Taranto F.c.

Real Aversa: Il ds Filosa, 'Il Taranto la più forte del girone ma non partiamo sconfitti'

Il dirigente dei campani a Tutto Sport Taranto: 'Montervino ha costruito una squadra forte'

16.12.2020 20:26

DI ALESSIO PETRALLA

Una vittoria preziosissima e frutto di una prestazione propositiva quella conquista dal Real Aversa a Fasano. Tre punti che permettono di affrontare con più serenità il Taranto che il ds dei campani Paolo Filosa analizza così a Tutto Sport Taranto: "I tre punti raccolti mercoledì a Fasano sono molto importanti per una squadra giovane come la nostra al quale è capitato di alternare buonissime prestazioni a giornate no come è successo domenica ad Andria. A Fasano si è rivista una squadra spumeggiante: però, non eravamo brocchi ad Andria come non siamo fenomeni oggi. In Puglia abbiamo finito il match, addirittura, con sei under di cui due nati nel 2002. Sono contento per i complimenti ricevuti dal nostro allenatore da parte del Fasano e della stampa per l'atteggiamento propositivo avuto nell'ultimo spezzo di partita (gara sospesa sullo 0-1 al 33'). Vittoria targata De Stefano".

IL TARANTO: "Domenica andremo ad incontrare la squadra più forte del girone che vanta di atleti di spessore come Marsili, il giovane Diaby e Guastamacchia. Il mio amico Montervino ha costruito una squadra veramente forte che rispetteremo. Ovviamente, non partiremo da vinti con i rossoblù che per batterci dovranno sudare sette camicie. Con la formazione più completa del raggruppamento non abbiamo nulla da perdere. Complimenti a Monfervino che senza farsi prendere dagli entusiasmi ha lavorato bene: alla fine, sono convinto, che avrà ragione lui".

LA GARA: "Non giocare allo "Iacovone", seppur vuoto, può rappresentare un vantaggio mentale per i nostri giovani calciatori che non entreranno in uno stadio storico che ha ospitato grandi palcoscenici. L'Aversa è una squadra che non ama specchiarsi e che ha assunto le caratteristiche dell'allenatore".

BEFFE CONSECUTIVE: "I due pareggi al fotofinish subiti? Il Taranto ha calciatori, allenatore e società molto esperti e avranno assorbito il colpo con Montervino che, sicuramente, si sarà fatto sentire. Li vedremo ancora più incazzati per i due gol presi all'ultimo secondo. Siamo, però, chiamati a pensare a noi visto che abbiamo subito cinque rigori di cui tre inesistenti: gli arbitri giovani vanno aiutati".

Si ringraziano:

Commenti

Sorrento: Cassata, 'Un ko non cambia la nostra mentalità e modo di lavorare'
"La spesa sospesa", bella iniziativa della PROTEZIONE CIVILE di Carosino ERA - N.I.T.A. Ciro Campagna