Taranto F.c. News

Punto D/H, Petraglia: 'Il Taranto ha gli ingredienti giusti per il salto di categoria'

07.04.2021 14:40

DI ALESSIO PETRALLA

Il campionato di serie D/H sta entrando nel vivo con il Taranto e il Casarano che lottano per la prima posizione. Ad analizzarlo, a Tutto Sport Taranto, è il Presidente del Grumentum Val D'agri, l'Avvocato Antonio Petraglia: "Il gruppo H è sempre il girone top dell'intera categoria vista la presenza di compagini blasonate. Noto un leggero abbassamento del livello rispetto all'anno scorso dovuto sicuramente al periodo Covid che ci attanaglia da un anno e due mesi. Nel corso della stagione 2019-20, quando c'era anche il Grumentum, erano presenti delle vere e proprie corazzate come il Cerignola. Quest'anno sopra tutte vedo il Taranto e il Casarano oltre alle due lucane, Picerno e Lavello, che non sfigurano. I primi hanno un'ottima squadra e volevano riprendersi la serie C persa in estate mentre i secondi hanno investito tanto puntando su un tecnico, Zeman, innovativo. La Fidelis Andria e il Nardò, dell'ex Grumentum Ciccio Potenza, sono altre due belle squadre".

ZONA BASSA: "In bassa classifica la situazione è abbastanza equilibrata con le varie formazioni che possono prevalere l'una sull'altra: può succedere di tutto. C'è, poi, da mettere in preventivo che più squadre devono recuperare partite come ad esempio il Gravina dei miei ex calciatori Da Gol e Agresta e la Puteolana dell'ex Grumentum Catinali che è un grandissimo calciatore, intelligente e che può cambiare una gara".

IL TARANTO: "Quest'anno è stato costruito bene e si sta rivelando una squadra pratica un po' come l'Inter che ha ottimi calciatori e sa soffrire capitalizzando ogni occasione e ottenendo il massimo. Inoltre quella ionica è una piazza che merita categorie superiori: ha un blasone, che comunque conta fino ad un certo punto, importante. Insomma ha tutto per disputare la serie C. Ora devono essere bravi a saper gestire il tutto con queste caratteristiche in un girone in cui può succedere di tutto. Gli ingredienti giusti per il salto di categoria non mancano".

L'ALTA CLASSIFICA: "Sicuramente Taranto e Casarano sono avvantaggiate e se la giocheranno fino alla fine. Per il primato non escluderei il Picerno e il Lavello. Ogni formazione punterà a fare bella figura al cospetto di queste formazioni".

LE SORPRESE: "Quella positiva è il Nardò: è una formazione che mi piace molto anche perchè ha saputo rilanciarsi dopo una stagione difficile. Merito del Presidente Donadei che quest'anno è stato anche al primo posto. Un gran traguardo. Mi sarei aspettato di più dal Francavilla in Sinni che ha un'ottima rosa e che non merita questa classifica. Sono convinto che raggiungeranno l'obiettivo perchè è una squadra ben costruita".

PROSSIME SFIDE: "Il Taranto sfiderà il Real Aversa formazione che deve salvarsi: non è un campo facile ma se i rossoblù giocheranno come sanno non dovrebbero avere problemi. Il Casarano ospiterà la Fidelis Andria: i ragazzi di Panarelli non hanno ambizioni di vertice ma puntano comunque all'alta classifica. Li ho visti all'opera allo "Iacovone" e mi impressionarono. Picerno-Lavello è una gara da tripla tra due squadre che giovano bene: i gialloverdi fanno un calcio spumeggiante difficile da vedere in serie D mentre i rossoblù hanno atleti di categoria superiore. Bella partita".

Si ringraziano:

Commenti

Taranto: Borsino, lavoro di forza e tattica per i rossoblù
Covid: Il bollettino della Puglia del 7 aprile. 15730 test e 1255 casi. 323 nel tarantino