Settori Giovanili

Trofeo Carnevale Città di Gallipoli, domani il saluto finale

a cura di Pasquina Filomena

08.02.2016 23:41


La locandina dell'eventoSi conclude con il saluto finale, domani 9 febbraio 2016 il Torneo Carnevale Città di Gallipoli - Coppa Santa Maria di Leuca.

E’ un torneo internazionale di calcio giovanile riservato alla Categoria Esordienti. Nato nel 2002, si svolge annualmente nella penisola salentina, sui campi in sintetico di Gallipoli e di Santa Maria di Leuca.

Le varie edizioni hanno visto la partecipazione delle seguenti rappresentative giovanili nazionali ed internazionali: ASD Capo di Leuca, F.C. Juventus, U.S. Lecce, F.C. Internazionale, A.S. Bari, A.C. Milan, Ravenna Calcio, Piacenza Calcio, FC Torino, Reggina Calcio, A.S. Roma, S.S. Lazio, Cisco Calcio Roma, AS, Montefiore Gallipoli. AS Ostiamare, Futbol Club Roma, Ac Perugia, FC Sud Tirol, GSD Lascaria, Venaria Reale, Hellas Verona, Pro Calco Sabina, SSC Napoli, AS Salignano, Acf Fiorentina, Pomezia Calcio, Atletico Roma, AC Prato, Calcio Como, F.C. Lucerna, Stoccarda FC, Ajax FC, Leeds United, Crystal Palace, Tottenham Hotspur, Zenith Football School San Pietroburgo, FC Sokolyata, Los Aromos Argentina, Club Deportivo Y Madrin, FC Krasnodar. E questa volta anche la Scuola Calcio BS Soccear Team di Fasano che ha sconfitto i Finlandesi del Pallo Iirot nella "finalina".

Il torneo si svolge con la formula all'italiana a 16 con le seguenti modalità di qualificazione: 4 gironi da 4 squadre. Le vincenti di ogni girone, formeranno le semifinali, le vincenti delle due semifinali disputano la finale per il 1º e 2º posto, le perdenti per il 3° e 4°.

Le stelle del torneo nelle precedenti edizioni che hanno partecipato sono stati: Luca Marrone, Federico Macheda, Libor Kozak, Daley Blind, Manolo Gabbiadini, Mattia Destro, Alexander Merkel e Davide Santon.

Il prestigioso trofeo che viene assegnato alla squadra vincitrice, è opera dell'artista gallipolino Roberto Perrone. Il trofeo è realizzato in terracotta, cartapesta e pietre locali. La scultura si sviluppa con forme irregolari, quasi a ricordare le linee del mare, elemento principale e comune ed il mascherone in cartapesta di impronta greca.

Esperienze uniche che si fanno in campo, emozioni, esultazioni, delusioni, sconfitte, grinta, fischi, applausi, tutto all’unisono di un’unica passione “IL CALCIO”. 

Commenti

Taranto. Mercato: l’”affaire” portiere e la bella gioventù
Martina in festa, Cardamone e Iezzi azzurri