Calcio estero

Champions League, i quarti di finale delle rivincite e degli outsider

23.03.2021 13:25

Entra nel vivo la corsa al trono d’Europa. Tra il 6 e il 7 e il 13 il 14 aprile vanno in scena i quarti di finale di Champions League, senza italiane ai blocchi di partenza. L’avventura di Juventus, Atalanta e Lazio si è conclusa agli ottavi, quella dell’Inter addirittura alla fase a gruppi. L’Europa dei grandi non è più terra di conquista per le squadre della nostra Serie A, ma le prossime saranno tutte sfide ad elevato tasso tecnico. La più affascinante sarà quella tra Bayern Monaco e PSG, remake della finale dell’anno scorso. I campioni di tutto, capaci di portarsi a casa sei trofei su sei nella scorsa stagione viaggiano a ritmi altissimi con un Lewandowski da 40 gol in questa stagione e una macchina rodata che sembra non avere punti deboli. Ad agosto i parigini si arresero a un passo dal sogno, sconfitti 1-0 dalla rete di Coman. Dopo Tuchel, ora tocca a Pochettino cercare di trascinare il PSG dove nessuno lo ha mai portato. 

Voglia di rivincita che avrà anche il Liverpool accoppiato con il Real Madrid, squadra contro cui nel 2018 perse la finalissima per 3-1 con il disastroso portiere Karius a spezzare i sogni di gloria dei Reds. Klopp è in piena crisi con il sesto posto in campionato che allontana le speranze di qualificazione alla prossima Champions. Così l’unica strada per conquistare l’accesso all’edizione che verrà è alzare la Coppa dalle grandi orecchie a fine stagione. Di fronte però c’è un Real Madrid che dopo un inizio di stagione zoppicante è tornato ad essere squadra competitiva. La doppia sfida con l’Atalanta ha evidenziato un gruppo forte e coeso in cui è la difesa è la vera arma in più. 

A chiudere il quadro dei quarti di finale ci sono due sfide meno “storiche”. La prima è quella tra il fenomenale Manchester City di Guardiola, primissimo in Premier League con 71 punti in 22 partite e sole 3 sconfitte, e il Borussia Dortmund. Pep ha costruito una squadra che gioca a memoria, segna una marea di gol e non sembra mai in affanno. La domanda è sempre la stessa: sarà l’anno giusto per vedere i Citizens in cima all’Europa? Il prossimo esame sarà il Borussia del baby bomber Haaland, l’uomo dei record che quasi da solo ha eliminato il Siviglia e ora cerca un’altra consacrazione. L’ultimo quarto di finale è quello degli outsider. Il Chelsea che con Tuchel sembra imbattibile, 13 gare con il tedesco in panchina, nessuna sconfitta e soli due gol al passivo, affronta il Porto giustiziere della Juventus. I lusitani sono la mina vagante del torneo, nessuno avrebbe puntato un centesimo su di loro e invece sono ancora lì e non hanno niente da perdere. 
La Champions League sta per tornare e già si azzardano i pronostici su chi vincerà l’edizione 2020-2021. Il sito Sportytrader offre una panoramica su chi potrebbe essere la prossima regina d’Europa. In prima posizione, secondo le agenzie di scommesse che indicano i potenziali vincitori, c’è il Manchester City a 3.25, seguito dal Bayern Monaco a 4,25. Il sorteggio non è stato benevolo per il Paris Saint-Germain che è scivolato terzo in griglia a 6, con il Liverpool che segue a 8. Incredibile il salto del Chelsea che con Tuchel scala posizioni fino a superare il Real Madrid, con i Blues bancati a 9 e i Blancos solo a 12. Fanalini di coda il Borussia Dortmund a 15 e il Porto addirittura a 33.

Commenti

Torna il freddo, l’amministrazione Melucci riattiva la Centrale Operativa Sociale - 800 811 197
Un sogno chiamato serie A