Fuori dal Campo

Mise: 'Produrre vaccini in Italia dall'autunno'

03.03.2021 17:15

Un incontro si è svolto al Mise sulla possibilità di produrre vaccini anti-Covid in Italia: è stata verificata la disponibilità di alcune aziende a produrre i bulk, ossia il principio attivo e gli altri componenti del vaccino anti Covid, perché già dotate, o in grado di farlo a breve, dei necessari bioreattori e fermentatori. La produzione potrà avvenire a conclusione dell'iter autorizzativo da parte delle autorità competenti, in un tempo stimato di 4/6 mesi. Nell'incontro è stato appurato che ci sono le condizioni immediate per avviare la fase dell'infialamento e finitura.
Lo si legge nella nota del Mise. Grazie all'eccellenza produttiva dell'Italia, infatti - si spiega - sono già pronte a partire molte aziende. E' stato dato mandato dal ministro ai diversi rappresentanti presenti competenti - si aggiunge - di procedere all'individuazione di contoterzisti in grado di produrre vaccini entro autunno del 2021.

"Si è deciso infine di mantenere il massimo riserbo sulle aziende che saranno coinvolte nel processo di verifica in corso", si legge nella nota del Mise diffusa al termine della riunione.

FONTE: ansa.it

Commenti

Taranto: Ecco chi è Gaston Corado
Procedura emergenza Ue forse anche su vaccini in attesa ok