Taranto F.c. News

Taranto, calciomercato: le suggestioni d’attacco

Tanti rumors per il reparto offensivo da Maniero a Cissè passando per Borrelli

24.06.2022 01:45


Riccardo Maniero

A cura di Enrico Losito

Ormai è iniziato il conto alla rovescia per le prime ufficializzazioni in casa ionica, dai primi giorni del mese di luglio saranno resi noti i primi accordi intanto continuano a circolare le voci di mercato che riguardano i potenziali nuovi acquisti. Per quanto riguarda la porta, oltre alla new entry Angelo Casadei (classe 1988) e all’accordo di massima che sarebbe stato raggiunto con Alessio Martorel (2000) resta d’attualità il nome di Michal Lewandowski (classe 1996) del Messina; un semplice sondaggio sarebbe stato effettuato dagli ionici per il portiere Tommaso Nobile (1996) della Virtus Francavilla. In difesa punti fermi tra i riconfermati dovrebbero essere Antonio Granata, Walter Zullo, Antonio Ferrara e Vincent De Maria mentre Francesco Benassai potrebbe finire alla Feralpi Salò. La mediana dovrebbe ripartire dal capitano Massimiliano Marsili e dall’under Valerio Labriola con le incertezze legate al futuro di Marco Civilleri che, malgrado altri due anni di contratto con gli ionici, non rientrerebbe nei piani del tecnico Di Costanzo. Molti i profili accostati in questi giorni al club tarantino come l’argentino Galo Capomaggio (1997) del Fasano sul quale si registra il forte interesse dell’Audace Cerignola che, secondo alcune voci, potrebbe già avere un accordo di massima con il calciatore. Sempre nella zona nevralgica del campo “consigli per gli acquisti” sarebbero rappresentati da Nicholas Bensaja (1995) della Paganese e sette campionati d’esperienza accumulati in C e il giovane Manuel Zanon (2002) del Giugliano (serie D – girone G) mentre sull’esterno offensivo Michele Silvestro (1999) del Brindisi, altro elemento accostato ai rossoblu, si registra l’interesse di Gozzano e Lecco. Capitolo a parte merita l’attacco rossoblu.

LE SUGGESTIONI D’ATTACCO. Una premessa è d’obbligo: gli ionici hanno in organico e sotto contratto Andrea Saraniti e Giuseppe Giovinco malgrado questo la permanenza di entrambi in riva allo Jonio non è così certa. Resta un altro aspetto da valutare di fondamentale importanza: il club rossoblu avrà la necessità di “liberarsi” di alcuni contratti che “appesantiscono” il bilancio per calciatori non adatti al nuovo progetto tecnico e nella fase successiva puntare al “bersaglio grosso” di over importanti. Tra sogni, suggestioni e rumors c’è da depennare il nome di Giancarlo Malcore (1993) riconfermato e blindato dall’Audace Cerignola; ora i “sogni” e le “suggestioni” d’inizio estate conducono al navigato bomber Riccardo Maniero (1987) con all’attivo 23 presenze e 10 reti nella stagione appena archiviata ad Avellino e una lunga carriera in B con le maglie di Ascoli, Bari, Pescara, Ternana, Catania, Novara e Cosenza. Più giovane ma altrettanto importante e difficile da raggiungere Gennaro Borrelli (2000) di proprietà del Pescara e ultima parte della stagione vissuta a Monopoli dove ha realizzato 8 reti in 16 presenze. Sicuramente più alla portata il guineano Karamoko Cissè (1988) del Padova e un passato in B con Albinoleffe, Hellas Verona, Bari, Carpi, Juve Stabia, Cittadella e Benevento, club con il quale ha esordito in massima serie. Non rientrerebbe, invece, tra gli attaccanti d’interesse degli ionici l’argentino Pablo Burzio.

Commenti

ASI, Coppa Ponte Girevole: semifinali spettacolari. Avanti Barocco Argenti e Dea Impianti
Sinner e Alcaraz: storia e vittorie dei due astri nascenti del tennis mondiale