareo che col piattone destro spreca da pochi passi. Lo Sporting continua a creare grattacapi alla difesa rossoblù: al 35’ girata al volo di Cesareo che termina a lato mentre al 38’ Guadalupi serve Petitti che dinanzi a Pellegrino manda a lato la sfera. Al 39' arriva il secondo gol biancorosso: Guadalupi serve Tulimieri che penetra in area rossoblù e insacca per la seconda volta. Il Taranto controlla con un po' di fatica il risultato fino alla fine del match e conquista così l'ottava vittoria in stagione. Nel prossimo turno, in programma domenica 19 novembre alle ore 14:30, il Taranto andrà a giocarsela a Cava de' Tirreni contro la Cavese per la 13^ giornata di andata del Campionato Nazionale Serie D girone H.

IL TABELLINO

SPORTING FULGOR-TARANTO 2-3

Marcatori: 8' pt Capua (T), 9' pt Pera (T), 37' pt Diakite (T), 22' st e 39' st Tulimieri (S).

SPORTING FULGOR (5-3-2): Figliolia; Basta, Donvito, Lenoci, Rizzi (27' st Savasta), Pastore; Dell’Aquila (10' st Tenneriello), Guadalupi, Petitti; Tulimieri (41' st Stefanini), Cesareo. A disposizione: Lullo, Marzio, Gissi, Morra, Russo, Cifarelli. All. Fabio Prosperi.

TARANTO (4-3-1-2): Pellegrino; Bilotta, Miale, D’Aiello, Li Gotti; Capua (5’ st Rosania), Galdean, Palumbo; Crucitti; Diakite, Pera (27' st Aleksic). A disposizione: Spataro, Milizia, Lorefice, Cardea, Rizzo, S. Boccadamo, Giorgio. All. Michele Cazzarò.

Arbitro: Sig. Gianluca Sili – sezione di Viterbo; 1° assistente: Sig. Simone Petracca – sezione di Lecce; 2° assistente: Sig. Giuseppe Cesarano – sezione di Castellammare di Stabia.

Ammoniti: Lenoci, Guadalupi (S), Palumbo, Diakite, Rosania (T).

Espulsi: /

Note: corner 3-0 per lo Sporting Fulgor; recupero 0 pt, 6 st; presenti circa 400 spettatori.

Cronaca match

primo tempo

1' Comincia il match: Sporting Fulgor in completo bianco, in rossoblu i tarantini

7' ⚽ GOL DEL TARANTO! CAPUA! CHE ESORDIO PER LUI! Il centrocampista battezza come meglio non avrebbe potuto il suo esordio in rossoblu, spedendo in rete il primo pallone toccato dopo una clamorosa traversa di Diakitè su assist di Li Gotti

8' ⚽ GOL DEL TARANTO! PERA! Crucitti approfitta di una clamorosa indecisione della difesa casalinga e serve Pera che non sbaglia! 2-0 Taranto!

11' Ammonito Lenoci per un fallo a centrocampo

19' Pera dalla sinistra serve un bel pallone per Diakitè, anticipato per un soffio

23' D'Aiello colpisce di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione di Crucitti: palla fuori

26' Sporting in gol con Cesareo, ma l'arbitro annulla per fuorigioco

32' Crucitti libera Diakitè che si fa ipnotizzare da Figliola, che nega la gioia del gol all'attaccante rossoblu

36' ⚽ GOL DEL TARANTO! Diakitè! Primo gol in rossoblu dell'attaccante ivoriano, che realizza di testa su assist su punizione di Galdean

45' Senza riposo, l'arbitro manda tutti negli spogliatoi. Sporting Fulgor - Taranto 0-3

secondo tempo

1' Ricomincia la partita

3' Ammonito Palumbo per un fallo su Guadalupi

5' ➡️⬅️Esce Capua ed entra Rosania per il Taranto

8' Tulimieri ci prova dal limite, para Pellegrino

9' Ammonito Diakitè per il Taranto

10' ➡️⬅️ Dell'Aquila out, Tenneriello in: primo cambio per il Molfetta

12' Cesareo scalda ancora i guantoni a Pellegrino, molto bravo nell'occasione nel respingere la conclusione dell'attaccante della Sporting Fulgor

15' Palo del Molfetta con Donvito, sfortunato nell'occasione nata con la respinta di Pellegrino sulla punizione di Guadalupi

19' Ancora un gol annullato al Molfetta, fuorigioco di Petitti

21' Gran volo di Pellegrino che nega la gioia del gol a Cesareo: bravo l'estremo difensore ionico

22' GOL DELLA SPORTING FULGOR MOLFETTA. Tulimieri in rete con un preciso diagonale: meritato premio per i padroni di casa, che stanno giocando meglio dei rossoblu nella ripresa

27' ➡️⬅️ DOPPIO CAMBIO: per il Taranto esce Pera ed entra Aleksic, per il Molfetta entra Savasta al posto di Rizzi

29' Diagonale di Crucitti, palla di poco fuori: Taranto vicino al quarto gol

30' Ammonito Miale per un fallo sulla trequarti

32' Petitti per Cesareo, l'esperto attaccante manda fuori di poco: il Molfetta continua a premere sull'acceleratore

37' Petitti si divora un gol incredibile, spedendo fuori da pochi passi dopo un'ottima azione personale

39' ⚽ GOL DELLA SPORTING FULGOR MOLFETTA. Ancora Tulimieri in gol, beffando in uscita Pellegrino

45' Decisi sei minuti di recupero

52' Si conclude il match. Sesta vittoria consecutiva per il Taranto, che vince 3-2 al termine di una gara dai due volti: primo tempo di dominio assoluto rossoblu, con i gol dell'esordiente Capua, di Pera e Diakitè, ripresa in affanno con la rimonta sfiorata dai padroni di casa, in rete con la doppietta di Tulimieri

Commenti

Taranto C5, a Conversano i primi tre punti storici in serie B
Sporting Fulgor – Taranto: 2-3. Gli ionici dominano nel primo tempo ma subiscono il ritorno della Fulgor nella ripresa