Taranto F.c.

Orazio Mitri: 'Battere il Taranto è sempre stata una grande emozione'

L'ex attaccante del Martina a Tutto Sport Taranto: 'Per gli ionici stagione altalenante e fallimentare'

24.05.2020 18:22

DI ALESSIO PETRALLA

Con Prisciandaro ha scritto un pezzo di storia del Martina, sfiorando la serie B persa solo nella finale play off con il Pescara, Orazio Mitri che, a Tutto Sport Taranto, parla del momento e rivive alcuni momenti passati: “Verso la metà di febbraio avevo raggiunto un accordo con il Maglie, formazione che milita in Promozione. Poi è successo il pandemonio con la chiusura totale. Il futuro è incerto e regna tanta confusione”.

LA RIPRESA: “Abbiamo visto quante difficoltà ci sono nelle seri minori per attuare i vari protocolli. E’ stato giusto sospendere quasi tutto (tranne i professionisti). E’ giusto così perché nessuno si aspettava questa situazione. Per quanto riguarda le classifiche farei salire tutte le prime retrocedendo le ultime quattro. Peccato per alcune squadre importanti che avrebbero avuto tante partite per salvarsi”.

MARTINA: “Ho vissuto momenti importanti, anni indimenticabili, della mia carriera. Adesso, purtroppo, anche il club biancoazzurro rischia parecchio visti i problemi societari. Non so come e da dove ripartirà”.

SERIE D/H: “In questo girone molte squadre, in chiave promozione, stavano recuperando con il Bitonto che viveva un periodo di alti e bassi. Alla vigilia del campionato c’erano tante formazioni quotate per il salto di categoria come Taranto, Cerignola e Foggia oltre, ovviamente, ai neroverdi. Zona retrocessione? Mi dispiace per il Nardò che rischia seriamente di retrocedere: stava disputando una buona stagione”.

IL TARANTO: “Per gli ionici è stata una stagione altalenante: sono partiti con il tecnico Ragno per poi richiamare Panarelli che era partito bene avendo un calo. Non voglio giudicare nulla ma una cosa è certa: il Taranto merita palcoscenici migliori. Per loro è stata una stagione fallimentare vista la rosa costruita e visti i presupposti creati”.

PRISCIANDARO-MITRI: “Con Gioacchino, a Martina, ho vissuto tre stagioni irripetibili in cui abbiamo vinto anche due campionati sfiorando la serie B nella finale play off con il Pescara. C’era il giusto feeling sia all’interno che all’esterno del campo: di conseguenza giocare con lui era facile”.

I DERBY COL TARANTO: “Ho tanti ricordi di quelle sfide con i rossoblù: ne disputammo quattro vincendole tutte. Ricordi bellissimi per i supporters martinesi un po’ meno per i tarantini. Taranto è una grande piazza e batterlo era sempre una grande emozione. Furono tutte grandi sfide”.

Si ringraziano:

 

 

Commenti

Francesco Mignogna: 'Il Taranto avrebbe scalato posizioni ma i play off non servono'
Taranto: Luigi Manzo, 'Se dovessi rientrare nei piani resterei volentieri'