Taranto F.c.

Massimiliano Tangorra: 'Forse a Taranto sono mancati gli equilibri'

Il tecnico del Barletta a Tutto Sport Taranto: 'Avrei bloccato le retrocessioni'.

13.06.2020 16:38

DI ALESSIO PETRALLA

Ha fatto benissimo con il Barletta, portandolo dall'ultimo posto fino alla zona play off nel campionato d'Eccellenza, il tecnico Massimiliano Tangorra che, a Tutto Sport Taranto commenta le ultime novità legate al calcio e parla della serie D/H: "Venerdì sera, in occasione di Juventus-Milan, si è visto subito che le squadre erano fuori condizione: lo conferma l'errore dal dischetto di Ronaldo. A livello mentale ancora non erano al top".

LE CLASSIFICHE: "In serie D sospendere è stata la cosa migliore. Ricominciare a otto partite dalla fine avrebbe rimesso tutto in discussione. Giusto far salire le prime ma per quanto riguarda le retrocessioni non sono del tutto d'accordo: le avrei bloccate facendo, la prossima annata, dei gironi con squadre in più e retrocessioni in più. Nessuno conosceva il Coronavirus e quindi la Federazione doveva e deve pensare a fare il male minore".

SERIE D/H: "E' stato un raggruppamento molto combattuto ed equilibrato che si è rivelato competitivo con piazze e società attrezzate che hanno un passato tra i professionisti. Queste meriterebbero dei campionati appropriati grazie ad un connubio squadra tifosi. Anche il Sorrento si è rivelata una società importante che ha fatto bene. In serie C è salito il Bitonto che ha avuto anche un pizzico di fortuna visto che si dovevano giocare gli scontri diretti. Campionato che paragono alla vecchia C2".

IL TARANTO: "Se non vivi uno spogliatoio o la città dall'esterno si può anche sbagliare. La tifoseria di Taranto viene da anni di calcio di un certo livello e quindi ha delle conoscenze importanti. Nella stagione da qualche mese terminata sono stati fatti degli avvicendamenti tecnici forse troppo in fretta. Inoltre, la società dev'essere brava a non creare aspettative e quindi avere sempre un rapporto trasparente con la tifoseria. Poi, squadra, società, giornalisti e tifosi devono remare tutti nella stessa direzione. Molto probabilmente sono mancati gli equilibri nelle scelte così come quando le cose non sono andate bene. Spero che Pagni sia più fortunato dei suoi predecessori visto che per un ds non è proprio facile lavorare in certe piazze in cui molti giocatori non sono abituati a stare viste le tante pressioni".

TANGORRA: "Mi auguro di avere la possibilità di esprimere le mie qualità e i miei difetti. Credo che a Barletta ho svolto un buon lavoro visto che ho portato i biancorossi dall'ultimo posto alla zona play off. Feci bene anche a Monopoli in serie C: con i biancoverdi restammo per sei turni al primo posto. Sono sceso in Eccellenza per rimettermi in discussione: faccio il mio lavoro con coerenza intellettuale".

Si ringraziano:

 

 

Commenti

Badminton.News, una nuova testata giornalistica al servizio di uno sport che vuole crescere
Talsano Taranto, Pellegrini: "Il blocco delle retrocessioni ci penalizzerebbe. Confidiamo nella Figc"