A.S.D. Martina

Il Martina liquida il Casarano e vola in finale play - off

Superba prestazione degli uomini di Pizzulli che con un netto e convincente 3 - 0 non lasciano scampo ad un Casarano comunque meritevole ma estrememanete impreciso sotto porta

12.05.2024 20:06


https://www.buonocuntosrl.it/

Dopo il doppio pari in campionato, rispettivamente 1 – 1 al “Tursi” e 0 – 0 al “Capozza”, Martina e Casarano si affrontano per la terza volta in stagione nella semifinale play – off per decretare la squadra che volerà in finale per continuare ad inseguire il sogno serie C.

Mister Pizzulli, per l’occasione, si affida all’ormai collaudatissimo 4 – 2 – 3 – 1 con Pirrò tra i pali; difesa con capitan Rizzo ed il vice capitano Silletti a comporre la cerniera centrale; Mancini terzino destro e Nikolli dirimpettaio a sinistra; centrocampo con Virgilio e Piarulli a protezione della difesa; in avanti il tridente tutto fantasia con Baglione a sinistra, Bonanno al centro e Pinto a destra sostiene il puntero Ryduan Palermo.

In panchina siedono Figliola, Perrini, Ganfornina, Ding, Langone, Tedesco, Filippi Filippi, Battimelli e Vaticinio.

Il Casarano risponde con Pucci in porta; Nunez, Giannini, l’ex Cerutti, Legittimo, Perez, capitan Citro, Gjonaj, Guastamacchia, Marconato e Gambino.

A disposizione di mister Laterza ci sono Carotenuto, Celli, Thiandoum, Versienti, Pedalino, De Luca, D’Alena, Diop e Corvino.

Arbitra l’incontro il sig. Nicolo D’Orillo della sezione di Torino, coadiuvato dagli assistenti Dario Testaì, della sezione di Catania e Giovanni di Meglio di Napoli.

Giornata soleggiata, “Tursi” ben gremito e vicino al sold out, nutrita presenza della tifoseria ospite.

Parte meglio il Casarano che sospinto dai propri uomini di fantasia e dalla necessità di provare a centrare la vittoria per garantirsi il passaggio del turno, per i primi 8’ fa registrare un costante possesso palla nella trequarti avversaria, facendo collezione di tiri dalla bandierina.

La prima iniziativa per il Martina, invece, si registra al 9’ quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo c’è una conclusione dal limite dell’area di rigore sulla quale Palermo prova a prendere posizione  ma viene contenuto con esperienza dalla difesa ospite.

Crescono gli uomini di Pizzulli ed al 12’ un intraprendente Baglione, dalla sinistra, va alla battuta sotto porta conquistando un nuovo corner.

Si scaldano gli animi ad al 15’, sugli sviluppi del terzo corner di fila conquistato dai padroni di casa, il direttore di gara, sig. Dorillo deve ricorrere all’ammonizione nei confronti dei due numeri 5, Rizzo e Cerutti per mettere un po’ d’ordine alla contesa.

Il Martina, dopo l’inizio contratto, ha ormai la partita in pugno, e tre minuti dopo arriva il meritato vantaggio: Pinto sgasa sulla destra, lasciando alle spalle il proprio marcatore, penetra in area e serve un assist al bacio per bomber Palermo che, dal centro dell’area di rigore, non ha alcun problema a trasformare in rete la pregevole iniziativa dell’ex Castellaneta. Martina 1, Casarano 0.

La partita scorre via velocemente e dapprima il Casarano al 21’ va vicinissimo al pari con Citro, murato provvidenzialmente da Pirrò, con la sfera che ballonzola pericolosamente nei pressi della linea di porta senza che nessun compagno riesca a trovare la deviazione vincente, mentre sulla successiva ripartenza, al 22’ è Pinto che ha una buona chance per il raddoppio ma la sua conclusione è abbastanza centrale e non impegna eccessivamente l’estremo difensore ospite, Pucci.  

Gli ospiti, nonostante lo svantaggio, hanno il merito di non disunirsi e continuare a crederci ed al 30’ è Gjonaj di testa, sugli sviluppi d’angolo, a mettere qualche apprensione di troppo alla retroguardia bianco – azzurra che comunque riesce a sbrogliare la matassa.

Il Martina si riaffaccia nuovamente in avanti al 36’, nuovamente con Baglione che si invola in area e va alla battuta da posizione defilata, trovando il riflesso di Pucci che gli chiude lo specchio della porta. Ma gli uomini di Pizzulli, oggi sono in giornata di grazia, e dopo un solo giro di lancette, trovano il raddoppio sempre con lo scatenato Ryduan Palermo abilissimo a sfruttare, a pochi passi dalla linea di porta, una palla messa al centro da Pinto e sulla quale Pucci era stato già provvidenziale sul primo tentativo a botta sicura di Bonanno. Martina 2, Casarano 0.

