Arti Marziali

Premiere League 2021 di karate: oro per la tarantina Silvia Semeraro

Kumitè -68kg: splendido oro per l'atleta originaria di Faggiano che in finale ha la meglio dell’egiziana Feryal Abdelaziz. Bronzo per l’austriaca Alisa Buchinger e l’azera Irina Zaretska

14.03.2021 20:28

Percorso netto per gli atleti italiani nelle finali odierne della prima tappa stagionale della Premier League 2021 di karate. In quel di Istanbul (Turchia) infatti, i nostri portacolori sono stati veramente eccezionali e non hanno sbagliato un colpo. Hanno centrato due medaglie d’oro con Silvia Semeraro e Luigi Busà, mentre Terryana D’Onofrio, Carola Casale, Clio Ferracuti e Michele Martina hanno conquistato il bronzo. Davvero un risultato di squadra notevole che, tuttavia, non lenisce il rammarico per le pesanti assenze di diversi karateka, fermati per casi (poi rivelatisi falsi) di positività al Covid-19.

FINALI FEMMINILI

Kata individuale: Terryana D’Onofrio nella sua finale per il bronzo supera l’iraniana Fatemeh Sadeghi Dastak con il punteggio di 25.6-25.28. Carola Casale la imita sconfiggendo la spagnola Lidia Rodriguez Encabo con il punteggio di 25.0 a 24.74. La medaglia d’oro va alla spagnola Sandra Jaime Sanchez che, in finale, sconfigge la turca Dilara Bozan.

Kumitè -50kg: oro alla turca Serap Ozcelik Arapoglu che in finale ha la meglio sulla tedesca Shara Hubrich. Bronzo per l’egiziana Ahmed Salama Reem e l’iraniana Sara Bahmanyar.

Kumitè -55kg: oro per la brasiliana Valeria Kumizaki, argento per la cilena Valentina Toro Meneses, mentre il bronzo finisce al collo della polacca Dorota Banaszczyk e della ucraina Anzhelika Terliuga.

Kumitè -61kg: successo per la serba Jovana Prekovic che piega in finale l’iraniana Rozita Alipourkeshka, mentre il bronzo va alla turca Merve Coban e alla slovacca Ingrida Suchankova.

 

Kumitè -68kg: splendido oro per la nostra Silvia Semeraro che in finale ha la meglio dell’egiziana Feryal Abdelaziz. Bronzo per l’austriaca Alisa Buchinger e l’azera Irina Zaretska.

Kumitè +68kg: Clio Ferracuti fa sua la medaglia di bronzo (come la tedesca Johanna Kneer) dominando per 5-1 contro l’olandese Vanesca Nortan, mentre l’oro va alla kazaka Sofya Berultseva che supera in finale la turca Meltem Hocaoglu Akyol

Kata a squadre: oro per la Spagna che precede Slovacchia, quindi bronzo per Turchia e Egitto.

 

FINALI MASCHILI

Kata individuale: oro per lo spagnolo Damian Hugo Quintero Capdevila che ha la meglio del turco Ali Sofuoglu. Bronzo per lo statunitense Ariel Torres Gutierrez e per il turco Enes Ozdemir.

Kumitè -60kg: ancora un successo turco con Eray Samdan, quindi argento per l’azero Firdovsi Farzaliyev, bronzo per il macedone del nord Emil Pavlov e per l’uzbeko Sadriddin Saymatov.

 

Kumitè -67kg: oro all’egiziano Ali Elsawy che in finale supera il turco Burak Uygur, bronzo per il russo Ernest Sharafutdinov e l’ungherese Martial Tadissi.

Kumitè -75kg: il solito immenso Luigi Busà schianta per 4-2 l’uzbeko Dastonbek Otabolaev, quindi bronzo per l’iraniano Ali Asghar Asiabari e per il tedesco Noah Bitsch.

Kumitè -84kg: Michele Martina coglie il bronzo nella finale contro il croato Ivan Kvesic con un netto 4-0. L’oro va all’iraniano Zabiollah Poorshab, mentre l’argento è del kazako Daniyar Yuldashev.

Kumitè +84kg: oro per un altro iraniano, Sajad Ganjzadeh che super l’ucraino Ryzvan Talibov, mentre i bronzi vanno al georgiano Gogita Arkania e all’azero Asiman Gurbanli.

Kata a squadre: oro per la solita Turchia davanti a Egitto, Azerbaijan e Spagna.

Commenti

La Prisma Taranto è super: 3-0 al Castellana Grotte
Serie D/H: La classifica marcatori dopo i recuperi