Taranto F.c. News

Fidelis Andria – Taranto: 1-1. Prinari risponde alla rete rossoblu di Alfageme

Gara tirata al “Degli Ulivi” e buon punto conquistato dagli ionici

02.05.2021 17:18

A cura di Enrico Losito

Giunge un pareggio nel derby tra Fidelis Andria e Taranto al culmine di una gara frizzante e combattuta fino al fischio finale. I rossoblu passati in vantaggio nel primo tempo grazie a un preciso diagonale del ritrovato Alfageme, reazione perentoria dei padroni di casa in grado d’impegnare in più di una circostanza il portiere Ciezkowski costretto a capitolare nella ripresa al colpo di testa di Prinari. Pareggio sostanzialmente giusto che accontenta entrambe le squadre.

Cronaca. Il Taranto si modula con il 4-4-2 con spiccate attitudini offensive: esterni offensivi Mastromonaco a destra e Corvino a sinistra con la coppia offensiva composta dagli argentini Diaz e Alfageme. Dall’altra parte la Fidelis Andria di mister Panarelli si schiera con il 3-4-1-2.

Il Taranto subito aggressivo: Alfageme dalla destra entra in area e scarica all’indietro a Tissone, il suo tiro deviato da un avversario termina di poco al lato. Stessa sorte al 20’ per il destro a giro di Mastromonaco. Al 26’ la Fidelis risponde con una punizione velenosa dai trenta metri: il portiere Ciezkowski in tuffo si rifugia in corner. Al 27’ il Taranto passa in vantaggio: Tissone lancia in profondità Alfageme, l’argentino entra in area e fredda l’estremo biancazzurro Petrarca con un chirurgico diagonale per lo 0-1. Al 32’ pronta risposta dell’Andria: Cerone calcia una punizione dalla trequarti ionica, la sfera giunge al limite per il destro al volo di Manzo, Ciezkowski è prodigioso e devia in angolo. Sul seguente corner il portiere rossoblu para a terra la conclusione da fuori area di Bolognese. Nei minuti di recupero l’estremo rossoblu è nuovamente decisivo sulla mezza girata di Avantaggiato. E’ l’ultima occasione degna di nota della prima frazione che finisce con il vantaggio degli ospiti.

Ad inizio ripresa Andria pericoloso: il calcio di punizione dai 25 metri calciato da Cerone lambisce l’incrocio. La risposta del Taranto non si lascia attendere: Alfageme appoggia a Corvino che si libera al tiro ed esplode il mancino respinto da Petrarca. Al 12’ primo cambio della gara: esce Alfageme, entra Corado. Un minuto più tardi sventola dal limite di Manzo: Ciezkowski ribatte in tuffo.  Al 14’ seconda sostituzione per il Taranto: Nicolas Rizzo avvicenda Diaz. Risposta di mister Panarelli: nella Fidelis Dipinto prende il posto di Avantaggiato. Al 18’ terzo cambio per il Taranto: Guiata avvicenda Corvino. Al 25’ tiro-cross dalla destra di Mastromonaco, Petrarca respinge in tuffo. Al 27’ la Fidelis agguanta il pareggio: Manzo la mette in mezzo dalla destra, colpo di testa di Prinari che supera Ciezkowski per 1-1. Girandola delle sostituzioni per i padroni di casa: al 30’ Carullo prende il posto di Prinari, al 33’ Monaco sostituisce Manzo, al 34’          Lacassia avvicenda Pelliccia e un minuto dopo esce Cerone che lascia il posto a Scaringella. Al 38’ pericolosa la Fidelis: il colpo di testa di Venturini viene parata in due tempi da Ciezkowski. Al 39’ quarto cambio per gli ionici: esce Corado, entra Matute. Al 41’ l’arbitro espelle Mastromonaco per un fallo su Carullo e il Taranto termina la gara in inferiorità numerica. Nei minuti di recupero: al 47’ bordata di Benvenga dal limite, Ciezkowski in tuffo si rifugia in corner. Al 51’ il Taranto è pericoloso: la punizione in area di Marsili trova l’inzuccata di Guastamacchia con la sfera che termina sul fondo. Finisce 1-1.

FIDELIS ANDRIA: Petrarca, Lacassia (34’ s.t. Pelliccia), Benvenga, Manzo (33’ s.t. Monaco), Fontana, Venturini, Prinari (30’ s.t. Carullo), Bolognese, Acosta, Cerone (35’ s.t. Scaringella), Avantaggiato (16’ p.t. Dipinto). A disposizione: Antrella, Pelliccia, Mariano, Figliola, Scaringella. All. Panarelli

TARANTO: Ciezkowski, Boccia, Ferrara, Guastamacchia, Rizzo G., Marsili, Mastromonaco, Tissone, Alfageme (12’ s.t. Corado [39’ s.t. Matute]), Diaz (14’ s.t. Rizzo N.), Corvino (18’ s.t. Guaita). A disposizione: Sposito, Gonzalez, Shehu, Matute, Diaby, Marrazzo. All. Laterza

Arbitro: Tesi di Lucca – Assistenti : Tini Brunozzi di Foligno – Barcherini di Terni

Marcatori: 27’ p.t. Alfageme (T), 27’ s.t. Prinari (A)

Angoli: 6-4

Ammoniti: Mastromonaco (T), Cerone (A), Manzo (A), Boccia (T), Benvenga (A), Tissone (T), Rizzo G. (T), Guastamacchia (T), Marrazzo (T), Marsili (T), Carullo (A)

Espulso: 42’ s.t. Mastromonaco (T)

 

Commenti

Covid: Il bollettino della Puglia del 2 maggio. 6226 test e 810 casi. 26 nel tarantino
Fidelis Andria, Panarelli: 'Gara giocata a viso aperto con un Taranto ostico'