Serie A e... dintorni

Serie A, l’Inter vince a Torino e allunga sul secondo posto

12.04.2021 14:05

Questo campionato di Serie A 2020-2021 si avvia ai titoli di coda e in testa alla classifica l’Inter di Antonio Conte si gode il vantaggio di nove punti nei confronti dei cugini rossoneri. I nerazzurri, reduci da nove vittorie nelle ultime 10 partite, sembrano aver finalmente trovato la propria identità e nonostante non esprimano ancora un gioco entusiasmante sono di gran lunga la squadra più in forma del campionato. A 11 gare dal termine, Lukaku e compagni sono ormai lanciatissimi verso la vittoria dello scudetto che manca da Appiano Gentile da ben 10 anni.

La squadra di Antonio Conte è reduce da otto vittorie consecutive

Anche il calendario da qui al termine della stagione sorride ai nerazzurri che hanno già affrontato gran parte delle squadre di vertice e dovranno vedersela solo con avversarie alla portata. L’eliminazione ai gironi di Champions e il mancato accesso ai sedicesimi di Europa League avrebbero potuto tagliare le gambe alle squadra di Conte, che invece con un solo impegno settimanale è diventata invincibile. Sono ben otto le vittorie consecutive dell’Inter in Serie A TIM, con i nerazzurri che in questo lasso di tempo hanno guadagnato ben 12 punti sui cugini del Milan che sino a poco tempo parevano destinati a vincere lo scudetto. Grazie allo straordinario periodo di forma della coppia d’attacco formata da Lukaku e Lautaro, l’Inter ha invece annichilito la concorrenza e viaggia a gonfie vele verso la vittoria dello scudetto. La ritrovata solidità difensiva, in uno con il recupero di un centrocampista come Eriksen che da oggetto misterioso è diventato una pedina fondamentale all’interno dello scacchiere nerazzurro, ha permesso a Conte di sperimentare diverse formazioni e tutti coloro che sono scesi in campo hanno ripagato la fiducia a suon di ottime prestazioni. Come se non bastasse, i tifosi interisti si godono la crescita esponenziale di Bastoni che a soli 21 anni è già uno dei difensori migliori del nostro campionato e si candida a essere una delle colonne portanti del presente e del futuro del progetto nerazzurro. Neanche le voci relative a una possibile cessione delle quote maggioritarie da parte del gruppo Suning sembrano aver destabilizzato l’ambiente, che si è dimostrato più forte delle polemiche e delle difficoltà finanziarie e ora al 15 di marzo, l'Inter è la favorita indiscussa per la vittoria del titolo, secondo le scommesse calcio di Betway, a quota 1,20.

La lotta Champions è più aperta che mai

L’Inter, come detto, si gode un vantaggio rassicurante sul Milan secondo in classifica, con i rossoneri che nel girone di ritorno non sono riusciti a replicare quanto di buono fatto nella prima parte di stagione. Dopo aver messo in fila una serie impressionante di record individuali e di squadra, complici anche i tanti infortuni che ne hanno decimato la rosa, i rossoneri hanno smarrito le proprie certezze e nelle ultime 10 gare sono riusciti a portare a casa soli 16 punti che hanno permesso all’Inter di allungare e alle inseguitrici di rientrare. La Juventus, nonostante i tanti problemi interni e l’ennesima eliminazione agli ottavi di Champions, è ora a un solo punto di distanza dai rossoneri ma deve ancora recuperare la partita rinviata lo scorso ottobre contro il Napoli. In caso di vittoria, i bianconeri si porterebbero quindi al secondo posto, a meno sette dall’Inter, e potrebbero nuovamente entrare in corsa per il discorso scudetto. Sempre in zona Champions League continua a correre l’Atalanta di mister Gasperini che non ha minimamente accusato la partenza del Papu Gómez ma, anzi, ha ulteriormente migliorato il proprio rendimento. Ora la Dea è al quarto posto in solitaria, a quattro punti dal Milan secondo e con un risicato vantaggio su Roma e Napoli che non hanno nessuna intenzione di alzare bandiera bianca prima del dovuto. I giallorossi, reduci dalla clamorosa sconfitta giunta sul campo del Parma, sono ora a sei punti di distanza dal secondo posto occupato dal Milan e da qui a un mese dovranno fare a meno dell’infortunato Mkhitaryan, ai box per un problema al polpaccio rimediato nell’andata degli ottavi di Europa League contro lo Shakhtar Donetsk. Anche il Napoli torna a sperare nella Champions League. La squadra di Gattuso, con una partita in meno rispetto alle dirette rivali, è a soli due punti dal quarto posto attualmente occupato dall’Atalanta e a cinque dal Milan secondo in classifica.

Mentre per la corsa scudetto l’Inter ha la strada spianata, in zona Champions League ci sono cinque squadre a giocarsi tre posti e non vediamo l’ora di scoprire chi alla fine riuscirà a spuntarla.

Commenti

Champions League, tutto in novanta minuti: solo il Chelsea ha la semifinale in tasca
Corim Città di Taranto, a Salerno termina 4 a 4