Taranto F.c. News

Foggia-Taranto: 1-1. Spettacolo allo Zaccheria in un derby a viso aperto

Rossoblu in vantaggio con il rigore trasformato da Saraniti, pari foggiano nella ripresa con Petterman

24.10.2021 16:47



A cura di Enrico Losito

Un bel derby andato in scena allo “Zaccheria” di Foggia tra due formazioni che non si sono risparmiate nell’arco dei novanta minuti: i rossoneri di Zeman hanno mantenuto in mano il pallino del gioco esponendosi, però, ai ficcanti contropiedi dei rossoblu capaci di passare in vantaggio al 17’ del primo tempo grazie a Saraniti abile a procurarsi e trasformare il penalty. Il pari rossonero al 22’ della ripresa grazie alla rete realizzata da Petterman per 1-1 finale che sostanzialmente accontenta entrambe le squadre.  

Cronaca. Il tecnico Laterza cambia modulo passando da 4-3-3 al 4-2-3-1: in porta Chiorra, linea difensiva con Riccardi, Zullo, Granata e Ferrara; in mediana Marsili e Civilleri; in attacco Mastromonaco, Giovinco e Santarpia a supportare Saraniti terminale più avanzato. Dall’altra parte il Foggia modulato con il 4-3-3: il tridente Merola, Ferrante e Curcio.

I padroni di casa partono subito all’attacco: al 5’ tiro di Curcio dalla distanza, il portiere Chiorra blocca senza difficoltà. Al 15’ risposta del Taranto: destro di Saraniti dal limite ma un difensore foggiano respinge. Al 16’ Civilleri si incunea sulla destra e innesca Giovinco che di prima scarica per Saraniti, l’attaccante in area supera Alastra che lo atterra e l’arbitro decreta il penalty. Dagli undici metri lo stesso Saraniti trasforma malgrado Alastra battezzi l’angolo giusto alla sua destra. Il Foggia reagisce in maniera veemente: Curcio dalla sinistra la mette sul secondo palo per il colpo di testa dell’indisturbato Ferrante, la sfera termina di poco al lato. Alla mezzora rete annullata al Taranto: cross di Mastromonaco dalla destra colpo di testa di Giovinco che inganna Alastra con la palla che si insacca ma il guardalinee segnala il fuorigioco. Al doppio occasione per il Taranto: al 31’ Ferrara lancia Santarpia, l’attaccante supera un avversario e scarica in porta Alastra respinge sulla sfera si fionda Saraniti, il suo fendente viene respinto ancora dall’estremo rossonero che successivamente sbroglia la matassa anticipando Saraniti sul traversone dello stesso Giovinco. Nel Foggia al 33’ doppio cambio: Rizzo Pinna e Di Jenno avvicendano l’infortunato Merola e Martino. Al 40’ azione tambureggiante del Foggia che culmina con la rasoiata dal limite di Di Pasquale con il pallone che finisce di poco al lato mentre al 43’ staffilata di Curcio lambisce il montante. Nei minuti di recupero (al 46’) tiro da fuori area di Rizzo Pinna: sfera di poco al lato. Il primo tempo termina con il vantaggio degli ospiti.

Nella ripresa non cambia il canovaccio con il Foggia in avanti e gli ionici insidiosi in ripartenza come al 12’: Ferrara dal fondo la mette al centro per il destro dal limite di Mastromonaco rimpallato provvidenzialmente da un avversario. Sul fronte opposto al 16’ ci prova dal limite Petterman, Chiorra para. Prime sostituzioni per il Taranto: al 17’ prima sostituzione per il Taranto: De Maria prende il posto di Santarpia mentre al 21’ Tomassini avvicenda Granata. Al 22’ i padroni di casa agguantano il pareggio: Curcio innesca in area Petterman, il quale controlla con il destro e di sinistro indovina l’angolino alla sinistra di Chiorra per 1-1. Al 24’ il Foggia sfiora il raddoppio:  Curcio serve Rocca che si libera in  area e fionda a rete, Chiorra respinge e Gallo a porta sguarnita mette oltre la traversa. Il Taranto non è da meno e confeziona una palla-gol: Civilleri lancia Saraniti, il centravanti calcia a botta sicura ma Di Pasquale devia in corner. Al 30’ sostituzione per il Foggia: esce Gallo, entra Garofalo. Doppio cambio nelle fila rossonere: al 37’  Girasole e Bigolo prendono il posto di  Di Pasquale e Rizzo Pinna. Anche nel Taranto allo stesso minuto si registra una doppia sostituzione: Ghisleni e Labriola avvicendano Mastromonaco e Giovinco. Al 40’ Taranto in attacco: Saraniti appoggia a Marsili, la sventola di destro viene parata da Alastra. Nei minuti di recupero il Taranto ci prova: Marsili batte un calcio di punizione per il colpo di testa di Civilleri che finisce oltre la traversa. E’ l’ultima emozione di un derby vibrante e acceso che finisce con il risultato di 1-1.  

FOGGIA: Alastra, Garattoni, Gallo (30’ s.t. Garofalo), Di Pasquale (37’ s.t. Girasole), Rocca, Ferrante, Curcio, Merola (33’ s.t. Rizzo Pinna[37’ s.t. Bigolo]), Sciacca, Petterman, Martino (33’ p.t. Di Jenno). A disposizione: Volpe, Rizzo, Merkaj, Maselli, Vigolo, Girasole, Ballarini, Tuzzo. All. Zeman

TARANTO: Chiorra, Ferrara, Marsili, Zullo, Riccardi, Saraniti,  Santarpia (17’ s.t. De Maria), Granata (21’ s.t. Tomassini), Civilleri, Giovinco (37’ s.t. Ghisleni), Mastromonaco (37’ s.t. Labriola). A disposizione: Loliva, Antonino, Falcone, Bellocq, Pacilli, Labriola, Ghisleni, Cannavaro. All. Laterza

Arbitro:  Saia di Palermo – Assistenti : Severino di Campobasso - Terenzio di Cosenza  

Marcatori: 17’ p.t. (rig.) Saraniti (T), 22’ s.t. Petterman (F)

Angoli: 4-5

Ammoniti: Alastra (F), Riccardi (T), Sciacca (F), Civilleri (T), Giovinco (T), Rocca (F)

Commenti

Leporano Calcio: La squadra di Novellino non si ferma più
prova