Fuori dal Campo

Coronavirus: Lopalco, 'A Natale massimo in sette persone'

06.11.2020 20:30

La seconda ondata del virus in Puglia "è cominciata un paio di settimane fa" . E considerando che "mediamente un'ondata pandemica dura fra le sette e le otto settimane" ci aspettano ancora "almeno sei settimane di stress". Parola di Pierluigi Lopalco, l'epidemiologo assessore regionale alla Sanità a capo della task force regionale sull'emergenza Covid, che analizza l'andamento dei contagi e ha commentato in una intervista a Un giorno da pecora su Rai Radio 1 le misure varate dal governo.

Un decreto che l'epidemiologo ritiene "l'ultimo, il definitivo", perché avendo suddiviso le regioni in fasce di rischio stabilisce le regole che dovrebbero accompagnarci sino alla fine dell'emergenza. " Speriamo che a Natale sia in fase di discesa" , dice Lopalco precisando però che "se penso alle nostre famiglie da 20 persone a tavola la vedo difficile, la nostra socialità dovrebbe essere rinchiusa in un ambito di 6-7".

Uno dei criteri in base ai quali il governo ha classificato le regioni è il cosiddetto indice Rt, cioè la capacità di contagio di un territorio. " Noi siamo nel colore intermedio, un arancione chiaro" , chiarisce ancora Lopalco, con l'indice di Rt  intorno a 1,5: in qualche provincia un po' di più, in altre un po' meno". Le ultime misure restrittive dovrebbero aiutare ad abbassare la curva, ma "se i contagi scenderanno grazie a questo decreto lo vedremo fra dieci giorni".

Lopalco dice di essere " concentrato sull'organizzazione della risposta alla pandemia, sui posti letto, sulla situazione dei contact tracing che è in uno stato di stress pesante " . Intanto in Puglia, come nel resto d'Italia, è scattato il coprifuoco alle 22, che Lopalco avrebbe anticipato. "Dopo le 22 c'è poco movimento nelle città - dice - per avere effetti io avrei anticipato il coprifuoco alle 21 almeno" , spiegando poi che "una misura del genere non può basarsi su dati scientifici, credo che abbia più un potere comunicativo. Il messaggio è che dopo che si finisce al lavoro bisogna tornare a casa e non bisogna più uscire".

Sul rischio che, come avvenuto durante il lockdown, la chiusura delle regioni del Nord provochi una fuga verso la Puglia, "speriamo di no - dice - Se ci fosse un lockdown in Lombardia, per esempio, gli studenti del Sud che vivono lì e vogliono tornare a casa, secondo il dpcm possono farlo. Quindi non c'è motivo di assaltare i treni". E al consiglio dato dal leader della Lega, Matteo Salvini, di usare l'idrossiclorochina per curare il Covid, Lopalco risponde che " i politici dovrebbero evitare alcune invasioni di campo" . Quel farmaco " è stato sperimentato - conclude - e si è visto che non funziona".

Fonte: Repubblica

Commenti

VIDEO: LND Puglia, stabilite le modalità di promozioni e retrocessioni
Coronavirus in Puglia, Emiliano riapre le scuole elementari e medie: didattica a distanza solo per le superiori