Pallavolo Maschile

Prisma Taranto: A Modena non riesce l'impresa dopo un match spettacolare

12.12.2021 20:53



Un match di alto livello questa sera al PalaPanini con Modena che conquista i tre punti in palio non senza sofferenza: Taranto, infatti, sfodera tutto il suo potenziale con uno Stefani in grande spolvero, rientrato al 100% dall'infortunio subito un mese fa, che ha dato prova di grande carattere e determinazione mettendo a terra 18 punti. Parte bene la formazione ionica vincendo il primo parziale, successivamente Modena cresce e Taranto riesce a contenerla ma non finalizza nei vantaggi del secondo parziale. Nel terzo e quarto parziale Nimir e Ngapeth (21 punti a testa) fanno bello e cattivo tempo, nonostante scambi lunghissimi che contraddistinguono il match per spettacolarità e intensità. Non bastano però cuore e grinta rossoblù ad avere la meglio su una Modena fantasiosa e molto tecnica: resta l'amaro in bocca ma la consapevolezza di essersela giocata alla pari con una delle big di questo campionato.

 

IL MATCH

Mister Di Pinto parte con la diagonale Falaschi- Stefani, al centro Di Martino- Alletti, in posto 4 Gironi Joao, libero Laurenzano

Il sestetto iniziale scelto da Giani è composto dalla diagonale Bruno-Nimir, in posto 4 Ngapeth-Van Gardener, al centro Stankovich-Mazzone e libero Rossini.

Taranto si porta subito sopra con ottimi servizi di Gironi e soluzioni di Joao 5-8. Dall'altra parte della rete Nimir mantiene Modena sul pezzo, ma Gironi continua a macinare punti 8-12. Alletti mura Mazzone ma Stefani la mette a terra per l’8-14. Stefani allunga ancora fissando il parziale sull’11-19. Van Gardener schiaccia out per il 16-23, chiude un attacco di Modena out 17-25.

Nel secondo parziale Modena riparte con un piglio diverso e si porta subito avanti 7-4. Ngapeth fermato a muro da Stefani e Taranto si riporta a -1 sul 9-8. Ancora Stefani mette a terra il 10-9. Gironi passa abilmente per il 12-10.  Mazzone fa ace per l’11-15. Gironi in pipe firma il 15-12. Stefani rosicchia un altro punticino 15-13 e costringe Giani al time out. Al rientro Ngapeth in pipe allunga 16-13. Nimir firma il mani-out 18-14 e Di Pinto opta per il time out. Un'invasione di Mazzone permette a Taranto di portarsi a +3 (19-16). Ngapeth spara out per il momentaneo 20-17. Doppio cambio con Dosanjh e Sabbi, entra anche Pochini. Alletti mette la palla a terra per il 21-18. Joao si porta a -1 parziale sul 21-20. Sabbi la mette a terra per il momentaneo  22-21 ma successivamente sbaglia il servizio. Tornano Stefani e Falaschi, Nimir spara out e permette il 23-22. VAn Garderen mani out 24-22. Gironi a terra 24-23. Ngapeth murato da Stefani 24-24. Nimir mani out 25-24, Joao in pipe 25-25. Ngapeth a segno 26-25. Stefani out 27-25.

Nel terzo parziale Di Pinto sostituisce Gironi con Randazzo. Modena va subito sul 5-2 ma risponde Stefani con la palla che vale il momentaneo 6-3. Modena, trascinata da Van Garderen, si porta 12-8. Ngapeth trova una diagonale raffinata in pipe per il 13-10. Ottimi scambi e difese in questo frangente con Stefani che rincorre mettendo a terra il 14-11 e il 15-12. Invasione di Nimir e Taranto rosicchia un punto (17-14). Joao si rende artefice di una spettacolare difesa in rovesciata ma non basta è 19-16. Una trattenuta di Falaschi e Modena allunga a 21-18 Ngapeth mani out (22-18), segue una doppia in attacco di Joao che vale il 23-18. Il gap è ampio, chiude Ngapeth con il punteggio di 25-19. 

Il quarto set comincia con una serie di pallonetti a segno che disorientano la difesa rossoblù, ma Taranto è sempre sul pezzo (5-4). Ace di Van Garderen che vale il 7-4. Ottima pallavolo anche in questo frangente con difese spettacolari, Taranto è a -3 (8-5). Randazzo mura da solo Nimir per il temporaneo l’8-7. Sempre Randazzo firma il 10-9 grazie al suo attacco vincente. Modena va sopra a +3, 15-12 grazie a Nimir che continua ad andare a punto. La successiva invasione di Stefani decreta il 18-14 E’ di Mazzone il punto del 22-16. Taranto non riesce più a rientrare in partita, chiude l’ace di Ngapeth che mette fine al set con il punteggio di 25-16.

Una settimana di tempo per preparare la prossima sfida. Domenica prossima al PalaMazzola arriva Milano, prima battuta alle 18.

 

Stefani: “Siamo stati bravi, abbiamo fatto il nostro gioco, abbiamo ceduto veramente soltanto nell’ultimo set, loro ci hanno un po’ sottovalutato all'inizio e poi hanno tirato fuori il loro vero valore e gioco, recuperando bene ed è stato dal secondo set un bel testa a testa. Io sono rientrato e mi sento benissimo, grazie allo staff fisioterapico e all'osteopata che hanno fatto un ottimo lavoro ho recuperato al 100% l'infortunio alla caviglia. La prossima partita con Milano tosta non meno di questa, alla fine saremo solo noi gli artefici del nostro risultato finale”.

Coach Di Pinto: “E’ stata una bella partita, peccato tornare a casa senza punti ma abbiamo disputato un buon match, non ci hanno lasciato molte chance oltre al primo set. Nel secondo, con un pizzico di fortuna in più, potevamo provare a fare qualcosa di diverso, dopodichè loro hanno tenuto un ritmo molto alto e, pur facendo una buona pallavolo, abbiamo faticato molto. Il doppio cambio è stato molto buono nel secondo set ma purtroppo abbiamo perso una palla molto importante e l'abbiamo pagata. Ad ogni minima nostra difficoltà gli atleti di Modena sono stati bravi a finalizzare a loro vantaggio”.

Leo Shoes PerkinElmer Modena - Gioiella Prisma Taranto 3-1 (17-25, 27-25, 25-19, 25-16)

Leo Shoes PerkinElmer Modena: Mossa De Rezende 2, Ngapeth E. 21, Mazzone 12, Abdel-Aziz 21, Van Garderen 11, Stankovic 5, Gollini (L), Sanguinetti 0, Rossini (L). N.E. Leal, Ngapeth S., Salsi. All. Giani.

Gioiella Prisma Taranto: Falaschi 1, De Barros Ferreira 10, Di Martino 8, Stefani 18, Gironi 7, Alletti 10, Pochini (L), Randazzo 9, Laurenzano (L), Freimanis 0, Sabbi 1, Dosanjh 0. N.E. All. Di Pinto.

ARBITRI: Cerra, Florian. 

NOTE - durata set: 24', 35', 25', 26'; tot: 110'.

MVP – Abdel-Aziz (Leo Shoes PerkinElmer Modena)

Commenti

Taranto Comix torna in presenza. 18 e 19 dicembre al Palafiom
New Taranto vittoria ed emozioni: Monte Sant'Angelo ko