Promozione Pugliese Gir. B

Promozione: Play-Out Manduria, la resa dei conti

a cura di Fabrizio Izzo

21.04.2017 11:04

Immagine ZaccagniGara decisiva per i biancoverdi che domenica, sul proprio campo, affronteranno il Maglie nello spareggio salvezza. Partita unica, 90 o 120 minuti, al cardiopalmo per un Manduria che non può sbagliare, è la resa dei conti. Un’annata storta quella dei messapici partiti con l’obiettivo Play-Off e che invece è diventata tragica trovandosi a giocare la permanenza in categoria in un’unica sfida contro i giallorossi leccesi. Due squadre importanti, con un passato calcistico non trascurabile che per diversi motivi sono costrette all’appendice di campionato più drammatica. Il Maglie, per varie vicissitudini tecnico-societarie, ha avuto una partenza ritardata è non ha mai dato segnali di ripresa, un campionato disputato in affanno e sempre rilegato nei posti più bassi della classifica. Il Manduria ha avuto una buona partenza ma ha dovuto fare i conti con imprecisioni societarie ma soprattutto ha pagato lo scotto di una stagione sfortunata costellata dai molteplici infortuni, in alcuni casi gravi, che hanno interessato molti dei giocatori tesserati non consentendo agli allenatori di disporre mai dell’intera rosa. La sosta pasquale ha sicuramente concesso al tecnico biancoverde il tempo necessario per recuperare tutti gli elementi non in buone condizioni. Il Manduria nell’ultima di campionato, nonostante le molte assenze, è riuscito ad espugnare il campo di Copertino con una buona prestazione mentre il Maglie è uscito dal De Bellis di Castellaneta con tre reti sul groppone. Due risultati opposti che apparentemente potrebbero dare delle indicazioni sulla favorita ma che realmente hanno poco significato. Il match di domenica equivale ad una stagione, è una partita secca in cui le performance pregresse e le statistiche non hanno peso. Sul campo ci saranno due squadre, 11 contro 11, che vorranno prevalere l’una sull’altra, non ci sono grossi calcoli da fare, dentro o fuori. Il Manduria sembrerebbe avvantaggiato, ha a disposizione due risultati su tre, il Maglie non ha niente da perdere dovrà fare la partita della vita e vincere. Sarà gara aperta o condizionata dall’elevata posta in palio? Di certo c’è che il match sarà giocato davanti ad una cornice di pubblico importante. Il criterio prevede che: il Manduria conserverebbe la categoria in caso di vittoria o di pareggio (se nei 90 minuti regolamentari il risultato sarà di parità saranno giocati due supplementari da 15 minuti, qualora il risultato dovesse restare in equilibrio al 120° i padroni di casa conserverebbero la categoria grazie al miglior piazzamento in campionato); il Maglie rimarrebbe in Promozione solo vincendo. Mister Cannalire: “Stiamo preparando la gara in modo scrupoloso, non stiamo trascurando nulla sia dal punto di vista mentale che da quello tattico, da 15 giorni non pensiamo ad altro. La sosta è stata salutare, siamo riusciti a recuperare gli infortunati, avrò tutti a disposizione. È una partita secca e in questi casi tutto può succedere, non ho paura dei nostri avversari ma rispetto. Il Maglie è una buona squadra, con giocatori di spessore e sinceramente non riesco a piegarmi come mai si sia trovata in questa situazione. Domenica scenderemo in campo per vincere nei 90 minuti regolamentari, non faremo calcoli nonostante sappiamo che il pareggio comunque ci favorirebbe. Sarà una partita dove gli episodi potranno essere determinanti, dall’una o dall’altra parte. Noi faremo in modo che gli episodi siano dalla nostra parte. Credo che la condizione atletica sia determinante per il risultato più ancora dei piani tattici. Domenica ci vorrà concentrazione, voglia di vincere e sacrificio per spuntarla sugli avversari. Dobbiamo dare fondo a tutte le nostre energie fisico-mentali e fare una grandissima partita. In queste gare secche purtroppo, quando cali di concentrazione, rischi di capitolare anche senza meritarlo. Mi aspetto una prestazione buona da parte della mia squadra e magari lo spunto individuale di Gennari o Riezzo che possa fare la differenza.”

Commenti

Eccellenza: l’Hellas dice addio
Promozione: il Laterza deve vincere a Polignano per salvarsi