Fuori dal Campo

Domenica 16 ottobre villanelle napoletane con il gruppo vocale Anima Antiqua

15.10.2022 12:44


Il Giovanni Paisiello Festival di Taranto diretto da Lorenzo Mattei per gli Amici della Musica “Arcangelo Speranza”, prosegue nel segno di Napoli, che non è solo melodramma. La capitale partenopea possiede, infatti, una tradizione molto antica di musica vocale rappresentata ai vertici dal repertorio cinquecentesco delle «villanelle alla napolitana», genere al centro del concerto del gruppo Anima Antiqua di scena domenica 16 ottobre, alle ore 18, nella sede dell’Università, in città vecchia (ex Caserma Rossarol), per un altro degli appuntamenti della manifestazione sostenuta dal Ministero della Cultura e dal Comune di Taranto. Si ascolteranno musiche di Giovanni Domenico da Nola, Orlando di Lasso, Giacomo Gorzanis, Donato Baldassare, Adrian Willaert, Orazio Vecchi, Mario Pilati e, in chiusura, una trascrizione per quattro voci a cappella firmata Luigi Trivisano del celebre duetto «Nel cor più non mi sento», l’arietta dall’opera «La Molinara» di Paisiello sulla quale Beethoven scrisse alcune «Variazioni» altrettanto famose.

Nel contesto delle villanelle il confine tra ciò che è «colto» e quello che può dirsi «popolare» sfuma fino a scomparire, facendo oggi comprendere ancor di più l’oziosità di tali distinzioni. Il quartetto vocale napoletano Anima Antiqua composto da Angela Luglio (soprano), Maria Esposito (contralto), Alessandro Caro (tenore) e Roberto Gaudino (basso) ne darà un’interpretazione secondo i più aggiornati criteri di prassi storicamente informata all’interno di un percorso intrapreso da tempo con un’attività concertistica legata soprattutto al recupero e alla divulgazione della tradizione musicale napoletana. Tradizione comprendente non solo villanelle cinquecentesche, ma anche madrigali e musica sacra, quando non addirittura brani di autori contemporanei.

Il gruppo vocale Anima Antiqua, che vanta innumerevoli partecipazioni a prestigiosi festival e rassegne, dal Ravello Festival al Barocco Festival Leonardo Leo, dal Festival Duni di Matera al Festival Durante di Frattamaggiore, nonché al Festival Cimarosa di Aversa e a quello di Sorrento, deve la sua nascita e formazione all’associazione musicale Mysterium Vocis diretta da Rosario Totaro, con il quale l’ensemble tiene tutt’oggi numerose collaborazioni.

Biglietti 10 euro. Info 099.7303972 - 329.3462658.

 

Commenti

Vibrotek Volley, coach Narracci verso l'esordio: 'Incuriosito dalla mia squadra'
Promozione speciale Volleyball World TV per i tifosi rossoblù