Taranto F.c. News

Taranto, mercato: la carica dei 300

Il club ionico impegnato sulle riconferme e l'iscrizione al prossimo campionato ma sono molteplici i "consigli per gli acquisti"

22.06.2021 00:51

“E’ troppo presto per parlarne”: questo è il “mantra” di risposta alle nostre domande in tempo di “indagini di mercato”. La verità probabilmente è diversa se il club pensa all’iscrizione al prossimo campionato (ne parliamo più avanti) e alla riconferma dell’ossatura della squadra che ha vinto il torneo; molteplici sarebbero i “consigli per gli acquisti” già pervenuti alla società ionica con una cifra stimata di oltre trecento calciatori che sarebbero stati proposti per vestire la maglia rossoblu. I nomi rimbalzati da radio mercato sono tantissimi in particolare quello “roboante” di Giuseppe “Hulk” Torromino (fonte Tutta la C), seconda punta strutturata fresco di promozione in B con la Ternana. Sull’attaccante crotonese ci sarebbe il corteggiamento di Carpi ma, secondo alcune fonti, il calciatore sarebbe più vicino al club ionico. Altri profili sono ritornati dal recente passato come il bomber argentino Pablo Burzio del Lavello e il centrocampista offensivo Lorenzo Longo, anche lui in forza alla squadra lucana. In merito a quest’ultimo non è un mistero l’ottimo rapporto che lega il centrocampista originario di Noci al tecnico ionico Giuseppe Laterza: basterà per approdare in riva allo Jonio?! Occhi puntati anche sui giovani, sotto osservazione sarebbero il promettente Antonio De Cristofaro (classe 2000) dell’Audace Cerignola e il bomberino Bruno Umile (classe 2003) delle giovanili Napoli che vorrebbe trattenere il giocatore per farlo maturare e crescere nel proprio vivaio. Tra le riconferme saranno da definire le posizioni dei due portieri under Dorian Ciezkowski e Alex Sposito (di proprietà dell’Empoli). Il mercato ha indubbio fascino in questo periodo: i profili dei nuovi potenziali calciatori che potrebbero approdare in riva allo Jonio affascinano e fanno sognare i tifosi ma la vita di una società è costituita anche da: carte bollate, fideiussioni bancarie e tanto altro per completare il corposo incartamento per completare l’iscrizione del club al prossimo campionato. Le voci si rincorrono e spesso sono incontrollate per essere poi smentite in un “batter di ciglio”. Rimbalza tra queste, da qualche giorno, l’indiscrezione di un possibile allargamento della base societaria con ingressi di uno o più soci: cordata umbra, grande industria, rafforzamento di partnership commerciali già esistenti…Tutto buono o tutto falso?! Da parte nostra restiamo cauti, attendiamo qualche giorno e osserviamo dalla nostra “finestra” l’incedere degli eventi almeno fino a metà settimana. I prossimi giorni ci diranno se è solo l’ennesima “boutade” d’inizio estate.  

Commenti

Taranto. Mercato: l’”affaire” portiere e la bella gioventù
Caldo in città, tutte le iniziative dell'amministrazione Melucci per le persone fragili