Taranto F.c. News

Taranto, Laterza: 'Concentrazione, voglia, testa e gambe per provare a chiudere i conti'

08.05.2021 12:11

DI ALESSIO PETRALLA

Domenica allo Iacovone arriva il Portici con il Taranto chiamato, assolutamente, a vincere per rafforzare il suo primato. A presentare la sfida con i campani è il tecnico degli ionici Giuseppe Laterza: "Dobbiamo essere più bravi a chiudere le partite perchè, altrimenti, capita di prendere un gol come quello di domenica. Tante volte abbiamo avuto l'occasione del 2-0 che poteva cambiare tutto. Siamo chiamati a miglorare quest'aspetto in fretta perchè in questo rush finale sarà fondamentale: ogni squadra ha ancora un obiettivo e non si accontenterà".

UNDER IN PIU': "Si va verso i primi caldi: vedremo non avrei nessun problema ma cercherò di schierare la miglior formazione cercando di avere i cambi giusti per andare incontro alla seconda parte della gara

IL PAREGGIO: "In settimana ci alleniamo sempre in funzione della gara della domenica e lo facciamo con un unico obiettivo. Quando non arriva il massimo risultato vuol dire che ci è mancato qualcosa e non siamo contenti. Abbiamo sempre reagito lavorando bene perchè esiste una mentalità vincente costruita passo dopo passo. C'è ancora un pizzico d'amaro in bocca per il pareggio di Andria ma stiamo facendo un ottimo campionato consapevoli di non aver vinto ancora niente perchè mancano sei gare".

IL TARANTO: "La squadra sta bene e ha tanta voglia di arrivare all'obiettivo".

IL PORTICI: "Ha cambiato allenatore e ha inserito tre pedine importanti in rosa. Vengono da un successo meritato con il Sorrento e se la giocheranno a viso aperto perchè hanno bisogno di punti. Li rispettiamo ma pensiamo a noi perchè dobbiamo vincere per forza".

IL PRIMATO: "In queste sei partite, guardando la classifica e i vari scontri in calendario non vedo in corsa soltanto il Picerno ma anche altre formazioni che vorranno dire la loro. Pensiamo a noi e non ci facciamo condizionare dal calendario: proveremo a trarre il massimo da queste ultime sfide".

IL PORTIERE: "Ovviamente in campo mando chi sta meglio. Checkowski ha dimostrato di essere cresciuto tanto. Vedremo chi mi darà maggiori garanzie".

CAOS TESSERAMENTI: "E' una situazione che ci troviamo a leggere tutti i giorni ma che non ci condiziona. Lavoriamo cercando di essere professionali sia in campo che fuori. A queste situazioni ci pensa la segreteria e la società. Il nostro lavoro è sul campo".

SOLUZIONI: "Rizzo-Alfageme può essere una buona soluzione da tenere in considerazione. Il secondo ha, però, bisogno di una punta di peso al suo fianco".

FORMAZIONE: "A Guastamacchia domenica scorsa gli si è indurito il polpaccio: ha fatto l'ecografia e non c'è nessuna lesione. In allenamento ha subito una botta e non sarà disponibile domenica. Recupero Alfageme a pieno. Corvino e Santarpia tra i convocati. Corado out e Mastromonaco squalificato".

IL CAMMINO: "In questo percorso abbiamo avuto tanti infortunati, poi il periodo Covid e le gare ravvicinate. Abbiamo sempre reagito da grande squadra in una stagione molto strana. Sono contento di ciò che è stato fatto e vogliamo chiudere l'opera nel miglior modo possibile. La strada è quella buona: dobbiamo dare qualcosa in più. Per chiudere i conti serviranno concentrazione e voglia oltre a testa e gambe. La testa è fondamentale all'80% con le gambe che si riallacciano a questa".

Si ringraziano:

Commenti

Portici, il Presidente Ragosta: 'Il Taranto? L'avrei voluto evitare'
Vaccini: oltre 40mila dosi in 24 ore, record per la Puglia