Al 43’ è Nicola Citro, nettamente il migliore dei suoi, ad impensierire Pirrò ma la sua conclusione, in precario equilibrio anche a causa di una furba trattenuta di Silletti, si impenna alta sulla traversa. Ben più pericolosa è l’occasione che capita sui piedi dello stesso numero dieci all’ultimo respiro della prima frazione di gioco, ma il suo insidioso diagonale mancino fa letteralmente la barba al palo prima di spegnersi sul fondo, a Pirrò battuto.

Dopo 47’ il sig. Dorillo manda le squadre negli spogliatoi. Uomini di Pizzulli abili nel capitalizzare le occasioni create, di contro gli ospiti recriminano per le buone chances messe a referto con Citro, ma poco cinici sotto porta ed estremamente fragili in difesa.

Il Casarano inizia la ripresa con la stessa verve grintosa con la quale si era approcciato all’inizio del match ed al 51’, Nunez con un pregevole diagonale rasoterra dalla destra, trova l’attenta risposta di Pirrò.

Tre minuti più tardi è Baglione, su calcio di punizione dai 35 metri, ad impegnare Pucci, costringendo il numero 12 ospite alla respinta in calcio d’angolo.

Mister Laterza prova allora a mischiare le carte: fuori Cerutti e Dalena, dentro De Luca e Marconato. Cerniera di centrocampo completamente nuova per gli ospiti. Al 59’ nuovo cambio in casa leccese: fuori Gjonaj, dentro Corvino. Laterza prova a rincorrere il match con il doppio terminale offensivo. Al 62’ è proprio il nuovo entrato che si divora una clamorosa occasione da gol, spedendo in curva un calcio di rigore in movimento, procurato da una interessantissima incursione dalla destra di Perez. Di contro il Martina al minuto 66 si rende nuovamente pericoloso in area di rigore, sempre con Baglione che viene murato in corner dal bravissimo Pucci. Prosegue in duello personalissimo tra il numero 8 bianco – azzurro e l’estremo difensore ospite, con il numero 12 vincitore.

Al 69’ nuovo squillo per i padroni di casa: Pinto riceve palla dalla sinistra, esterno destro in corsa di prima intenzione che trova ancora una volta l’attenta risposta in angolo di Pucci.

Al 70’ ultimi cambi per mister Laterza: dentro Diop e Versienti, fuori Citro e Gambino. Mister Pizzulli, invece, da spazio allo spagnolo Ganfornina che rileva un ottimo Baglione.

Il Casarano non demorde ed al 73’ Perez dalla sinistra si incunea di forza in area e scarica un rabbioso diagonale da posizione angolatissima, che trova l’attenta parata di Pirrò. Altro giro di lancette, altra occasione per gli ospiti: pallone che carambola in piena area di rigore sui piedi di Corvino che spara a botta sicura ma Pirrò è ancora superlativo e mantiene inviolata la propria porta.

Al 79’ nuovi cambi in casa Martina, con Pizzulli che manda in campo Perrini e Langone che rilevano Bonanno e Piarulli. Evidente l’intento di contenere le ultime sfuriate ospiti con nuove forze fresche in campo con attitudine prettamente difensiva. All’85’, invece, arriva la meritata standing ovation per Palermo, che lascia il campo a Tedesco.

Al 90’ il Martina cala il tris: Virgilio sfonda sulla destra mettendo la sfera al centro dell’area di rigore dove l’accorrente Pinto ha il tempo di controllare la palla e battere Pucci, trovando il meritatissimo sigillo personale, che corona l’ennesima superba prestazione stagionale.

Spiccioli di partita per Battimelli che rileva l’inesauribile Mancini. Il Casarano, invece, trova ancora il tempo per recriminare con l’ennesima doppia occasione divorata sotto rete, dapprima con Diop e successivamente con Corvino.

Dopo 4’ di recupero il sig. Dorillo, sancisce la fine dell’incontro. Il Martina, con un perentorio 3 – 0 batte il Casarano e vola in finale play – off dove affronterà il Nardo’ che nel pomeriggio ha battuto l’Andria con una rete di D’Anna al 78’.

Commenti

Teatro. “Fiera Estrò” il 18 maggio tra divertimento e stravaganza
ASD Statte, il Presidente Russo: 'Sensazioni positive; ringrazio tutti'