News FdC

Rezza: “Il Paese sta meglio, per fase 2 identificare tempestivamente qualsiasi focolaio”

20.04.2020 12:36

"L'Italia sta decisamente meglio, lo dicono tutti gli indicatori: diminuiscono i nuovi casi, c'è meno pressione sugli ospedali e il famoso R0, l'indice di contagio, che nelle prime fasi dell'epidemia era superiore a 3 (ogni infetto contagiava in media più di tre persone) oggi è di poco inferiore a uno" lo ha spiegato  l'epidemiologo Gianni Rezza, ricordando però che il virus continuerà a circolare ancora a lungo e quindi per la fase 2 c'è bisogno di controllare il territorio per individuare subito i focolai. "È giusto voler tornare alla normalità, soprattutto per chi sta soffrendo economicamente ma d'ora in poi occorre agire sul territorio per identificare tempestivamente qualsiasi focolaio" ha spiegato un'intervista a Repubblica, Rezza.

fonte: fanpage.it

Commenti

Virologo Crisanti: “Con fase 2 sicuramente nuovi casi, bisogna prepararsi alle conseguenze”
"Entro fine aprile zero casi al Sud"