Taranto F.c. News

Giudice Sportivo C/C: 2000 euro di multa al Taranto

07.12.2021 17:38



Il Giudice Sportivo Dott. Stefano Palazzi, assistito da Irene Papi e dal Rappresentante dell'A.I.A. Sig. Marco Ravaglioli nelle sedute del 6 e 7 Dicembre 2021ha adottato le deliberazioni che di seguito integralmente si riportano:

SOCIETA'

AMMENDA € 5000 AVELLINO A) per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti: I - nell’avere, prima dell'inizio della partita, acceso e lanciato nel recinto di gioco, senza conseguenze, più di cinque bengala; II - nell'avere, prima dell’inizio della partita, acceso, lanciato e fatto esplodere, senza conseguenze, nel recinto di gioco otto petardi di elevata potenza; III - nell'avere, al 43°circa del secondo tempo, acceso, lanciato e fatto esplodere, senza conseguenze, nel recinto di gioco un petardo di elevata potenza; B) per avere i suoi sostenitori, al 18°minuto circa del primo tempo, intonato ripetutamente cori offensivi e insultanti nei confronti dei tifosi avversari che, in applicazione dei principi enunciati dalla CGF a Sezioni Unite nella decisione pubblicata nel CU 179/CGF (2013/2014), emanata su ricorso del Frosinone Calcio, devono essere qualificati quali insulti beceri e di pessimo gusto, ma non idonei a porre in essere un comportamento discriminante. Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, 25, comma 3, e 26 C.G.S., considerato che non si sono verificate conseguenze dannose (r.proc. fed., r.c.c.).

€ 2000 TARANTO A) per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti: I - nell'avere fatto esplodere, dalla curva nord occupata dai sostenitori del Taranto: 1- all'inizio della partita e mentre le squadre erano a centro campo due petardi di elevato 130/315 potenziale; 2- al termine della partita, mentre le squadre rientravano negli spogliatoi, un petardo di elevato potenziale. II- nell'avere lanciato all'interno del recinto di gioco all'indirizzo dei calciatori ospitati e senza che venisse colpito alcuno, dalla curva nord, settore inferiore, occupata dai sostenitori del Taranto: 1- al termine del primo tempo una bottiglietta di caffè Borghetti; 2 - alla fine della gara tre bottigliette di caffè Borghetti. B) per avere i suoi sostenitori che occupavano il settore Curva Nord intonato cori oltraggiosi: fra il 17° ed il 18°minuto del primo tempo circa e per tre volte contro le forze dell'ordine; al 22°minuto circa del secondo tempo e per due volte contro Istituzioni calcistiche. Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, 25, comma 3, e 26 C.G.S., considerato che non si sono verificate conseguenze dannose (r.proc. fed., r.c.c).

€ 1000 BARI per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti nell'avere, al 41°minuto circa del secondo tempo e al fischio finale della partita, acceso, lanciato e fatto esplodere, senza conseguenze, nel recinto di gioco due petardi di elevata potenza. Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, 25, comma 3, e 26 C.G.S., considerato che non si sono verificate conseguenze dannose e che la Società disputava la gara in trasferta (r.proc. fed., r.c.c.).

€ 1000 FIDELIS ANDRIA A) per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti nell'avere fatto esplodere, a fine gara, all’esterno dello stadio, in occasione dell’uscita del pullman della società Picerno, un petardo di elevata potenza; B) per avere i suoi sostenitori intonato cori oltraggiosi nei confronti di un Dirigente della Squadra avversaria: 1- al 35°minuto del primo tempo, dalla curva occupata dai sostenitori medesimi, cori ripetuti per cinque volte e per una durata di circa due minuti; 2 - a fine gara, all’esterno dello stadio, in occasione dell’uscita del pullman della società AZ Picerno. Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, 25, comma 3, e 26 C.G.S., considerato che non si sono verificate conseguenze dannose e valutate le modalità complessive dei fatti (r.proc. fed.).

€ 500 CATANIA per fatti violenti e contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza commessi dai suoi sostenitori, consistiti nell’avere danneggiato i vetri di due finestre dei servizi igienici maschili. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, e 26 C.G.S., valutate le modalità complessive dei fatti e considerato che la Società sanzionata disputava la gara in trasferta (r.proc. fed., r.c.c., obbligo di risarcimento se richiesto).

 

ALLENATORI NON ESPULSI

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA E € 500 DI AMMENDA VIVARINI VINCENZO (CATANZARO) per aver pronunciato in due occasioni, al 14° ed al 25° minuto circa del primo tempo, un’espressione blasfema mentre si trovava in prossimità della panchina. Sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2, e 37 C.G.S., ritenuta la continuazione (r. proc. fed.).

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA

GRASSADONIA GIANLUCA (PAGANESE) per aver pronunciato in un unico contesto due espressioni blasfeme al 91°circa mentre si trovava in prossimità della panchina. Sanzione in applicazione dell’art. 37 C.G.S. (r. proc. fed.)

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA' IN AMMONIZIONE (V INFR)

BRAGLIA PIERO (AVELLINO)

Commenti

Dalla Football Academy Gioia del Colle alla Primavera del Monopoli, Tangorre: 'Pino Caserta mi ha dato tanto'
Taranto: Si riprende a sudare in vista del derby con il Bari