Taranto F.c. News

Potenza-Taranto:1-1. I rossoblu conquistano un buon punto al “Viviani

Di Gennaro risponde alla rete di Cargnelutti, gli ionici nella ripresa restano in dieci per l'espulsione di Labriola

13.03.2022 19:26


A cura di Enrico Losito

Gli ionici con carattere e grinta strappano un punto al “Viviani” di Potenza in una gara rocambolesca nella quale i ragazzi di Laterza sbagliano un rigore in apertura di match con Di Gennaro, incassano la rete realizzata da Cargnelutti al 15’ del primo tempo, in chiusura di frazione agguantano il pari con lo stesso Di Gennaro e nella ripresa restano in dieci per l’espulsione di Labriola ma riescono a resistere in difesa conquistando un buon punto.

 

Cronaca. Il tecnico Laterza modula i suoi con il 4-3-3: in difesa De Maria prende il posto di Ferrara, in mediana Labriola quello dell’infortunato Civilleri, in attacco rientra dalla squalifica Giovinco a completare il tridente con Versienti e Saraniti. Sul fronte opposto il Potenza di Arleo schierato con il 3-4-1-2: in avanti Costa Ferreira alle spalle della coppia Salvemini-Cuppone.

Il Taranto parte forte: al 2’ Versienti dalla destra la mette in mezzo per Giovinco che anticipa Gigli ma viene atterrato dal difensore potentino, l’arbitro assegna il penalty; dal dischetto Di Gennaro spiazza Greco ma colpisce la traversa, la sfera sembra rimbalzare oltre la linea di porta, l’arbitro però lascia continuare. Pronta la risposta dei lucani: al 5’ il fendente di Sandri dal limite lambisce il palo. Al 15’ il Potenza  passa in vantaggio: Costa Ferreira batte un corner in area per il colpo di testa in tuffo di Cargnelutti che insacca 1-0. Al 29’ cambio forzato per gli ionici: esce per infortunio Saraniti, entra Santarpia. Lo stesso Santarpia al 29’ ci prova con un rasoterra dal limite: Greco para in tuffo. Al 44’ il Taranto perviene al pareggio: Santarpia recupera la sfera e scarica a De Maria, il quale la mette al centro per il tocco rapace di Di Gennaro che supera Greco per 1-1, risultato con il quale le squadre vanno al riposo.  

 

Nella ripresa lucani pericolosi al 2’: la punizione di Costa Ferreira sorvola la traversa. Stessa sorte al 10’ per la girata di testa di Matino imbeccato dalla punizione di Bucolo. Al 17’ sostituzioni per le due squadre: nel Taranto Mastromonaco avvicenda Versienti; mentre nelle fila lucane Burzio e Zenoni prendono il posto di Zampano e Costa Ferreira. Al 22’ il Taranto rimane in 10: Labriola, già ammonito, incassa il secondo giallo per un fallo su Sandri. Al 29’ Chiorra in tuffo salva la porta ionica su un fendente da fuori area di Sandri. Al 32’ sostituzione per il Potenza: esce Gigli, entra Koblar mentre al 35’  Nigro avvicenda Bucolo. Nel Taranto, invece, al 37’: Manneh e Ferrara prendono il posto di Giovinco e Santarpia. Inutili gli assalti finali potentini, finisce 1-1.  

POTENZA: Greco; Matino, Gigli (32’ s.t. Koblar), Cargnelutti; Coccia, Bucolo (35’ s.t. Nigro), Sandri, Zampano (17’ s.t. Burzio); Costa Ferreira (17’ s.t. Zenuni); Salvemini, Cuppone. A disposizione: Marcone, Vecchi, Dikdak, Romero, Piana, Sueva, Guaita, Sepe. All. Arleo

TARANTO: Chiorra; Riccardi, Zullo, Benassai, De Maria; Marsili, Di Gennaro, Labriola; Versienti (17’ s.t. Mastromonaco), Saraniti (29’ s.t. Santarpia [37’ s.t. Ferrara]), Giovinco (37’ s.t. Manneh). A disposizione: Loliva, Antonino, Tomassini, Pacilli, Turi,  Cannavaro. All. Laterza.

Arbitro: Gualtieri di Asti

Assistenti: Ferrari di Rovereto – Grasso di Ariano Irpino

Marcatori: 15’ p.t. Cargnelutti (P), 44’ p.t. Di Gennaro (T)

Angoli: 2-7

Ammoniti: Benassai (T), Labriola (T), Di Gennaro (T), Sandri (P)

Espulso: 22’ s.t. Labriola (T),  43’ s.t. Scalese (Dir. Gen. Potenza)

 

 

 

Commenti

VIDEO Avellino, Gautieri nella sala stampa post Palermo
Tennis, Indian Wells Masters: caratteristiche e record del prestigioso torneo