Serie D - gir. H

Sorrento: Mancino, 'Con Amodio solo una chiacchierata, subito feeling tra noi'

22.07.2020 18:25

DI ALESSIO PETRALLA

È stato il primo colpo estivo del ds del Sorrento, Antonio Amodio, che porta in rossonero un vero top player per la categoria: il trequartista Nicola Mancino. Approda in Costiera con alle spalle molti anni tra serie B e C, mentre nell'ultima stagione ha indossato la maglia del Francavilla ed ora si presenta alla sua nuova tifoseria: “Per trovare l’accordo è servita soltanto una chiacchierata con il Direttore Sportivo Amodio. C’è stato subito feeling ed è scattata quella scintilla che mi ha convinto. Sono davvero contento per la scelta fatta”.

GLI OBIETTIVI: “Sono una persona ambiziosa: a livello di squadra voglio cogliere la salvezza quanto prima per poi guardare avanti con maggiore serenità. Personalmente, spero di dare il mio contributo dal punto di vista realizzato e di assist, come cerco di fare ogni anno”.

IL CAMPIONATO: “Dipenderà dal girone in cui verremo inseriti. Quello H, quindi quello pugliese, è molto duro da affrontare. Essendo, per me, solo il secondo anno in serie D gli altri raggruppamenti li conosco ben poco. Dall'esperienza dell'ultima stagione penso che 'H sia il più difficile”.

MANCINO: “Sono un calciatore che ogni domenica prova a mettere il 100% in campo. Cercherò di dare sempre una mano ai compagni, mettendo a loro servizio la mia tecnica e le mie giocate”.

MESSAGGIO: “Finalmente sono arrivato a Sorrento visto che negli anni passati, spesso, sono stato vicino. Tutti insieme potremo levarci belle soddisfazioni”.

LA RIPRESA: “Giocare senza tifosi sarà brutto, però, bisogna non bisogna dimenticare della tragedia vissuta negli scorsi mesi. Per questo bisogna restare attenti e non calare la prudenza. Dalla sospensione del campionato mi sono sempre allenato, rimanendo sempre in forma e adesso non vedo l'ora di ricominciare”.

IL PRIMO IMPATTO: “Con tutti i dirigenti e con il direttore l’impatto è stato ottimo. In tanti anni questa società è riuscita a costruire una bella famiglia: si conoscono tutti. Per me sarà una bella sfida. Colgo l’occasione per ringraziare il Presidente Cappiello e il ds Amodio che assieme a tutti agli altri collaboratori mi hanno accolto benissimo”.

SQUADRA GIOVANE: “Mi metterò sempre a disposizione dei più giovani, dandogli consigli. Loro sono il nostro futuro e sono fondamentali per questa categoria”.

Si ringraziano:

 

 

 

 

Commenti

Coronavirus: Il bollettino nazionale del 22 luglio. 282 nuovi casi, 9 morti e 76 malati in più
Taranto: Mercato in uscita, ecco la nuova squadra di Van Ransbeeck