Calcio a 5 Femminile

Massafra C5, Fuggiano: 'Sogno di portare la nostra città in alto nel calcio a 5'

14.05.2021 21:05

Passione, serietà e ambizioni nel tempo per un progetto bello ed importante: stiamo parlando dell'SSD Massafra C5 che quest'anno, per la prima volta, approda in un campionato difficile e importante come quello di serie C Regionale. A commentare quest'avventura è una delle atlete giallorosse, il pivot classe 1999, Martina Fuggiano...: "E' da quando sono bambina che ho la passione per il calcio: purtroppo, essendo sempre stato visto come uno sport prettamente maschile, non avevo modo di praticarlo. Mia sorella è riuscita a diventare allenatrice creando una squadra di calcio a 5. Così pensai che era arrivato il momento giusto per intraprendere questa disciplina".

L'OPPORTUNITA': "Siamo veramente tutte molto contente per l'opportunità che la società dell'SSD Massafra ci sta dando. Passare da un campionato OPES a quello di serie C Regionale (FIGC) è, davvero, un bel salto. Nonostante le avversarie siano molto forti ci stiamo divertendo tanto".

IL GRUPPO: "Siamo molto unite sia all'interno che all'esterno del campo. Il gruppo è solido e spero possa esserlo nel tempo".

ESPERIENZA PREZIOSA: "Il campionato è molto duro ma questa, per noi, è una grandissima esperienza che ci sta permettendo di imparare tanto e carpire quanto più possibile dalle nostre avversarie. Inoltre, ci sta dando la possibilità di affiatarci a livello di squadra".

MESSAGGIO: "Ci tengo a ringraziare la nostra allenatrice Elisabetta Fuggiano e la Direttrice Ida Cardillo per la grande opportunità che ci stanno dando. Credono tanto in noi dandoci giornalmente sempre più forza".

OBIETTIVI: "Sogno di giocare a calcio a 11 magari nella Juventus. Intanto, con le mie compagne, mi piacerebbe portare in alto Massafra nel calcio a 5".

UFFICIO STAMPA MASSAFRA - ALESSIO PETRALLA

Si ringraziano:

Commenti

Massafra, Panzarea: 'Gli obiettivi? Vogliamo ben figurare e migliorare la nostra classifica'
Molfetta, Cianciaruso: 'Taranto? Motivazioni e stimoli per noi alti'