Settori Giovanili

Virtus Taranto, mister Cordola: "I ragazzi tendono soprattutto a divertirsi ed è giusto che sia così"

"Fin quando è stato possibile abbiamo dato il 110% per far divertire e nello stesso tempo crescere i nostri bambini"

18.05.2020 21:28

Mister come vi siete rapportati con la squadra in questo periodo legato alla pandemia?

Purtroppo con questa pandemia rapportarsi è stato quasi impossibile. Mi sono prodigato nella realizzazione di video con una decina di esercizi che inviavo sul gruppo whatsapp della scuola in modo che i genitori li mostrassero e spronassero a farli. Ovviamente il tutto da fare in casa nella massima sicurezza facendo soprattutto in modo che non perdessero la sensibilità e la tecnica fin li acquisita

Come ritiene sia stato l'apprendimento dei ragazzi nonostante le diverse tipologie di sedute?

I ragazzi tendono soprattutto a divertirsi ed è giusto che sia così, quindi essendo questo il nostro obbiettivo primario farli apprendere divertendosi e vedendo negli anni che è il modo migliore per farli crescere, possiamo dire che anche quest'anno fin quando è stato possibile  abbiamo raggiunto l'obbiettivo.Voglio solo fare un appunto che faccio sempre quando mi  confronto con i genitori, la presenza costante è fondamentale, i bambini crescono sotto tutti i punti di vista educativi,tecnici e sociali, che sono i miei obbiettivi primari.

State già programmando una fase di ripresa degli allenamenti?

A dir la verità la ripresa è alquanto difficile per i bambini in questo momento ed essendo quasi a giugno alla fine della stagione ormai stiamo programmando per la prossima stagione, magari se ci sarà la possibilità virus permettendo organizzeremo in estate qualche partitella tra di loro per farli divertire e quindi esaudire il loro desiderio nato dalla chiusura della scuola.

Quanti danni ha portato complessivamente alla vostra attività la pandemia?

Parlare di danni a livello tecnico mi sembrerebbe assurdo poiché in questo momento ci sono state cose ben più importanti..per quanto riguardo il lato economico dovrebbe rispondere la società...conoscendo bene la società, i costi dove spesso si va incontro alle esigenze dei genitori, non credo ci siano stati grossi danni perché questa società opera soprattutto per passione e divertimento.

Può comunque trarre un bilancio della vostra ultima stagione?

Sarebbe banale dire che la stagione è andata benissimo e poi con il virus è andata male.Mi sento solo di dire che fin quando è stato possibile abbiamo dato il 110% per far divertire e nello stesso tempo crescere i nostri bambini e quando lavori così raccogli quasi sempre.Ora speriamo che tutto svanisca per continuare a trasmettere passione valori e infine tecnica calcistica ai nostri bambini.

Commenti

Calcio: Niente serie A fino al 14 giugno
Tennis Tavolo Taranto, i verdetti stagionali: una promozione e due permanenze